Foto del docente

Giovanna Cosenza

Professoressa ordinaria

Dipartimento di Filosofia e Comunicazione

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/05 FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI

Temi di ricerca

Parole chiave: Semiotica generale Semiotica dei media digitali Comunicazione politica Semiotica della comunicazione politica Scrittura professionale Filosofia del linguaggio Semiotica dei consumi Semiotica della pubblicità

(1) Semiotica dei nuovi media. Faccio ricerca in questo campo dalla metà degli anni '90, con particolare riguardo a questi temi: usabilità web, Human Computer Interaction (HCI), Computer Mediated Communication (CMC), interattività, social networking, viralità online. Dal 2006-2007 ho approfondito i fenomeni di aggregazione sociale della blogosfera e del Web 2.0, concentrandomi sulle pratiche di social networking: dagli ambienti di interazione ludica con interfaccia 3D ai più recenti fenomeni di aggregazione sociale relativi ai social media (YouTube, Facebook, Twitter, Instagram, e così via).


(2) Semiotica della comunicazione politica. Mi occupo di comunicazione politica dal 2005, con particolare riguardo a quella italiana e statunitense. I concetti e le metodologie che applico a (e metto alla prova in) questo ambito provengono innanzi tutto dalla semiotica e dalla filosofia del linguaggio, ma anche dagli studi sociologici e politologici contemporanei. Nel 2012-2013 ho applicato la metodologia semiotica e filosofico-analitica alle campagne per le elezioni politiche nazionali del febbraio 2013.

(3) Semiotica dei consumi. Dopo aver fatto il punto sugli studi semiotici in questo settore (che negli ultimi diecii anni si sono concentrati sui luoghi e le pratiche di consumo), ho approfondito in modo critico-analitico la rappresentazione (visiva, audiovisiva, multimediale) del corpo umano magro e giovane, una costante fondamentale attorno a cui – sempre più negli ultimi vent'anni – le multinazionali orientano gli stili di vita e le pratiche di acquisto dei consumatori e delle consumatrici. Ho cercato di ricostruire questa mitologia contemporanea (nel senso barthesiano), analizzando campagne pubblicitarie, politiche e sociali, trasmissioni televisive, videoclip, indagandone le implicazioni sociali, approfondendo le pratiche sociali di consumo del cibo e allenamento e cura del corpo che oggi sono sempre più rilevanti e diffuse: dalle diete ai comportamenti anoressico-bulimici, dai rituali di frequentazione delle palestre a quelli relativi agli sport estremi, dal consumo precoce di prodotti contro l'invecchiamento alla chirurgia estetica di massa. La metodologia e la prospettiva teorica con cui lavoro in questo ambito sono sempre interdisciplinari: l'apporto della semiotica è integrato, laddove possibile o necessario, con quello della sociologia dei consumi e della storia della cultura.

 

(4) Semiotica del disegno industriale. La semiotica offre numerosi strumenti per comprendere come gli oggetti di consumo quotidiano, le interfacce di prodotti informatici, gli spazi architettonici sono progettati e usati, quali significati hanno in un certo contesto culturale, quali prendono o perdono in altri contesti, quali pratiche sociali permettono, quali scoraggiano e così via. La ricerca in questo ambito porta risultati rilevanti anche alla riflessione semiotica generale e alla metodologia per l'analisi semiotica dei testi. Mi sono occupata di semiotica del disegno industriale negli anni 2006-2010.