Foto del docente

Paolo Zurla

Professore Alma Mater

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Professore a contratto a titolo gratuito

Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.pdf 341KB )

Professore Ordinario di Sociologia (SPS/07) presso la Scuola di Scienze Politiche dell'Università di Bologna. E' Presidente della Scuola di Scienze Politiche di Bologna e Vice-presidente presso la Vicepresidenza della Scuola di Scienze Politiche di Forlì. Afferisce al Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia.

Scuola di Scienze Politiche - Vicepresidenza di Forlì – Forlì – Via G. della Torre, 1, 47121 Forlì

Tel.: +39.0543.374164

Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia – Bologna - Strada Maggiore n°45, 40125 Bologna.

Tel.: +39.051.20.92899

email: paolo.zurla@unibo.it

 

Carriera accademica

Laureato in Scienze Politiche Indirizzo politico-sociale, vince nel 1983 il primo concorso libero per ricercatore messo a concorso presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Bologna, dove presta servizio sino al 31 ottobre 1992.

Fra il 1 novembre 1992 e il 31 ottobre 1995 presta servizio presso l'Università degli Studi di Padova, Facoltà di Scienze Politiche, in qualità di Professore Associato di Sociologia.

Dal 1 novembre 1995 presta servizio in qualità di Professore Associato di Sociologia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Bologna- sede di Forlì (divenuta Facoltà autonoma dal 1 settembre 2000) sino al 31 ottobre 2000.

Dal 1 novembre 2000 al 31 ottobre 2003 presta servizio presso la Facoltà di Scienze Politiche di Forlì in qualità di Professore Straordinario di Sociologia (SPS/07 sociologia generale).

Dal 1 novembre 2003, a seguito di conferma in ruolo, ricopre il ruolo di Professore Ordinario di Sociologia (SPS/07 sociologia generale) presso la medesima Facoltà forlivese.

 

Impegni didattici e istituzionali

Dal 2011 al 2012 è stato Preside della Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” di Forlì – Università di Bologna.

Dal 2006 al 2010 è stato Presidente del Polo Scientifico-Didattico di Forlì.

È stato membro del Consiglio della Scuola di Scienze Politiche e del Consiglio di Dottorato in Sociologia.

Presso la Facoltà di Scienze Politiche "R. Ruffilli" di Forlì, è stato inoltre Presidente della laurea magistrale in Sociologia, politiche sociali e sanitarie; del Corso di laurea in Sociologia, in Sociologia per il Terziario Avanzato e in Sociologia e Scienze Criminologiche per la Sicurezza. 

Nell'a.a. 2016-2017 è titolare dei seguenti insegnamenti: Sociologia   nell'ambito del Corso di laurea in Sociologia presso la Scuola di Scienze Politiche “R. Ruffilli” e  Politica Sociale nell'ambito del corso di Laurea Magistrale in Sociologia e Servizio Sociale della Scuola di Scienze Politiche di Bologna. 

 

Attività di ricerca e collaborazioni scientifiche

Ha diretto e/o condotto una serie di ricerche empiriche di carattere locale, nazionale ed internazionale ed è stato autore di numerose pubblicazioni scientifiche. 

Ha svolto  analisi organizzative di servizi e di enti locali, sondaggi e ricerche quanti-qualitative per conto di vari soggetti tra cui Ministero della Sanità, Ministero dell'Interno, Ministero di Grazia e Giustizia, Repubblica di S. Marino, Regione Toscana, Regione Emilia-Romagna, Regione Sardegna, Confindustria Emilia-Romagna, Fondazione Giovanni Agnelli, Fondazione Ismu, Rbl Riello Bruciatori Legnago spa, Comune di Bologna, Comune di Forlì, Comune di Cesena, Comune di Rimini, Provincia di Forli-Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Associazione degli industriali della provincia di Bologna, Progetto Comunitario Socrates, Progetto Comunitario “Terzo sistema ed occupazione”, Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Team (Consorzio territorio ambiente), Lega delle cooperative, Iter-Lugo, Telecom Italia. Ha fatto anche parte della Commissione informatica del Ministero della Sanità in concomitanza con l'istituzione del SSN.

Attualmente è referente scientifico della ricerca Evoluzione dei sistemi di gestione organizzativa, ricambio generazionale, regolazione dei tempi di vita e di lavoro per lo sviluppo dei sistemi locali di produzione. Innovazioni responsabili del distretto calzaturiero romagnolo nel clust-ER della creatività, vincitrice del bando regionale dell’Emilia-Romagna “Alte competenze per la ricerca e il trasferimento tecnologico”.

È altresì membro dell’Unità locale dell’Università di Bologna nel progetto PRIN “CoPInG – Contrasting Poverty through Inclusive Governance. A Study on the Local Implementation of the National Minimum Income Scheme in Northern Italy” coordinato da Cristiano Gori.

Recentemente, ha diretto il progetto di ricerca “Condizioni socio-economiche, stili di vita e aspettative di benessere. Un’indagine nella provincia di Forlì-Cesena”, che ha visto la collaborazione tra la Provincia di Forlì-Cesena e l’Università di Bologna - Polo Scientifico-didattico di Forlì, nell’ambito dell’Osservatorio sul Welfare Locale provinciale e ha condotto una ricerca di livello regionale i cui risultati sono pubblicati nel volume del 2013(curato con Rettaroli R.) “Sviluppo sociale e benessere in Emilia-Romagna. Trasformazioni, sfide e opportunità, Franco Angeli, Milano.

