Foto del docente

Riccardo Schiavina

Professore associato

Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale

Settore scientifico disciplinare: MED/24 UROLOGIA

Temi di ricerca

I principali campi di interesse sono:

NEOPLASIA PROSTATICA:

  1.  ricerca clinica nell'ambito della chirurgia robotica sul tema della preservazione della continenza urinaria, della potenza sessuale e dei margini chirurgici
  2.  valutazione dell'accuratezza diagnostica delle nuove metodiche di imaging di diagnosi e stadiazione del tumore prostatico (PET/CT, RM multiparametrica, biopsia fusion)
  3. valutazione dei fattori prognostici e di modelli predittivi nei pazienti con metastasi linfonodali e ricerca molecolare delle micrometastasi
  4. modelli predittivi nei pazienti in sorveglianza attiva 
  5. modelli 3D e realtà aumentata in chirurgia robotica prostatica

NEOPLASIA RENALE:

  1. ricerca nell'ambito delle tecniche conservative in chirurgia renale robotica per la preservazione della funzione renale
  2. ricerca nell'ambito della sorveglianza delle piccole masse renali
  3. studi multicentrici nazionali ed internazionali per la valutazione dei fattori prognostici oncologici
  4. modelli 3D e realtà aumentata in chirurgia robotica renale

NEOPLASIA VESCICALE

  1. ricerca clinica nell'ambito della chirurgia robotica per la cura del tumore vescicale (cistectomia robotica) e di tecniche di ricostruzione intracorporea di neovescica

 

LASER E IPERTROFIA PROSTATICA

  1. studi clinici di confronto tra il laser ad olmio e la tecnica HoLEP rispetto alle tecniche tradizionali nella cura dell'ipertrofia prostatica benigna

STUDI E PROGETTI SVOLTI O ANCORA IN ATTO

Rersponsabile della sezione Imaging della società Italiana di Urologia 

Coordinatore dell'Unità di ricerca per l'Urologia di progetto di Ricerca Regione-Università per l'Emilia Romagna risultato vincitore (3° posto) del Bando (peer reviewed) Giovani Ricercatori "Alessandro Liberati" 2012 con 247.500 euro dal titolo: "ANTI -3-18F-FACBC VS 11C-CHOLINE IN PTS TREATED FOR PROSTATE CANCER" .Trattasi della valutazione di un nuovo radiofarmaco (FACBC) nella ristadiazione dei pazienti operati di prostatectomia radicale in confronto con la 11-C-Choline PET/CT. 

Ha partecipato al  "Programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale, PRIN" finanziato dal MIUR per il biennio 2004-2005 intitolato "Tecnica ecografica innovativa ed originale applicato allo studio delle patologie della ghiandola prostatica", progetto interuniversitario coordinato dal Prof. L. Masotti della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Firenze riguardante lo studio di una nuova sonda ecografica con Analisi Spettrale basata sull'elaborazione del segnale ultrasonico a radiofrequenza. 

Ha partecipato al "Progetto di Ricerca Fondamentale Orientata (Ex Quota 60%) (SSD med/24)" per il 2005, co-finanziato dall' Università degli Studi di Bologna svoltosi all'interno del Dipartimento Scienze Chirurgiche e Anestesiologiche, intitolato "Studio del metabolismo tissutale nella diagnosi e stadiazione del tumore prostatico: Spettroscopia RM e PET/TC". Il progetto si pone l'obbiettivo di studiare, in ambito clinico, nuove metodiche che utilizzano lo studio del metabolismo tissutale del tumore prostatico 

Ha partecipato al "Programma di Ricerca Regione-Università 2007-2009 (Ricerca per il Governo Clinico)" finanziato per 450.000 euro: "Ruolo del sistema robotico Da Vinci nella chirurgia oncologica del Colon e della Prostata. Studio prospettico multicentrico di confronto tra laparoscopia tradizionale e robot assistita". L'obbiettivo (sottostudio prostata) è di confrontare la chirurgia robotica con la chirurgia laparoscopica nel tumore della prostata in termini funzionali (a 3, 6,12 mesi) e oncologici (a 5 anni)

 

Progetto di sviluppo sulla " realtà aumentata in chirurgia robotica"  (2018-2020 con Grant di 50mila dollari) per la ricerca di strumenti di bioingegneria basati sui modelli 3D per lo sviluppo della chirurgia robotica radioguida in corso di prostatectomia radicale e di nefrectomia parziale

 

Membro dell'editorial Board di International Journal of Urology

 

Lead Guest Editor dello special issue della rivista BioMed Research International intitolato “The Actual Value of Molecular Imaging in the Assessment of the Disease Relapse of Prostate Cancer“

 

INCARICHI DI RICERCA

Ha partecipato, come coordinatore del gruppo di ricerca, al progetto scientifico intitolato: "Diagnosi e stadiazione del Carcinoma prostatico mediante la ricerca delle metastasi linfonodali occulte, del DNA circolante e delle cellule tumorali circolanti nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale e linfadenectomia pelvica estesa", svolto in collaborazione con il laboratorio Biomolecolare dell'Anatomia Patologica del S. Orsola diretta dal Prof. W.F. Grigioni. Il progetto è iniziato nel Gennaio 2010 presso l'Università di Bologna ed è tutt'ora in corso. Trattasi di un progetto di ricerca clinica nell'ambito della diagnostica avanzata del tumore della prostata per la ricerca delle micrometastasi linfonodali e del DNA libero circolante da tumore prostatico. Il progetto è stato finanziato dall'Associazione SAMUR-Onlus (Studi Avanzati Malattie Urologiche), grazie al contributo di 60.000 Euro da parte della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. 

