Foto del docente

Renzo Tosi

Professore ordinario

Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/02 LINGUA E LETTERATURA GRECA

Curriculum vitae

 Renzo Tosi si è laureato in Letteratura Greca il 19.11.1973, presso l'Università di Bologna, discutendo una tesi dal titolo Glosse tucididee nel Lessico di Esichio (rel. Benedetto Marzullo), e conseguendo la votazione di 110/110 e lode. Assistente incaricato dal 1.12.1973 al 14.6.1978, assistente ordinario dal 15.6.1978 presso la I Cattedra di Letteratura Greca dell'Università di Bologna, già incaricato di Letteratura Greca nell'Ateneo bolognese dal 1.11.1978 al 30.4.1979 (suppl. Enzo Degani), nell'Università di Padova nell'A.A. 1979/80 (suppl. prof. Oddone Longo), è diventato professore associato avendo conseguito l'idoneità a tale ruolo nella prima tornata, ed è stato titolare - dal 28.11.1983 al 31.10.1990 - dell'insegnamento di Filologia Greca nell'Università di Bologna, dal 1.11.1990 al 31.10.1996 di quello di Storia della lingua greca presso l'Università di Parma, dal 1.11.1996 al 31.10.2000 è stato professore associato confermato per il settore L06C (Lingua e Letteratura Greca, insegnamento di Storia della lingua greca) presso l'Università di Bologna; nell'A.A. 1989/90 ha ricoperto la supplenza di Storia della lingua greca presso l'Università di Parma, negli A.A. 1990/91, 1991/92, 1992/93, 1993/94 quella di Letteratura greca nel medesimo Ateneo, negli A.A. 1994/95 e 1995/96 quella di Storia della lingua greca presso l'Università di Bologna, nell'A.A. 1996/97 quello di Storia della lingua greca presso l'Università di Parma. Dal 1.11.2000 è professore ordinario di Letteratura Greca (gruppo Fil/Let 02) presso l'Università di Bologna, e ha insegnato e insegna varie discipline nell'àmbito di questo gruppo.

 I suoi principali interessi riguardano l'esegesi antica e la tradizione indiretta dei classici: in tale àmbito si è occupato dei meccanismi interni di scoliografia e lessicografia (si veda in particolare l'articolo Strutture lessicografiche greche, scritto in collaborazione con F.Bossi), delle loro interrelazioni e dei loro rapporti con la letteratura bizantina (cf. soprattutto il contributo Prospettive e metodologie lessicografiche, sulle figure di Oro e di Fozio) e della loro funzione interpretativa nei confronti dei classici (cf. il libro Scoli-fantasma tucididei, gli articoli L'ottavo libro di Tucidide nella lessicografia e Glosse dell'Agamennone di Eschilo nel Lessico di Esichio). Frutto di anni di studi e di una lunga rimeditazione sull'importanza e sui limiti della tradizione indiretta è inoltre il volume Studi sulla tradizione indiretta dei classici greci, in cui si analizzano alcuni `tipi' di tradizione indiretta (scoliografica, onomastica, lessicografica, grammaticale, paremiografica) e se ne enucleano i problemi. Si è poi in particolar modo occupato delle origini della lessicografia e dei suoi rapporti con la cultura e la poesia alessandrina: a tali temi sono dedicati l'intervento ai XL Entretiens della Fondation Hardt (dal titolo La lessicografia e la paremiografia in età alessandrina ed il loro sviluppo successivo) ed alcuni lavori successivi, incentrati soprattutto sulle figure di Callimaco ed Eratostene (Callimaco e i Glossografi omerici; Gli Ateniesi molgoiv: da Aristofane ad Eratostene; Appunti sulla filologia di Eratostene di Cirene), ed è tornato su problemi metodologici in Recenti acquisizioni sulle metodologie lessicografiche del 2003.

Si è inoltre occupato della tradizione proverbiale, antica e moderna: già nel 1991 ha pubblicato, per i tipi della casa editrice Rizzoli, una raccolta di sentenze greche e latine, corredate di un commento dedicato a testimonianze antiche e riprese nelle lingue europee; questo lavoro costituisce la base per tutta una serie di ricerche successive, inerenti al ruolo di Aristofane di Bisanzio nella tradizione paremiografica, alle fonti delle sentenze mediolatine comprese nella monumentale raccolta di H.Walther, a singoli passi - greci e latini - di carattere proverbiale. In particolare, ha cercato di tracciare la storia della tradizione proverbiale europea (soprattutto nell'intervento al Convegno internazionale della FIEC, tenutosi ad Ouro Preto nel 2004), ha individuato le fonti classiche del genere aforistico (in special modo nel contributo I Greci: gnomai, paroimia, apophthegmata, del 2004), ha delineato la storia di importanti topoi, dalla letteratura greca ai giorni nostri (si vedano ad es. Storia di un aforisma: veritatis simplex oratio est da Eschilo a Oscar Wilde, del 2000, Per la storia di un topos: ‘la donna è mobile', del 2001, Aforismi italiani e ipotesti classici del 2003, Homo homini lupus: da Plauto a Erasmo a Hobbes del 2008, Ca puze d'ol. Esempi di riprese di topoi classici nelle letterature medievali del 2009), ha cercato le tracce della sensibilità musicale antica nei proverbi (La musica nei proverbi greci, del 2006), si è occupato del ruolo giocato dagli Adagia di Erasmo (2008). Queste, ed altre ricerche in tale àmbito, hanno portato alla pubblicazione di tre volumi: nel 2010, di una nuova raccolta di espressioni proverbiali e sentenziose antiche, pubblicata in lingua francese, e nel 2011, della rielaborazione di molti temi in La donna è mobile e altri studi di intertestualità proverbiale e nel 2017 di una terza edizione del Dizionario, molto ampliata e aggiornata, sempre edita per la Casa Editrice Rizzoli .

 Ulteriori interessi sono rivolti al teatro, al mondo bizantino, a Tucidide, alla storia degli studi classici. Al teatro sono stati dedicati - oltre al già citato contributo sulle glosse esichiane di Eschilo - alcune note puntuali, un'analisi della sua fine polisemia linguistica e soprattutto una interpretazione di un elemento non marginale dell'Orestea (I ‘meteci' nell'Orestea [2010]), di un difficile luogo Edipo re (Il sarcasmo di Tiresia [2017]) e di passi proverbiali aristofanei (Proverbi in Aristofane [2017]) per quanto riguarda il mondo bizantino, oltre agli studi sul scoliografia e lessicografia ha approntato alcuni contributi sul romanzo; alla constitutio textus di passi tucididei sono dedicate varie note puntuali (tra cui Sul testo di Thuc. VI 17,2: politw`n o politeiw`n? [2001]), alle strutture retoriche l'articolo La funzione argomentativa dell'esordio nei discorsi tucididei, ai rapporti con Plutarco Tucidide in Plutarco del 2004, ai problemi di traduzione un lavoro pubblicato insieme a P. Rosa nel 2001; un primo lavoro complessivo sulla figura di questo storico è costituito dal saggio introduttivo alla traduzione curata da P. Rosa per la Casa EDitrice Rusconi nel 2016. Un discorso a parte meritano gli interessi per la storia degli studi: negli ultimi anni sono stati pubblicati saggi su importanti filologi (Alexander Kleinlogel, Richard Porson e Hugh Lloyd-Jones); in particolare poi ci si è occupati del classicismo della fine del Settecento: di qui la pubblicazione di alcuni articoli  su Clotilde Tambroni (l'ultimo dei quali è del 2005), incentrati sulla funzione del `classico' nell'ambiente culturale non solo della Tambroni, ma anche dei Mazza e degli Affò, e del volume I carmi greci di Clotilde Tambroni (2011).

 E' infine direttore responsabile della rivista "Eikasmòs", del comitato scientifico di "Seminari Romani", "Quaderni di Atene e Roma", "Graeca TErgestina", di collane polacche e ungheresi,  ha tenuto varie conferenze presso altre Università italiane e straniere (in particolare a Valencia, dove nel 2006 è stato visiting professor, e a Budapest dove dal 2013 tiene costantemente un intero ciclo di seminari), presso Licei di molte città italiane, e nell'àmbito di numerosi convegni scientifici (nel complesso tutte queste attività ammontano a circa tre centinaia di partecipazioni).  E' stato infine presidente del Corso di laurea in Filologia Letteratura e Tradizione Classica dell'Università di Bologna, Coordinatore del Dottorato in Culture Letterarie Filologiche Storiche della medesima università, vicedirettore del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, è responsabile di molti scambi Erasmus, è membro del Comitato Direttivo Nazionale dell'Associazione Italiana Cultura Classica e del Comitato Ministeriale dei Garanti per la Cultura Classica; è membro del Collegio di Disciplina dell'Università di Bologna. Nel 2018 gli è stato conferito il Praemium Classicum Clavarense.

Questo è l'elenco delle pubblicazioni:

1. Sapph. fr. 5 V., "MCr" VIII/IX (1973/74) 133-134

2. Schol. Thuc. II 77,3, "MCr" VIII/IX (1973/74) 223-224

3. Hesychiana, "MCr" VIII/IX (1973/74) 252-260

4. Rec. Thucydidis Historiae. J.B.Alberti recensuit,vol. I, "A&R" XXII (1977) 54-59

5. Note a Tucidide, "MCr" X/XII (1975/77) 155-163

6. Note a P.Bodmer XXVI, "MCr" X/XII (1975/77) 165-168

7. Hesychiana, "MCr" X/XII (1975/77) 293-301

8. Note all'Etymologicum Genuinum, "MCr" X/XII (1975/77) 361-364

9. Marginalia Lexicographica, "MCr" X/XII (1975/77) 369- 374

10. Una ignorata citazione soloniana, "QUCC" XXV (1977) 29

11. Rec. M.Carbonara Naddei, Gli scoli greci al Gorgia di Platone, "Siculorum Gymnasium" XXX (1977) 754-756

12. Note al nuovo Stesicoro, "MCr" XIII/XIV (1978/79) 125-142

13. Aristoph. Av. 539ss., "MCr" XIII/XIV (1978/79) 239- 240

14. Note a Tucidide, "MCr" XIII/XIV (1978/79) 257-260

15. Hesychiana, "MCr" XIII/XIV (1978/79) 455-460

16. Marginalia Lexicographica, "MCr" XIII/XIV (1978/79) 471-475

17. Strutture lessicografiche greche, "BIFG" V (1979/80) 7-20 (in collab. con F.Bossi)

18. Plat. Hipp.Maior 282a, "BIFG" V (1979/80) 67-70

19. Rec. R.Vattuone, Logoi e Storia in Tucidide, "Siculorum Gymnasium" XXXIII (1980) 991-994

20. Herod.Att. Civ. 6, "GFF" III (1980) 51-52

21. Note su alcune tradizioni popolari del comune di Ciano d'Enza, "Strenna Artigianelli" CII (1980) 230- 232

22. La funzione "argomentativa" dell'esordio nei discorsi tucididei, "AIV" CXXXIX (1980-81) 85-96

23. Eraclito in una glossa di Esichio, "AION - sez. filologico-letteraria" II/III (1980/81) 111-112

24. Tucidide in Coricio, "Koinwniva" V (1981) 99-104

25. Ciano agli inizi dell'Ottocento: documenti e tradizioni popolari, "Strenna Artigianelli" CIII (1981) 145-147

26. Marginalia Thucydidea, "MCr" XV/XVII (1980-82) 119- 121

27. Strab. II 5,26, "MCr" XV/XVII (1980/82) 195

28. Note a Procopio, "MCr" XV/XVII (1980/82) 203-204

29. Scoli-fantasma a Tucidide, "MCr" XV/XVII (1980/82) 209-218

30. Hesychiana, "MCr" XV/XVII (1980/82) 227-230

31. Etym.Gen. m 221-240, "MCr" XV/XVII (1980/82) 263-268

32. Marginalia Lexicographica, "MCr" XV/XVII (1980/82) 303-306

33. Philogelos e comicità popolare, "Strenna Artigianelli" CIV (1982) 197-201

34. Aesch. Ag. 69ss., "GFF" V (1982) 17-19

35. Eur. Alc. 810s., "GFF" V (1982) 79-82

36. V.Jarkho, U istokov Evropejskoj Komedii, Moskva 1979, "Dioniso" LIII (1982) 61-64

37. Scoli-fantasma tucididei, Pisa (Giardini) 1983

38. L'ottavo libro di Tucidide nella lessicografia, "MCr" XVIII (1983) 161-192

39. Plat. Theaet. 178c, "MCr" XVIII (1983) 197-198

40. LXX Macch. IV 13,9 (e Thuc. II 39,1), "Sileno" IX (1983) 129-133

41. Alcuni esempi di comicità popolare nella zona di Ciano d'Enza, "Strenna Artigianelli" CV (1983) 153-157

42. Prospettive e metodologie lessicografiche (a proposito delle recenti edizioni di Oro e di Fozio), "RSBS" IV (1984) 181-203

43. Per una rilettura di Giovanni Ramusani, "Strenna Artigianelli" CVI (1984) 73-77

44. Note a Fozio, "MCr" XIX/XX (1984/85) 315-328

45. Aesch. Ag. 534ss., "GFF" VIII (1985) 71-74

46. Dialetto e letterarietà in Luciano Serra, "Strenna Artigianelli" CVII (1985) 60-64

47. Note su alcuni proverbi reggiani, "Strenna Artigianelli" CVIII (1986) 131-135

48. Glosse dell'Agamennone di Eschilo nel lessico di Esichio, "MCr" XXI/XXII (1986/87) 35-62

49. Studi sulla tradizione indiretta dei classici greci, Bologna (Clueb) 1988

50. Osservazioni sui proverbi reggiani di carattere religioso, "Strenna Artigianelli" CX (1988) 187-190

51. Clotilde Tambroni e il Classicismo fra Parma e Bolo gna alla fine del XVIII secolo, in Alma Mater Studiorum. La presenza femminile dal XVIII al XX secolo, Bologna (Clueb) 1988, 119-134 [ristampato con poche aggiunte in Rose di Pieria, Bari 1991, 395-432]

52. Note agli scolî demostenici, "GFF" XII (1989) 33-36

53. Alcuni esempi di polisemia nell'Agamennone di Eschilo: esegesi antica e filologia moderna, "Lexis" III (1989) 3-24

54. Marginalia lexicographica, "GFF" XII (1989) 109-112

55. F.Redi, Op. I 171s., "Mcr" XXIII/XXIV (1988/89) 359-360

56. Note ad alcune sentenze mediolatine, "Eikasmòs " I (1990) 201-211

57. Rec. A.Cellerini, Introduzione all'Etymologicum Gudianum, "Eikasmos" I (1990) 237-239

58. Dizionario delle sentenze latine e greche, Milano 1991

59. Proverbi antichi in tradizioni moderne, "Eikasmòs " II (1991) 227-247

60. Rec. V.I.Jarcho, Antičnaja drama. Technologija. Masterstva, "Eikasmòs " II (1991) 367-368

61. Rec. J.A.Ochoa, La transmisión de la Historia de Eunapio, "Eikasmòs " II (1991) 379-381

62. Rec. Sofocl. Dramy, v perevode F.F.Zelinskogo, "Eikasmòs " II (1991) 405-406

63. Note agli apoftegmi di Diogene Cinico, "Eikasmòs " III (1992) 235-242

64. Rec. AA.VV., Metodika i Metodologija; Licnost' i obscestvo; Istorija evropejskoj civilizacii, "Eikasmòs" III (1992) 343-345

65. Rec. Pindaro, I Peani, a cura di G.Bona, "Eikasmòs " III (1992) 357-358

66. Rec. Niceta David. Commento ai Carmina Arcana di Gregorio Nazianzeno, a cura di C.Moreschini e I.Costa, "Eikasmòs " III (1992) 391-392

67. Rec. G.Cortassa, Il filosofo, i libri, la memoria, "Lexis" IX - X (1992) 255-257

68. Rec. L.Lehnus, Bibliografia callimachea 1489-1988, "Paideia" XLVIII (1993) 137-138

69. La tradizione proverbiale greca e Aristofane di Bisanzio (Osservazioni sulle e[mmetroi paroimivai), in Tradizione e innovazione nella cultura greca da Omero all'età ellenistica, Roma 1993, 1025-1030

70. Lexicographica Alexandrina, "MCr" XXV-XXVIII (1990-1993) 297-304

71. La tradizione paremiografica tra Oriente e Occidente "Rivista di Bizantinistica" III (1993) 393-399

72. La lessicografia e la paremiografia in età alessandrina ed il loro sviluppo successivo, "Entretiens Hardt" XL (1994) 143-209

73. Ar.Byz. fr. 6 Sl., "Eikasmòs " V (1994) 233-235

74. Rec. Nomodeiktes. Greek Studies in Honour of Martin Ostwald, "Eikasmòs " V (1994) 457-461

75. Rec. Harpocration. Lexeis of the Ten Orators (ed. Keaney), "Eikasmòs " V (1994) 487-489

76. Introduzione a Percorsi Canossani, I, Canossa 1994, VII-XIV

77. Il pensiero dai Presocratici al Peripato, in AA.VV., Senectus. La vecchiaia nel mondo classico, I, Bologna 1995, 193-229

