Foto del docente

Maria Pia Casalena

Ricercatrice a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Storia Culture Civiltà

Settore scientifico disciplinare: M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.03.2018.pdf 281KB )

Maria Pia Casalena si è laureata in Storia contemporanea all'Università  di Bologna, dove ha successivamente conseguito il dottorato di ricerca in Storia d'Europa (in cotutela con l'Université de Paris I-Panthéon Sorbonne). Borsista post-dottorato e assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Discipline storiche dell'Università  di Bologna, ha tenuto per un biennio l'insegnamento di Storia delle donne e di genere. Si occupa di storia sociale e culturale del secolo XIX, in particolare di storia del Risorgimento italiano e di storia delle donne. Ha pubblicato i seguenti volumi: Scritti storici di donne italiane. Bibliografia 1800-1945 (Firenze 2003); Per lo Stato per la Nazione. I congressi degli scienziati in Francia e in Italia (1830-1914) (Roma 2007); (con Francesca Sofia) Cher Sis. Scritture femminili nella corrispondenza di Sismondi (Firenze 2008); Biografie. La scrittura delle vite in Italia tra politica società  e cultura (1796-1915) (Milano 2012); Le italiane e la storia: un percorso di genere nella cultura contemporanea (Milano 2016); Libertà progresso e decadenza. La storiografia di Sismondi (Bologna 2016); Eroi in bilico: il Risorgimento nei dizionari biografici del Novecento (Roma 2018).

Nel 2005 ha vinto il premio "Gisa Giani" per opere sulla storia del lavoro femminile con il volume "Scritti storici di donne italiane. Bibliografia 1800-1945".

Nel dicembre 2013 ha conseguito l'abilitazione nazionale alle funzioni di professore di seconda fascia per il settore 11/A3: Storia contemporanea

E' stata Visiting Scholar e perfezionanda presso l'Ecole Normale Supérieure di Parigi e Visiting Professor presso l'Université de Paris VII-Denis Diderot.

Fa parte della commissione AQ per i CdS in Storia e in Scienze storiche e orientalistiche, per i quali è anche referente dell'Area Contemporaneo.