Foto del docente

Francesco Maria Barbini

Ricercatore confermato

Dipartimento di Scienze Aziendali

Settore scientifico disciplinare: SECS-P/10 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

Temi di ricerca

L'attività di ricerca procede su quattro linee principali: il cambiamento organizzativo e i rapporti tra scelte organizzative e benessere, il coordinamento dei soccorsi successivi a disastri naturali, la cooperazione fra imprese e i sistemi informativi aziendali, l'organizzazione nelle imprese turistiche e nel settore dei beni culturali. Comune alle quattro linee è l'orientamento teorico di fondo, basato sulla Teoria dell'Agire Organizzativo. 

Cambiamento organizzativo. La ricerca sul tema del cambiamento organizzativo ha per oggetto l'analisi e la comprensione dei principali cambiamenti in atto nelle imprese. A fianco di un'attività di raccolta e descrizione di casi di cambiamento in importanti realtà imprenditoriali nazionali, è svolta un'attività di interpretazione teorica dei fenomeni, utilizzando i più importanti contributi della Teoria dell'Organizzazione. Tali attività di ricerca sono svolte nell'ambito del Programma di Ricerca sul cambiamento organizzativo “L'Officina di Organizzazione”, coordinato dal Prof. B. Maggi presso l'Università di Bologna. L'output di tali ricerche consiste in articoli scientifici e contributi su volumi. Inoltre, i casi analizzati diventano utili supporti all'attività didattica. La attività di ricerca su questo tema ha avuto inizio nel 2003 e continua tuttora.
Organizzazione nel turismo e nei beni culturali L'attività di ricerca, avviata nel 2008, si focalizza sullo studio delle dinamiche organizzative in atto nel settore dell'ospitalità e dei beni culturali. La ricerca indaga tematiche relative all'organizzazione, al cambiamento organizzativo e alla gestione delle risorse umane sia nelle imprese turistiche sia nelle imprese operanti nel settore dei beni culturali e dell'arte. Diverse attività di ricerca, nell'ambito di progetti nazionali e internazionali sono in atto e in fase di avvio su tali tematiche. Il metodo di ricerca è prettamente qualitativo e implica lo studio di casi di terreno e lo sviluppo di framework interpretativi.
Organizzazione nei disastri. Il tema di ricerca relativo alla cooperazione e al coordinamento dei soccorsi in seguito a eventi disastrosi è stato avviato nel 2006. L'attività di ricerca ha avuto inizio con una riflessione sull'organizzazione sintetica che si è avuta nei soccorsi in seguito allo Tsunami nel Sud-Est Asiatico. Da tali riflessioni è scaturito un framework di ricerca che prevede la pubblicazione di diversi articoli scientifici su temi specifici dell'Organizzazione nei Disastri e, infine, la pubblicazione di un volume monografico. Per approfondire le tematiche in oggetto sono previsti periodi di ricerca presso istituzioni direttamente coinvolte nei casi studiati o in attività di prevenzione dei disastri e di pianificazione e coordinamento dei soccorsi. 
Reti temporanee e dinamiche di imprese (imprese virtuali) e Sistemi informativi aziendali L'attività di ricerca connessa con i sistemi informativi aziendali ha avuto inizio nel 1999 e prosegue tuttora. Le attività sono svolte in collaborazione Centro di Ricerca sui Sistemi Informativi della Luiss Guido Carli. Tali attività sono dirette alla comprensione delle dinamiche di applicazione nell'organizzazione di sistemi informativi avanzati. Oltre all'investigazione di come l'introduzione di un sistema informatico possa modificare la tecnologia dell'organizzazione, l'attività di ricerca si focalizza sulle strategie di gestione dell'informazione nell'impresa. L'attività di ricerca sul tema della cooperazione dinamica e temporanea fra imprese è stata avviata nel 2000 investigando le problematiche connesse con lo sviluppo di sistemi informativi capaci di supportare cooperazioni dinamiche fra piccole e medie imprese; la ricerca si è poi sviluppata andando ad affrontare tematiche più ampie, anche connesse con i temi della cooperazione organizzativa e della evoluzione delle forme tipiche di collaborazione tra imprese.
ATTIVITÀ SCIENTIFICHE