78. La tradizione proverbiale, in AA.VV., Senectus. La vecchiaia nel mondo classico, II, Bologna 1995, 366-378

79. Schol. Hom. P 51, "Eikasmòs " VI (1995) 267-269

80. Rec. J.De Romilly, La costruzione della verità in Tucidide, "Eikasmòs " VI (1995) 362-363

81. Rec. Thucydidis Historiae. Volumen II: libri III-V, I.Alberti rec., "Eikasmòs " VI (1995) 406-412

82. La lessicografia greca: meccanismi e legami con l'esegesi dei classici, in Esegesi, prafrasi e compilazione in età tardoantica, Napoli 1995, 383-388

83. Note ai frammenti tragici attribuiti a Diogene Cinico, in Studia classica Iohanni Tarditi oblata, Milano 1995, 939-946

84. Rec. F.Montanari, Vocabolario della lingua greca, "Eikasmòs " VII (1996) 380-383

85. Note sulla presenza di Aristofane di Bisanzio nella lessicografia bizantina, in Byzantina Mediolanensia, Catanzaro 1996, 405-409

86. Hor. Ars.Poet. 437, "Aevum Antiquum" IX (1996) 269-274

87. Osservazioni sul rapporto fra Aristofane di Bisanzio e l'Antiatticista, in Mousa. Scritti in onore di Giuseppe Morelli, Bologna 1997, 171-177

88. Rec. K.Maurer, Interpolation in Thucydides, "Athenaeum" LXXXV (1997) 664-668

89. Rec. T.Gorannson, Albinus. Alcinus. Arius Dydimus "Athenaeum" LXXXV (1997) 669-672

90. Diogenianos, in Der neue Pauly, III, Stuttgart 1997, 605s.

91. Callimaco e i Glossografi omerici, "Eikasmòs " VIII (1997) 223-240

92. Rec. K.Bayer, Nota bene!, "Eikasmòs " VIII (1997) 318-320

93. Rec. S.Maleci, Il codice Barberinianus Graecus 70, "Eikasmòs " VIII (1997) 365-366

94. Rec. M.Spyridonidou-Skarsouli, Der erste Teil der fünften Athos-Sammlung, "Eikasmòs " VIII (1997) 407-411

95. Rec. R.N.Whybray, The Book of Proverbs, "Eikasmòs " VIII (1997) 425-428

96. Eratosthenes, in Der neue Pauly, IV, Stuttgart 1998, 44-47.

97. Etymologica, in Der neue Pauly, IV, Stuttgart 1998, 198-200

98. Glossographie, in Der neue Pauly, IV, Stuttgart 1998, 1097-1100

99. Grammatiker, in Der neue Pauly, IV, Stuttgart 1998, 1199-1201

100. Rec. Maximus Planudes, Disticha Catonis in Graecum translata, "Paideia" LII (1998) 401-403

101. Gli Ateniesi molgoiv: da Aristofane ad Eratostene, "Seminari Romani di Cult.Gr." I/1 (1998) 123-36

102. Harpokration, in Der neue Pauly, V, Stuttgart 1998, 164-165

103. Hesychios, in Der neue Pauly, V, Stuttgart 1998, 514-515

104. Appunti sulla filologia di Eratostene di Cirene, "Eikasmòs " IX (1998) 327-346

105. Rec. Collecting Fragments. Fragmente Sammeln, ed. by G.W.Most, "Eikasmòs " IX (1998) 424-430

106. Rec. C.Helfer, Crater Dictorum, "Eikasmòs " IX (1998) 466-467

107. Iulius Pollux in Der neue Pauly, VI, Stuttgart 1999, 51-54

108. Kyrillos, in Der neue Pauly, VI, Stuttgart 1999, 1009-1010

109. Introduzione a Percorsi Canossani, II, Canossa 1999, VII-XIV

110. Rec. M.L.Sancassano, Il serpente e le sue immagini, “Paideia” LIV (1999) 202-204

111. Rec. L.Boffo, Iscrizioni greche e latine per lo studio della Bibbia, “Paideia” LIV (1999) 204-208

112. Lobon in Der neue Pauly, VII, Stuttgart 1999, 383

113. Callim. Hec. fr. 122 Hollis (=315 Pf.): ajpouvato", in Poesia e religione in Grecia. Studi in onore di G.Aurelio Privitera, Perugia 2000, 665-669

114. Onomastikon, in Der neue Pauly, VIII, Stuttgart 2000, 1214-1217

115. Storia di un aforisma: veritatis simplex oratio est da Eschilo a Oscar Wilde, in AA.VV., Configurazioni dell’aforisma, II, a c. di G.Ruozzi, Bologna 2000, 9-27

116. Note a Macone, “Eikasmòs” XI (2000) 197-203

117. Rec. AA.VV., La lengua científica griega: orígines, desarollo e influencia en las lenguas modernas europeas, “Eikasmòs” XI (2000) 418-420

118. Rec. G.Casadio, Vie gnostiche all’immortalità, “Eikasmòs” XI (2000) 431-435

119. Casi di emendatio ope ingenii nell’ Etymologicum Magnum, “Lexis” XVIII (2000) 261-265

120. Osservazioni sulle riprese di Teodoreto nella Suda, “Bollettino della Badia Greca di Grottaferrata” LIV (2000) 131-140

121. Pamphilos, in Der neue Pauly, IX, Stuttgart 2000, 214-215

122. Rec. Gabriella Moretti, Acutum dicendi genus, „RFIC“ CXXVIII (2000) 469-474

123. Introduzione a Il fiore delle sentenze latine e greche, Milano 2001, 5-9

124. Photii Patriarchae Lexicon, II (E-M), edidit Christos Theodoridis, “Byzantinische Zeitschrift” XCIV (2001) 347-353

125. Enzo Degani (1934-2000): scienza filologica e storia della filologia, “Paideia” LVI (2001) 169-176

126. Rec. A.M.Storoni Piazza, Ascoltando Omero, “Paideia” LVI (2001) 226-228

127. Rec. F.Roscalla, Presenze simboliche dell’ape nella Grecia antica, “Paideia” LVI (2001) 228-234

128. Per la storia di un topos: ‘la donna è mobile’, in Noi e i Greci. Permanenza della cultura greca nel mondo d’oggi, a c. di F.Piazzi, Bologna 2001, 31-41

