Foto del docente

Giorgia Predari

Professoressa associata

Dipartimento di Architettura

Settore scientifico disciplinare: ICAR/10 ARCHITETTURA TECNICA

Temi di ricerca

Parole chiave: Costruzione moderna; storia della costruzione; vulnerabilità sismica; miglioramento prestazionale; patrimonio edilizio recente

Attività di ricerca nell’ambito del settore dell’Architettura Tecnica (SSD/ICAR10) con particolare riferimento alle seguenti tematiche:

LA COSTRUZIONE MODERNA:

  • Conoscenza della dinamica evolutiva della pratica del costruire

Oltre allo studio dell’evoluzione e della diffusione delle tecniche costruttive moderne, si affronta l’analisi di edifici esemplari per epoca di costruzione e progettista, con la finalità di cogliere il legame tra i caratteri della costruzione moderna italiana, le possibilità tecnologiche locali ed il linguaggio architettonico.

  • Verifica ed adeguamento prestazionale del patrimonio costruito

Diretta conseguenza della prassi conoscitiva descritta, è l’interesse per le pratiche di conservazione dell’architettura moderna italiana, nell’ottica di tutelare e valorizzare il patrimonio costruito nazionale; l’attività viene quindi indirizzata verso la ricerca di strumenti e metodi operativi atti alla formulazione di una valutazione dello status attuale dell'edificio e degli interventi possibili per conseguire un adeguamento prestazionale nel rispetto dei caratteri originari.

 

LA COSTRUZIONE MURARIA STORICA:

  • Storia delle tecniche costruttive storiche in muratura portante

Oltre allo studio dell’evoluzione e della diffusione delle tecniche costruttive tradizionali, si affronta l’analisi dei caratteri tecnologici della costruzione unitamente ad indagini mirate ad identificare l’evoluzione dei modi del costruire nel rapporto istituito con la cultura materiale del periodo.

  • Lettura dell’edilizia storica isolata ed in aggregato volta alla comprensione del comportamento strutturale in ambito sismico

Tale filone di studi mira all’individuazione dei processi formativi e trasformativi dell’edilizia storica, nonché della conseguente predisposizione al danneggiamento sotto l’effetto del sisma. Finalità ultima è la messa a punto di un protocollo di valutazione speditiva della vulnerabilità sismica che consenta la pianificazione delle operazioni di riduzione del rischio ed il monitoraggio delle condizioni di sicurezza  

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.