Nel biennio 2014 ha diretto il progetto di ricerca “Condizioni socio-economiche, stili di vita e aspettative di benessere. Un'indagine nella provincia di Forlì-Cesena”, che ha visto la collaborazione tra la Provincia di Forlì-Cesena e l'Università di Bologna - Polo Scientifico-didattico di Forlì, nell'ambito dell'Osservatorio sul Welfare Locale provinciale, che ha riguardato nove comuni del territorio forlivese e cesenate, con un coinvolgimento di un campione complessivo di oltre 800 cittadini d'età compresa tra i 15 e i 74 anni.

Dal 2011 al 2014 ha partecipato come “Senior expert-social” al progetto di ricerca “Data collection and research services on fundamental rights issues - procurement procedure F/SE/10/03”, bandito dall'Agenzia dei diritti fondamentali dell'Unione europea (Vienna), che prevede la collaborazione tra un'equipe di ricercatori dell'Università di Bologna e il Cospe nella produzione di rapporti di ricerca su tematiche relative ai diritti umani. A questo proposito, è stato il responsabile del Rapporto per l'Italia del progetto di ricerca “Data Protection: Redres mechanism and their use. Social Fieldwork Research”, ed è attualmente corresponsabile, assieme ad un giurista, del Rapporto per l'Italia del progetto di ricerca “Mapping data sources on Roma in the Eu”.

È stato responsabile del progetto di ricerca “Giovani ed equità tra le generazioni: problemi e prospettive in Emilia-Romagna” (condotto in collaborazione con l'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna), ed è attualmente responsabile del progetto “Open city platform: ideazione, sperimentazione valutazione di un citizens' marketplace” e della ricerca “Analisi, valutazione ed integrazione delle pratiche di difesa e garanzia dei diritti” (finanziata dall'Assemblea Legislativa della regione Emilia - Romagna). 

 

Negli ultimi anni le tematiche più approfondite sono state:

- la problematica giovanile in rapporto ai percorsi formativi e all'inserimento lavorativo;

- l'occupazione femminile e le politiche di conciliazione fra tempi di vita e di lavoro;

- i processi migratori e la questione dell'integrazione sociale;

- la governance dello sviluppo locale, con particolare attenzione alla trasformazione dei distretti industriali;

- le politiche sociali di livello locale, approfondite soprattutto sul versante dei processi programmatori, dell'integrazione dei servizi e del rapporto pubblico-privato;

- l'introduzione delle nuove tecnologie informatiche e telematiche nei servizi e nelle organizzazioni socio-sanitarie.

È  stato il principale responsabile scientifico-organizzativo di diversi Convegni accademici, tra i quali si segnala il Convegno internazionale “I giovani, l'Europa, il Mediterraneo. Territori, identità, politiche”, (4émes Rencontres Jeunes & Sociétés en Europe et autour de la Méditerranée), che si è svolto a Forlì dal 26 al 28 marzo 2009 (www.giovaniesocieta.unibo.it).

Ha coordinato le sessioni “Il welfare locale tra decentramento, sussidiarieta' e governance” e “Welfare locale: territorializzazione dell'intervento e integrazione dei servizi” all'interno della prima conferenza annuale ESPAnet Italia 2008 tenutasi ad Ancona, dal 6 all'8 Novembre 2008.

Nel 2006-2007 ha organizzato e diretto il Corso di alta formazione “Flussi migratori, percorsi di inserimento e contesti locali” presso il Polo Scientifico-didattico di Forlì.

Ha svolto, realizzato e/o coordinato corsi, seminari e lezioni all'interno di una molteplicità di iniziative formative su richiesta di Enti locali, Unità sanitarie locali, Cooperative produttive, distributive e sociali, Aziende Produttive ed altri soggetti privati.

 

È Direttore del quadrimestrale Autonomie locali e servizi sociali, edito dalla Casa editrice il Mulino (http://www.mulino.it/edizioni/riviste/).

È membro del consiglio direttivo della rivista Sociologia del lavoro (ed. Franco Angeli, Milano).

È membro dello Scientific Committee della rivista Italian Sociological Review (ed. QuiEdit, Verona).

È membro del Comitato Scientifico della Collana “Teoria dei sistemi e complessità sociale” (ed. Aracne, Roma).

È membro del Comitato Scientifico della Collana Métissage (Ed. L'Harmattan Italia).

È membro del Comitato Scientifico della rivista Studi di Sociologia.

È membro del Comitato di Consulenza Scientifica della Collana Ismu- Iniziative e studi sulla multietnicità (ed. FrancoAngeli, Milano).

È membro del Comitato Scientifico della Collana Spe-Sociologia per la persona (ed. Franco Angeli, Milano)

Dal 2006 è membro del Consiglio Scientifico Rencontres Jeunes & Sociétés en Europe et autour de la Méditerranée (http://jeunes-et-societes.cereq.fr/).

È membro del Comitato Scientifico di IRESS soc. coop. (Istituto Regionale Emiliano-Romagnolo per i Servizi sociali e Sanitari, la ricerca applicata e la formazione), Bologna.

È membro del Comitato Scientifico del Punto Europa, Forlì (http://www.puntoeuropa.it/pe/index.php).

Dal 2002 fa parte del comitato dei referee dell'Università di Padova.

Nel 2008 e nel 2011 è stato nominato dal Comitato tecnico-scientifico per la ricerca e l'innovazione della Provincia autonoma di Trento valutatore di progetti di ricerca "post-doc 2007" e “post-doc 2011”.

 

È socio dell'Associazione Italiana di Sociologia (Sezione di voto Elo-Ais), di cui è stato anche membro del direttivo. Ha inoltre fatto parte del Comitato scientifico della Sezione Economia, lavoro, organizzazione dell'AIS.