129. Sul testo di Thuc. VI 17,2: politw`n o politeiw`n?, “Eikasmòs” XII (2001) 93-105

130. Suda, in Der neue Pauly, XI, Stuttgart 2001, 1075-1076

131. Il mondo dei Greci, in L.Stupazzini – R.Tosi – P.Rosa, Grammatica di una civiltà, Bologna 2002

132. Capire il greco, in L.Stupazzini – R.Tosi – P.Rosa, Grammatica di una civiltà, Bologna 2002

133. Rec. Thucydidis Historiae. Volumen III: libri VI-VIII, I.B.Alberti rec., "Eikasmòs" XIII (2002) 441-447

134. Tradizione esegetica della tarda grecità e traduzioni della «Scuola Ellenizzante», in Le scienze e le ‘arti’ nell’Armenia medievale. Seminario internazionale (20-30 ottobre 2001), a c. di A.Sirinian, S.M.Lombardi, L.D.Nocetti, Bologna 2003, 107-111

135. Aforismi italiani e ipotesti classici, “Belfagor” LVIII (2003) 463-477

136. Oreste 234: “delectat varietas”, in Ricerche euripidee, a c. di O.Vox, Lecce 2003, 197-208

137. Plutarco, ‘de adulatore et amico’, 54c, “Lexis” XXI (2003) 333-338

138. Rec. “Medioevo greco” numero zero, “Lexis” XXI (2003) 405-406

139. Osservazioni sulla tradizione indiretta dell’Edipo a Colono, in Il dramma sofocleo: testo, lingua, interpretazione, Stuttgart 2003, 357-369

140. Recenti acquisizioni sulle metodologie lessicografiche, in L’erudizione scolastico-grammaticale a Bisanzio, a c. di Paola Volpe Cacciatore, Napoli 2003, 139-156

141. Rec. Aa. Vv., L’antico degli antichi, “Eikasmòs” XIV (2003) 431-434

142. Rec. P.Chiesa, Elementi di critica testuale, “Eikasmòs” XIV (2003) 464-467

143. Radici classiche del genere aforistico, in L’aforisma. Forme brevi tra antico e moderno. «Atti del XIX Convegno Internazionale Premi Ennio Flaiano», Pescara 2003, 19-25

144. Una parodia filosofica in Macone, in AA.VV., Studi di filologia e tradizione greca in memoria di Aristide Colonna, a c. di F.Benedetti e S.Grandolini, Perugia 2003. 799-806

145. Premessa a Romano il Melode, Kontakia a c. di U.Trombi, Parma 2004, VII-IX

146. Tucidide in Plutarco, in La biblioteca di Plutarco, a c. di I.Gallo, Napoli 2004, 147-158

147. Tradizione e trasmissione dei testi, in AA.VV., Il ramo d’alloro, I, Bologna 2004, 1-7

148. I Greci: gnomai, paroimiai, apophthegmata, in AA.VV., Teoria e storia dell’aforisma, a c. di G. Ruozzi, Milano 2004, 1-16

149. Lessicografia, in Filologia e storia. Scritti di Enzo Degani, II, Hildesheim 2004, 683-684

150. Rec. P.Judet de la Combe, L’Agamemnon d’ Eschyle. Commentaire des Dialogues, I-II, « Lexis » XXII (2004) 435-441

151. Tradizione dei «Monostici» e tradizione paremiografica, in AA.VV., Aspetti di letteratura gnomica nel mondo antico, Firenze 2004, 49-60

152. Il ladro derubato in Romano il Melodo (23,14 M.-T.), “Nea Rhome” I (2004) 59-64

153. Modelli e tematiche classiche negli aforismi di Niccolò Tommaseo, in AA.VV:, Niccolò Tommaseo fra modelli antichi e forme moderne, Bologna 2004, 1-20

154. Appunti sulla storia dell’insegnamento delle lingue classiche in Italia, in AA.VV., Storia degli insegnamenti linguistici. Bilanci e prospettive, Bologna 2005, 122-128

155. Rec. John A.L.Lee, A History of New Testament Lexicography, “Adamantius” XI (2005) 474-478

156. Rec. AA.VV., Mitos en la literatura griega helenística e imperial, a c. di Juan Antonio López Férez,”Eikasmós” XVI (2005) 543-547

157. Clotilde Tambroni, grecista e poetessa (1758-1817), “Il Carrobbio” XXXI (2005) 197-218

158. Dai paremiografi agli Adagia di Erasmo: alcune precisazioni, in AA.VV., Selecta colligere, II, hrsgb. v. Rosa Maria Piccione und M. Perkams, Alessandria 2005, 435-443

159. La musica nei proverbi greci, in AA.VV., Etnomusicologia storica del mondo antico. Per Roberto Leydi, a c. di Donatella Restani, Ravenna 2006, 83-101

160. Prefazione a Anna Maria Galistu, L’edizione eschilea di Adrian Tournebus, Amsterdam 2006, I-III

161. La poinav di Batto (Pind. P. 4,63), “Eikasmòs” XVII (2006) 79-88

162. Rec. D.Levine Gera, Ancient Greek Ideas on Speech, Language and Civilization, “Eikasmòs” XVII (2006) 533-540

163. Le “forme brevi” nella tradizione greca, in AA.VV. La brevità felice. Contributi alla teoria e alla storia dell’aforisma, a c. di M.A. Rigoni, Venezia 2006, 71-88

