Foto del docente

Paolo Trevisi

Professore associato

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari

Settore scientifico disciplinare: AGR/19 ZOOTECNICA SPECIALE

Contenuti utili

PSR 2014-2020 Regione Emilia Romagna - FOCUS AREA 2A - GRUPPI OPERATIVI del PEI - DOMANDA DI SOSTEGNO 5005479

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è lo strumento di governo dello sviluppo del sistema agroalimentare dell'Emilia-Romagna, approvato con decisione della Commissione Europea n. 3530 del 26 maggio 2015, presa d'atto con Delibera di Giunta Regionale nr 636 del 2015.
Con Deliberazione della Giunta Regionale 28 Dicembre 2015, N. 2268 la Regione Emilia Romagna - Direzione Generale Agricoltura - ha approvato, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale regionale per il periodo 2014-2020, gli avvisi pubblici di attuazione per l'anno 2015 del Tipo di operazione 16.1.01 "Gruppi operativi del PEI per la produttività e la sostenibilità dell'agricoltura", sottomisura 16.1 "Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura".
L'Operazione 16.1.01 incentiva il funzionamento e la gestione dei Gruppi Operativi (GO) del Partenariato Europeo per l'Innovazione (PEI) - artt. 55 e 56 del Reg. (UE) n. 1305/2013 - in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura nonché la realizzazione di Piani di Innovazione finalizzati ad individuare una soluzione concreta per le aziende agricole ed a risolvere un problema specifico o sfruttare una particolare opportunità.
I Gruppi Operativi sono intesi come partnership che coinvolge una molteplicità di attori (ricercatori e consulenti del settore agroalimentare, imprese del settore agricolo ed agroindustriale, associazioni di produttori agricoli, enti di ricerca) per la realizzazione del Piano di Innovazione.
Tra gli Avvisi approvati con la Deliberazione 2268/2015 della Regione Emilia Romagna figura la "Focus Area 2A" "Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l'ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l'orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività".
Nell'ambito di questa area l'Università di Bologna, nella persona del Prof. Paolo Trevisi ha ottenuto il finanziamento di un progetto (Piani di Innovazione), in qualità di responsabile scientifico.
Questi progetti, di durata massima triennale, sono finanziati dalla Regione Emilia Romagna attraverso lo strumento PSR 2014-2020 misura 16.1.01 - sostegno per la costituzione e la gestione dei Gruppi Operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura. Il contributo regionale copre, per Focus area di intervento, il 70% dell'importo complessivo del progetto.

Titolo del progetto:

Definizione di un manuale aziendale per implementare le buone pratiche di allevamento finalizzate a ridurre l’impiego di antibiotici e quindi l’insorgenza di nuova antibiotico-resistenza nell’allevamento del suino pesante - 2016/2019 - Link di progetto

L’impiego non appropriato del farmaco è un importante fattore di rischio per la salute del bestiame e
dell’uomo ed è una delle maggiori cause di riduzione del potenziale terapeutico degli antimicrobici
(antibiotico resistenza). Il piano si propone i seguenti obiettivi: i. Quantificare il consumo di antibiotici nelle diverse fasi produttive; ii. Ridurre l’impiego di antibiotico negli allevamenti partner del GOI; iii. Correlare l’impiego del farmaco con i parametri di benessere e biosicurezza; iv. Valutare l’effetto della riduzione del farmaco in termini di parametri produttivi; v. Definire un manuale operativo volto a ridurre l’uso di antibiotico in allevamento. I risultati principali del piano sono: i. Riduzione dell’impiego di antibiotico del 20% nelle aziende partner del GOI; ii. Migliore conoscenza, da parte degli allevatori, dei rischi correlati ad un uso non appropriato degli antibiotici e delle strategie per ridurne l’impiego; iii. Redazione del manuale operativo basato sull’esperienza di campo nelle aziende partener del GOI.
Principali benefici/opportunità: In Regione, per la prima volta, sarà sviluppato un Piano che consentirà di definire una lista di punti critici e priorità, per singola azienda, basate su azioni concrete ed immediatamente applicabili volte a ridurre l’impiego di antibiotici e quindi il rischio di insorgenza di nuova antibioticoresistenza. Inoltre si darà avvio ad un percorso di mappatura dell’impiego di antibiotico nell’allevamento suino. I dati prodotti, sono importanti per caratterizzare il percorso di certificazione di filiera, evidenziata come necessità sia dagli allevatori sia della filiera quale strumento per caratterizzare l’eccellenza della produzione di carne suina.
Inoltre, il Piano avrà un impatto significativo ed immediato (elevata trasferibilità in campo) sulle tecniche di allevamento, soprattutto per quelle aziende che usano il farmaco in modo non appropriato. il manuale
operativo sarà messo a disposizione dell’O.I.
Descrizione delle attività:
Oltre alle attività relative all’esercizio alla cooperazione, il piano è caratterizza da 4 Azioni specifiche di
seguito elencate:
AZIONE 1: Rilevamento dell’impiego di antibiotico in allevamento associato a parametri di benessere
animale e biosicurezza.
AZIONE 2: Analisi dei dati di correlazione tra farmaco impiegato, benessere animale e biosicurezza
AZIONE 3: Applicazione delle azioni correttive negli allevamenti partner del GOI.
AZIONE 4: Stesura del manuale operativo inerente le azioni necessarie a ridurre l’impiego di antibiotico
nell’allevamento suino.

Fonte finanziamento: PSR 2014-2020 REGIONE EMILIA-ROMAGNA Misura 16.1.01 - Gruppi operativi del partenariato europeo per la produttività e la sostenibilità dell'agricoltura
Importo complessivo del progetto: € 334.191,66, contributo regionale ammesso € 234.251,10
Quota finanziata ad UNIBO: € 69,469.63
Durata prevista: 36 mesi (da luglio 2016 a luglio 2019)
Focus area: 2A Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l'ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l'orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività

Capofila: Agrifarm società consortile responsabilità limitata

Gruppo Operativo: composto da:

  • Agrifarm società consortile responsabilità limitata
  • Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna (IZSLER)
  • Università di Bologna;
  • Società Agricola Gobbi Ennio Allevamenti S.S.
  • Tosi Gianni
  • Campo Bo S.S. Agricola
  • Cavazzuti S.S. Società Agricola
  • Società Agricola il Girasole di Bertacchini e Rigon S.S.
  • Centro Selezione Suini S.R.L. Società Agricola
  • Società Agricola Suingras di Fontanesi Lorenzo e C. S.S.
  • Azienda Agricola Ferrari Alberto
  • Dinamica S.C.A.R.L.
  • Organizzazione Interprofessionale Gran Suino Italiano

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.