Foto del docente

Raffaella Nori

Ricercatrice confermata

Dipartimento di Psicologia

Settore scientifico disciplinare: M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE

Temi di ricerca

Un settore specifico della psicologia cognitiva è quello che indaga la memoria spaziale, ovvero le modalità grazie al quale un individuo acquisisce e rappresenta le relazioni tra se stesso e l'ambiente esterno. Un ambito di ricerca di questo settore riguarda l'analisi delle caratteristiche ambientali e l'influenza che esse hanno nel determinare la rappresentazione mentale dello spazio circostante. Tale settore di ricerca ha oggi ricevuto nuovo impulso grazie anche all'introduzione di tecniche di recente sviluppo, come la realtà virtuale, che permette di controllare le caratteristiche fisiche dell'ambiente e studiare, in modo più sistematico, come le persone si muovono in esso.

Le aree di indagine sono molteplici e rivolte ad analizzare i seguenti aspetti:

1.le caratteristiche della memoria spaziale acquisita dopo apprendimento esplorando un ambiente dal desktop del computer o in una situazione di realtà virtuale immersiva o muovendosi realmente nell'ambiente;

2.i fattori che determinano l'effetto allineamento. Tale effetto si verifica quando si deve indicare la posizione di un luogo su di una mappa. Questo compito risulta molto più semplice se essa è allineata con l'ambiente esterno (i.e. la mappa e l'ambiente esterno osservato hanno lo stesso orientamento) rispetto a quando è controallineata (i.e. ruotata di 180°). Nella spiegazione di tale errore vengono prese in considerazione le differenze individuali cioè il modo in cui le persone si rappresentano l'informazione spaziale (stili cognitivi spaziali: landmark, route e survey);

3.se alcuni tratti di personalità possono essere associati agli stili cognitivi spaziali e se tale associazione influenza il modo in cui le persone si muovono nell'ambiente;

4.quali strutture di riferimento spaziale vengono utilizzate quando si deve indicare un oggetto in relazione a noi (i.e. localizzazione persona-oggetto) oppure quando si deve indicare un oggetto in relazione ad un altro oggetto (i.e. localizzazione oggetto-oggetto). In particolare, siamo interessati a rilevare se le persone utilizzano gli stessi sistemi di riferimento spaziale nei due diversi tipi di localizzazione oppure se utilizzano sistemi di riferimento diversi;

5. l'importanza delle caratteristiche personali (stili cognitivi spaziali, genere e familiarità con l'ambiente) e ambientali (il grado di differenziazione dei landmark, il grado di accesso visivo dell'ambiente, la complessità della struttura spaziale) per muoversi con successo nell'ambiente;

6. se le caratteristiche che le persone utilizzano per navigare sul Web sono correlate a strategie di “navigazione” nel mondo reale.



NULL