164. Esegesi dei testi, filologia e lessicografia, in AA.VV., La cultura scientifica e tecnica nell’Italia meridionale e bizantina¸ Catanzaro 2006, 185-191

165. Note di lessicografia eschilea, “Lexis” XXIV (2006) 43-51

166. Note ad alcuni scoli ad Aristofane (Eur. fr. 588a K.), in AA.VV., I classici greci e i loro commentatori. Dai papiri ai marginalia rinascimentali, Rovereto 2006, 173-180

167. Lessicografia foziana e riscoperta dei classici, in AA.VV., Bisanzio nell’età dei Macedoni. Forme della produzione letteraria e artistica¸ Milano 2007, 257-266

168. Rec. Simon Hornblower, Thucydides and Pindar, “Eikasmòs” XVIII (2007) 518-528

169. Polluce: struttura onomastica e tradizione lessicografica, in AA.VV., L’Onomasticon di Giulio Polluce. Tra Lessicografia e antiquaria¸ Milano 2007, 3-16

170. Espressioni memorabili e durature nella tragedia greca, “Quaderni di Cultura del Galvani” XIV (2007-2008) 51-67

171. Periéghesis, Bologna 2008 (in collab. con P.Rosa)

172. Rec. Hesychii Alexandrini Lexicon. Volumen III, “Adamantius” XIV (2008) 673-678

173. Homo homini lupus: da Plauto a Erasmo a Hobbes, “Eikasmòs” XIX (2008) 387-395

174. Rec. The Further Academic Papers of Sir Hugh Lloyd-Jones, “Eikasmòs” XIX (2008) 544-550

175. Il fanciullo nella tradizione proverbiale antica, in AA.VV., Il fanciullo antico. Soggetto tra formazione e religio, a c. di G.Marconi, Alessandria 2008, 167-189

176. Gli «Adagia» di Erasmo e la presenza di tovpoi classici nella letteratura europea, in AA.VV., Erasmo da Rotterdam e la cultura europea, a c. di E.Pasini, P.B.Rossi, Firenze 2008, 43-59

177. Ca puze d’ol. Esempi di riprese di topoi classici nelle letterature medievali, in AA.VV., Les literatures antigues a les literatures medievals, Amsterdam 2009, 247-261

178. Ricordando Alexander Kleinlogel: due lettere sull’esegesi antica di Tucidide, “Eikasmòs” XX (2009) 317-329

179. Rec. La tragedia griega en sus textos, “Eikasmòs” XX (2009) 436-440

180. Conclusioni, in AA.VV., Hermeneuein. Tradurre il greco, a c. di C.Neri, R.Tosi, Bologna 2009, 243-248

181. Il Fozio di Richard Porson e gli studi lessicografici, “Lexis” XXVII (2009) 221-227 [= Seminario di Studi su Richard Porson, Napoli 2011, 183-189]

182. Non Asiani sed Asini, in AA.VV., Il Papiro di Artemidoro. Convegno internazionale di Studio. Rovereto, 29-30 aprile 2009, Rovereto 2009, 35-54

183. The ‘metoikos’ in Orestea, “Phasis” XII (2009) 278-290

184. Dictionnaire des sentences latines et grecques, Grenoble 2010

185. I ‘meteci’ nell’Orestea, « Eikasmòs » XXI (2010) 29-39

186. Rec. Aa.Vv., Grecia maggiore: intrecci culturali con l’Asia nel periodo arcaico, “Eikasmòs” XXI (2010) 489-491

187. Introduzione, in Paroimiakw`~. Il proverbio in Grecia e a Roma, a c. di E.Lelli, Pisa 2011, 13-29

188. Precedenti classici di proverbi italiani, in Ragionamenti intorno al proverbio, a c. di T. Franceschi, Alessandria 2011, 179-194

189. La donna è mobile e altri studi di intertestualità proverbiale, Bologna 2011

190. Thuc. II 37-41: appunti di traduzione, in Note di traduttore, a c. di F. Condello e Bruna Pieri, Bologna 2011, 159-170 (in collab. con P.Rosa)

191. I Carmi greci di Clotilde Tambroni, Bologna 2011

192. Testo ed esegesi di alcuni scolî eschilei, in M. Taufer (ed.), Contributi critici sul testo di Eschilo. Ecdotica ed esegesi, Tübingen 2011, 251-262

193. Tradizione lessicografica ed enciclopedismo bizantino, in Giornate filologiche genovesi. L’Enciclopedismo dall'Antichità al Rinascimento, Genova 2011, 49-58

194. Aesch. Eum. 216 ta; fivltata, in Harmonia. Scritti di filologia classica in onore di Angelo Casanova, a c. di G. Bastianini, W. Lapini, M. Tulli, Firenze 2012, 835-840

195. Rec. Alpers, Untersuchungen zu Johannes Sardianos, und senem Kommentar zu den Progymnasmata des Aphthonios, “Eikasmòs” XXIII (2012) 453-457

196. Storia di Ahiqar e tradizione sapienziale. Rec. I. M. Kostantakos, jAkivcaro~. JH dihvghsh tou' jAkicavr sthvn ajrcaiva JEllavda, I-II, “Eikasmòs” XXIII (2012) 534-544

197. Rec. P. Odorico (ed.), «L’éducation au gouvernement et à la vie». La tradition des «Règles de vie» de l’antiquité au moyen-âge, “Eikasmòs” XXIII (2012) 562-566

198. Il latino come lingua europea: la tradizione topico-proverbiale, in Dove va il latino («Latina Didaxis», XXVII), Genova 2012, 11-21

199. Riprese di proverbi in Aristeneto: 2.7 to;n aujto;n e[lkomen zugovn, in AA.VV., Lettere mimesi, retorica, a c. di O. Vox, Lecce 2013, 457-468

200. Onomastique et lexicographie: Pollux et Phrynichos, in AA.VV., L’Onomasticon de Pollux: aspects culturels, rhétoriques et lexicographiques¸ Lyon 2013, 141-146