Ha partecipato, come coordinatore del gruppo di ricerca, al progetto scientifico "Nuove tecnologie di imaging nella diagnosi e nella stadiazione linfonodale del carcinoma della prostata: Spettroscopia di Risonanza Magnetica, Risonanza Magnetica Dinamica con mezzo di contrasto, Linfonodo Sentinella, PET/TC con colina"promosso dall'Associazione Samur Onlus, Studi Avanzati Malattie Urologiche nel 2007. L'obbiettivo di questa ricerca è stato quello di studiare il ruolo di queste metodiche nell'iter diagnostico e nella stadiazione del tumore prostatico ed introdurle nella pratica clinica. 

Responsabile del progetto Dipartimentale presso il Dipartimento di Medicina Specialistica Diagnostica e Sperimentale (MESDIS) dell'Università di Bologna dal titolo: "Chirurgia laser dell'ipertrofia prostatica benigna" iniziato nel 2012. Link in  http://www.mesdis.unibo.it/it/ricerca/urologia/chirurgia-laser-dell2019ipertrofia-pro statica-benigna. Il progetto si prefigge l'obbiettivo di implementare e di studiare in ambito clinico la tecnologia laser per il trattamento mininvasivo dell'ipertorfia prostatica benigna ed è correlato al Dottorato di Ricerca in Scienze Mediche Specialistiche, XXVII ciclo dal titolo: "Endoscopic treatment of benign prostatic hyperplasia with Thulium Laser: comparative study between the enucleoresection of prostate using Thulium Laser(THULEP) and traditional techniques (open simple prostatectomy and transurethral resection of prostate".

 E' membro del gruppo di studio RECORD, studio multicentrico Nazionale a cui partecipa l'Università di Bologna; trattasi di uno studio epidemiologico, osservazionale, longitudinale, non interventistico, promosso dalla SIU (Società Italiana di Urologia) in collaborazione con la fondazione LUNA (fondazione no prifit per la ricerca urologica avanzata), per lo studio del tumore del rene. Lo studio multicentrico si prefigge l'obbiettivo di raccogliere i dati clinici e di follow-up dei pazienti operati di nefrectomia parziale e valutare i risultati dei diversi trattamenti.

 

E' membro del gruppo di studio MIRROR (MULTICENTER ITALIAN REPORT on RADICAL PROSTATECTOMY: OUTCOME and RESEARCH) studio multicentrico Nazionale a cui partecipa l'Università di Bologna. Trattasi di uno studio prospettico osservazionale per lo studio del trattamento del tumore della prostata iniziato nel 2007 con l'obbiettivo di valutare i risultati funzionali ed oncologici della terapia chirurgica del tumore della prostata.

 

E' membro dello studio SATURN (Surveillance and Treatment Update on Renal Neoplasms Project) studio multicentrico Nazionale ed Internazionale a cui partecipa l'Università di Bologna; Trattasi di uno studio multicentrico retrospettivo iniziato nel 2007 per la valutazione degli outcome oncologici e dei fattori prognostici del tumore del rene.

 

Autore dello studio osservazionale dal titolo: "Valutazione degli outcome oncologici e funzionali delle principali patologie benigne e maligne trattate presso l'Unità Operativa di Urologia Martorana", codice "STUD OF" approvato dal comitato etico dell'Azianda Ospedaliero-Universitaria S. Orsola-Malpighi di Bologna in data 11 Setembre 2012. L'obbittivo dello studio è quello di raccogliere in aniera prospettica i dati relativi alle principali patologie di interesse urologico trattate presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Orsola-Malpighi.

  Ha partecipato come co-investigator, allo studio clinico prospettico multicentrico con controllo interno dal titolo "Studio BRI-127" sponsirizzato dalla ditta BRACCO IMAGING SPA ed approvato dal comitato etico dell'Azianda Ospedaliero-Universitaria S. Orsola-Malpighi di Bologna per la valutazione del mezzo di contrasto ecografico nella diagnosi del tumore della prostata. Scopo dello studio è stato quello di testare l'accuratezza diagnostica del mezzo di contrasto ecografico nella diagnosi del tumore prostatico mediante biopsie mirate rispetto alla metodologia tradizionale di diagnosi mediante biopsia multipla eco-guidata con tecnica random.

  Co-investigator dello studio prospettico randommizzato sponsorizzato dalla ditta ELI-LILLY dal titolo " Studio H6D-EWLVIK" tenutosi nel biennio 2010-2011 presso l'Università di Bologna ed approvato dal comitato etico dell'Azianda Ospedaliero-Universitaria S. Orsola-Malpighi di Bologna, per la valutazione dell'impiego dei farmaci inibitori della fosfodiesterasi 5 nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale.