Foto del docente

Raffaele Milani

Professore Alma Mater

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Professore a contratto

Dipartimento delle Arti

Curriculum vitae

Raffaele Milani (Professore di prima fascia) si è laureato nell'università Bologna nel 1974. E' stato, sempre presso questa università e presso la Facoltà di Scienze della Formazione, incaricato di esercitazioni (1974-75), assegnista ministeriale (1976-80), ricercatore dal 1980 e dal 1991 ha avuto l'affidamento di Storia dell'Estetica, poi di Estetica. Ha insegnato Estetica Comparata al dipartimento di Orientalistica (2007-2012) e Fenomenologia degli Stili alla Scuola di Specializzazione in Storia dell'arte (2001-2007). Ha tenuto lezioni e conferenze in varie università straniere e, presso alcune di esse, è stato visiting professor: alla Sorbona con lezioni al Dottorato in Estetica (2005 e 2011) e alla Tohoku di Sendai. Ha diretto un master post lauream in "Scienze e progettazione del paesaggio e dell'ambiente, con la Facoltà di Architettura e il Dipartimento di Filosofia (2002-2004), è stato membro del Consiglio scientifico EURIAS, è stato Direttore della scuola estiva sul Design industriale (2005-2015) (Dipartimento di Ingegneria, sezione DIEM, dell'università di Bologna, Facoltà di Lettere e Ingegneria dell'università di Osaka, Japan, University of Taiwan, Tongji University di Shanghai, Cina). E' stato membro residente dell'Istituto di Studi Avanzati dell'Ateneo bolognese per due mandati (2003-2010). Coordinatore di Re/Union per la Scuola di Psicologia e Scienze dell'Educazione. Presidente del Comitato Scientifico di parte italiana (gennaio 2014-luglio 2016) per la realizzazione della Mostra: Capolavori della scultura buddhista giapponese, Scuderie del Quirinale, Roma. Nel maggio 2016 ha tenuto la laudatio per la laurea ad honorem di Joseph Rykwert.

Attualmente è Direttore del "Laboratorio di Studi sulle città" (Istituto di Studi Superiori, ora Dipartimento di Scienze dell'Educazione), membro di un Comitato scientifico del Ministero Francese dell'Ambiente e dello Sviluppo sostenibile, del Collegio Dottorale in Semiotica, ora PSCS. Delegato, dal 2002, per gli studi italiani di Estetica,  all'International Association for Aesthetics. Negli ultimi tre anni ha tenuto lezioni in varie università italiane e straniere e partecipato ad alcuni convegni intercontinentali (Losanna, Ginevra, Bologna, Torino e Roma). Keynote Speaker negli incontri internazionali del 2016-2017: Tasting The Landscape, IFLA, Torino 2016; Pistoia, Capitale della Cultura 2017; Archiletture, Bologna 2017; Immagini?, Bressanone 2017. Nell'autunno 2017, curatore di due incontri sul tema della presenza femminile nel '700 europeo e della difesa della città storica. Sabato 26 maggio 2018 ha tenuto una relazione sull'art.9 della Costituzione al Festival Costituzione 2018 organizzato a San Daniele del Friuli. Relatore al convegno internazionale di Venezia sul Furusato e al convegno internazionale sull' autobiografia promosso a Parigi dal centro studi GEMR nell'autunno 2018. Ha tenuto lezioni al Dottorato in Civiltà dell'Asia e dell'Africa presso l'Istitito di Studi Orientali dell'Università di Roma Sapienza (5 e 6 febbraio 2019).Nominating committee member della International Association for Aesthetics. Membro Unibo dell'Osservatorio sul Paesaggio della Regione Emilia-Romagna. Direttore della tavola rotonda Urban and Natural Landscape all'International Congress of Aesthetics (22-26 luglio 2019).

Ultimi testi pubblicati The Art of the City, McGill-Queen's UP, Montreal, Chicago, London, 2017.

Albe di un nuovo sentire. La condizione neocontemplativa, il Mulino, Saggi, Bologna 2020.

Insieme a Akihiro Ozaki e Christopher Craig, a cura di, Images, Philosophy, Communication, Mimesis Int,, Milano 2021.

Con due testi: Comparative Aesthetics e The (Original) Nature of Images.

Articoli:

Beauty and Building Sterotype. Aesthetics of the Architecture in “Serbian Architectural Journal”, March 2019, n.11.

Images in comparison. East and West in "Ritsumeikan Studies in Language and Culture (vol. 31, no. 3)

L'art du paysage, in "University on line", Lausanne 2018.

Negli ultimi anni ha scritto per le riviste: “L'architetto” e “Domus”.

Conversazioni, con Emilio Ambasz, ottobre 2020, Premio Tonino Guerra, Pennabilli; con Werner Herzog, 5 giugno 2021, Premio alla Poesia, Pennabilli.




Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.