201. Osservazioni sulla letteratura ‘strumentale’ (alla luce degli «Gnomica Democritea» di J. Gerlach), “Eikasmòs” XXIV (2013) 307-318

202. Rec. Manuela Callipo, Dionisio Trace e la tradizione grammaticale, “Eikasmòs” XXIV (2013) 426-429

203. Rec. Oretta Olivieri, Miti e culti tebani nella poesia di Pindaro, “Eikasmòs” XXIV (2013) 446-452

204. Su E.M. Polizzano, Appunti per un lessico proverbiale in Platone, in AA.VV:, Ricerche a Confronto. Dialoghi di Antichità classiche e del Vicino Oriente, Milano 2013, 90-92

205. Sulla genesi di alcuni proverbi, in L.M. Pino Campos, G. Santana Henríquez (eds.), Kalo;~ kai; ajgaqo;~ ajnh;r didaskavlou paravdeigma. Homenaje al Profesor Juan Antonio López Férez, Madrid 2013, 813-819

206. Capire il greco, Bologna 2014 (II parte; la I è di Rachele Pierini)

207. Rec. Hesychii Alexandrini Lexikon, IV, ed. Hansen-Cunnigham, “RFIC” CXLII (2014) 176-182

208. Lessicografia esichiana e tradizione patristica: alcune osservazioni, in Ángel Martínez Fernández, Begoña Ortega Villaro, Henar Velasco López, Henar Zamora Salamanca (eds), Ágalma. Ofrenda desde la Filología Clásica a Manuel García Teijeiro, Valladolid 2014, 313-318

209. The History of Corpora Scholiastica: a Series of Unfortunate Events, “Trends in Classics” VI (2014) 15-23

210. Ar. Pax 603: λιπερνῆτες o σοφώτατοι?, “Eikasmòs” XXV (2014) 141-146

211. Rec. C. Stray, Sophocles’ Jebb. A Life in Letters, “Eikasmòs” XXV (2014) 532-535

212. Radici classiche della moderna tradizione proverbiale europea, in Fonti ed interpretazioni, a c. di Ágnes Ludmann, Budapest 2014, 9-23

213. Osservazioni sui rapporti fra filologia italiana e cultura tedesca, in Fonti ed interpretazioni, a c. di Ágnes Ludmann, Budapest 2014, 69-79

214. Osservazioni sul metodo tucidideo, in Atti e Memorie. I Edizione Agon Zanklaios, Messina 2014, 20-29

215. La tradizione degli ‘Adagia’ nella biblioteca privata di Marco Besso, in La fortuna dei proverbi, identità dei popoli. Marco Besso e la sua collezione, a c. di Laura Lalli, Roma 2014, 273-283

216. Il Dipartimento di Filologia Classica e Medievale ricorda Giovanni Garuti, “Memorie Scientifiche, Giuridiche, Letterarie. Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti di Modena” XVII (2014) 229-238

217. Sul riuso menandreo di alcuni topoi proverbiali, in Menandro e l’evoluzione della commedia greca, a c. di A. Casanova, Firenze 2014, 291-299

218. Favola e proverbio nella cultura classica: alcune osservazioni, in Lupus in fabula. Fedro e la favola latina tra antichità e Medioevo, a c. di Caterina Mordeglia, Bologna 2014, 35-47

219. Soph. fr. 155 R.2: un caso di intertestualità proverbiale, in Mythologein. Mito e forme di discorso nel mondo antico, a c. di Antonietta Gostoli e R. Velardi, Pisa-Roma 2014, 264-266

220. Dall’antico al moderno. Variazioni di topoi proverbiali nella tradizione italiana, “Nuova Corvina” 26 (2014) 78-88

221. Topoi funerari e tradizione proverbiale, in Le parole dopo la morte, a.c. di Cristina Pepe e Gabriella Moretti, Trento 2015, 331-345

222. Esichio e la semplificazione di strutture complesse nella trasmissione dei lessici, in Lemmata, edd. Maria Tziatzi, Margarethe Billerbeck, F. Montanari, K. Tsantsanoglou, Berlin-NewYork 2015, 411-417

223. Tipology of Lexicographical Works, in Brill’s Companion to Ancient Greek Scholarship, edd. by F. Montanari, S. Matthaios, A. Rengakos, Leiden-Boston 2015, 622-636

224. Il conte Carlo Firmian e la cultura classica, in Le raccolte di Minerva. Le collezioni artistiche e librarie del conte Carlo Firmian, Trento 2015, 205-211

225. La filologia di Francesco Bossi (1949-2014), “Eikasmos” XXVI (2015) 407-411

226. Rec, Audano-Minutoli-Pintaudi, Giorgio Pasquali sessant’anni dopo, “Eikasmos” XXVI (2015) 425-428

227. Rec, Mazzoli, Anniversari dell’antichistica pavese – Rousseau-Saetta Cottone, Diego Lanza lecteur des oeuvres de l’antiquité, “Eikasmos” XXVI (2015) 474-477

228. Riprese dei proverbi classici nei romanzi bizantini, in Mare nostrum, a c. di Ágnes Ludmann, Budapest 2015, 75-85

229. Saggio introduttivo a Tucidide. La guerra del Peloponneso, trad. P. Rosa, Santarcangelo di Romagna 2016, V-XCVI

230. Una nuova edizione dell’Etymologicum Symeonianum, “RFIC” CXLIV (2016) 175-181

231. Su una citazione dei glossografi negli scolî eschilei, in E sì d’amici pieno, a c. di A. Casanova, Gabriella Messeri, R. Pintaudi, Firenze 2016, 583-586

232. Il riccio e la volpe nella tradizione proverbiale (e Archil. fr. 201 W.2), in Riccio o volpe? Uno e molteplice nel pensiero degli antichi e dei moderni, a c. di Vanna Maraglino, Bari 2016, 13-20

233. Il potere rivela l’uomo: un topos e le sue variazioni, in Kleine Formen in der Literatur zwischen Aufklärung und Gegenwart, a c. di M. Dallapiazza, S. Ferrari e Paola Maria Filippi, Frankfurt am Main 2016, 101-111

234. Rec. D. Accorinti, Raffaele Petazzoni and Herbert Jennings Rose. Correspondence 1927-1958, “Eikasmos” 27 (2016) 449-452

235. Rec. A. Andurand, Le mythe grec allemand. Histoire d’une affinité élective, “Eikasmos” 27 (2016) 453-460

236. Osservazioni sulle interpretazioni dei paremiografi bizantini, in Italia nostra. Studi filologici italo-ungheresi, a c. di Ágnes Ludmann, Budapest 2016, 13-21

237. Giuseppe Schiassi commentatore della tragedia, in νεξέταστος βίος οὐ βιωτός. Giuseppe Schiassi filologo classico, a c. di M. Taufer, Freiburg im Breisgau-Berlin-Wien 2016, 55-61

238. Rec. J.P.Friesen, Reading Dionysus, “Adamantius” 22 (2016) 593-597

239. Proverbs in Eustathius: Some Examples, in Reading Eustathius of Thessalonike, “Trends of Classics - Suppl.” 46 (2017) 229-241

240. La donna è mobile, in Atti e Memorie. II-III Edizione Agon Zanklaios, Messina 2017, 24-39

241. Per una lettura delle Baccanti di Euripide, in Atti e Memorie. II-III Edizione Agon Zanklaios, Messina 2017, 59-65

242. Premessa a Eros e genere in Grecia arcaica, a c. di S. Caciagli, Bologna 2017, V-VII

243. Proverbi di guerra, in Teatri di guerra. Da Omero agli ultimi giorni dell’umanità, a c. di Alice Bonandini, Elena Fabbro, F. Pontani, Milano-Udine 2017, 243-264

244. Musica e religione nel mondo antico: alcune osservazioni, in Musica ed esperienza religiosa, a c. di M. Casadei Turroni Monti e C. Ruini, Milano 2017, 11-22

245. Dizionario delle sentenze latine e greche, Milano 20172

246. Amado e il nostro Brasile magico, in Ex libris. I libri e noi, Bologna 2017, 179-181

247. Motivi e topoi proverbiali dall’antichità classica alle moderne culture europee, in Fraseologia e paremiologia. Passato, presente, futuro, a c. di C. De Giovanni, Milano 2017, 30-42

248. Ricordo di Benedetto Marzullo, “AOFL” XII (2017) 62-64

249. Il sarcasmo di Tiresia (Soph. OT 353), “Eikasmòs” XXVIII (2017) 47-56

250. Rec. Claudia Brunello, Storia e paideia nel Panatenaico di Isocrate, “Eikasmòs” XXVIII (2017) 389-393

251. Proverbi in Aristofane, in La commedia attica antica. Forme e contenuti, a c. di G. Mastromarco, P. Totaro, B. Zimmermann, Lecce 2017, 115-149

252. Prefazione a Elena Esposito, Tra filologia e grammatica, Bologna 2017, 5-7

253. Su alcune riprese di topoi cl,assici nelle Intercenales di Leon Battista Alberti, in Humana feritas. Studi con Gian Mario Anselmi, Bologna 2017, 427-438

254. Stranieri, ospiti e proverbi greci, in Atti e Memorie. IV Edizione Agon Zanklaios, Messina 2018, 22-35

255. L’altalena in Pausania (10,29,3 s.), in Πολυμάθεια. Studi offerti a Mario Capasso, a c. di Paola Davoli e Natascia Pellé, Lecce 2018, 625-632

256. Osservazioni sull’esegesi dei classici greci, dall’antichità a Bisanzio al Rinascimento, in Byzance et l’Occident IV. Permanence et migration, a c. di Emese Egedi-Kovács, Budapest 2018, 29-37

257. Rec. Esteban Calderón Dorda, Sabino Perea Yébenes (edd.), Estudios sobre el vocabu­lario religioso griego, “Aevum” XCII (2018) 197-199

258. Osservazioni in margine al carme 86 di Catullo¸”Paideia” LXXIII (2018) 1115-1122

259. Stranieri e ospitalità nei proverbi antichi (e moderni) in Xenia. Migranti, stranieri, cittadini tra i classici e il presente, a c. di Alberto Camerotto e Filippomaria Pontani, Milano-Udine 2018, 101-114

260. Per una rilettura di Thuc. I 22,1, “Eikasmòs” XXIX (2018) 165-182

261. Rec. Greta Hawes, Myth on the Map. The Storied Landscapes of Ancient Greece, “Eikasmòs” XXIX (2018) 480-484

262. Rec. Ursula and Warren Kirkendale, Hesiod’s Theogony as Source of the Iconological Program of Giorgione’s ‘Tempesta’, “Eikasmòs” XXIX (2018) 484-487

263. Su alcuni scolii inediti del ms. GA 1424 del Nuovo Testamento, in Λέξικον γραμματικῆς. Studi di lessicografia e grammatica greca, a c. di Ferruccio Conti Bizzarro, Napoli 2018, 23-33

264. Introduzione a M. Cinquegrani, Aiace Telamonio l’eterno, Messina 2018, 9-21

265. Creonte e il potere che rivela l’uomo (Soph. Ant. 175-7), in Συναγωνίζεσθαι.Studies in Honour of Guido Avezzù, a c. di Silvia Bigliazzi, F. Lupi, G. Ugolini, Verona 2018, 237-249

266. Riusi di proverbi latini nella cultura italiana, “Calíope” XXXV (2018) 4-27

267. Lexicographical Scholia in ms. GA 1424, in Studies in Greek Lexicography, edd. K. Giannakis, C. Charalambakis, F. Montanari, A. Rengakos, Berlin-Boston 2019, 331-336