ATTIVITÀ SCIENTIFICHE INTERNAZIONALI  Dal 2013 al 2014 ha collaborato, nell'ambito dell'unità di ricerca della Scuola Superiore di Scienze Turistiche del Campus di Rimini, con la Provincia di Rimini al progetto SEE Danube Limes Brand (Extension of the Danube Limes - UNESCO World Heritage in the Lower Danube). L'attività ha riguardato la definizione delle politiche di organizzazione e comunicazione delle attività e la definizione di un Action Plan di dettaglio. Dal 2013 al 2014 ha partecipato al Gruppo Tematico “Innovazione, Competenze Professionali e Turismo” del Forum locale della Provincia di Rimini nell'ambito del Progetto SEE – InTourAct. Dal 2012 al 2013 ha collaborato, nell'ambito dell'unità di ricerca della Scuola Superiore di Scienze Turistiche del Polo Scientifico-Didattico di Rimini, col Comune di Forlì (coordinatore internazionale del progetto) al progetto ATRIUM (Architecture of Totalitarian Regimes in Urban Managements – cofinanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del Transnational Cooperation Programme “South East Europe”) al fine di identificare metodi efficienti per la governance di un network di istituzioni nell'ambito di un itinerario turistico transnazionale Nel 2012 ha tenuto il corso di “Teaching methods” (15 ore di lezione) presso il dottorato “Regional Joint Doctoral Programme in Entrepreneurship and SME Management for Western Balkan Countries” svolto a Prilep (Macedonia) nell'ambito del progetto Tempus DOCSMES. Nel 2012 ha partecipato alle attività scientifico-didattiche svolte a Valencia nell'ambito del progetto Erasmus Llp Intensive Programme «Valortur»: Valorizzazione Turistica Delle Risorse Ambientali e Culturali. Dal 2011 è coordinatore dell'unità dell'Università di Bologna (Polo Scientifico-Didattico di Rimini) nel Progetto triennale (ottobre 2011-ottobre 2014) “CHTMBAL - Network for Post Graduate Masters in Cultural Heritage and Tourism Management in Balkan Countries” 517471-TEMPUS-1-2011-1-IT-TEMPUS-JPCR (2011-2717/01-001), cofinanziato dalla Commissione dell'Unione Europea nell'ambito del Programma Tempus IV. Il progetto è teso a favorire lo sviluppo e la omogeneizzazione di master (curandone offerta formativa, syllabi e curricula) nei Balcani Occidentali per la formazione di professionalità manageriali nel settore turistico-culturale spendibili sul mercato internazionale. Partecipano al progetto università e centri di ricerca italiani, spagnoli, polacchi, albanesi e kosovari. Nell'aprile del 2007 ha svolto un periodo di ricerca presso il Centre d'Etude et de Recherche Travail, Organisation, Pouvoir dell'Università di Tolosa “le Mirail”. Tale attività di ricerca è stata diretta allo studio dei processi organizzativi che guidano l'azione di soccorso in seguito a eventi disastrosi. In particolare, la permanenza a Tolosa ha permesso l'analisi approfondita, anche attraverso interviste dirette, del caso del disastro della fabbrica chimica AZF, avvenuto a Tolosa nel settembre 2001. Nel giugno del 2006 ha organizzato e coordinato (in collaborazione con ricercatori svedesi) lo Scandinavian-Italian Workshop on Information Systems SIWIS'06, side event della European Conference on Information Systems, presso la IT-University di Göteborg.  Partecipazione, dal 2002 al 2004, al progetto di ricerca FAIRSNET (On-Line Solutions for Trade Fairs IST-34290). Progetto di ricerca (di tipo take-up action) cofinanziato dalla Commissione Europea e finalizzato al raffinamento e testing su larga scala dei risultati del precedente progetto FAIRWIS (sistemi informativi basati su Internet a supporto di fiere reali e virtuali). Nel progetto FAIRSNET ha svolto attività di ricerca basata sulla analisi dei processi di business dei soggetti organizzatori di fiere, sulla modellazione di tali processi e sull'analisi di possibili BPR e cambiamenti organizzativi che potrebbero favorire la competitività degli enti fieristici. L'attività di ricerca è stata svolta in stretta collaborazione con il  Fraunhofer Gesellschaft – Integrated Publication and Information Systems Institute di Darmstadt, con l'Ente Fiera di Galizia, e con Inmark, la società spagnola coordinatrice; ciò ha richiesto la partecipazione a numerose riunioni operative in Spagna, Germania, e Italia. Nell'ottobre del 2001 ha svolto un periodo di ricerca presso il Fraunhofer Gesellschaft – Integrated Publication and Information Systems Institute di Darmstadt, Germania. Tale attività di ricerca è stata focalizzata alla investigazione delle possibili applicazioni organizzative di strumenti informatici innovativi connessi con il web semantico e ha avuto in output due proposte di ricerca da presentare all'approvazione della Commissione Europea (in particolare, da una di queste derivò il progetto FAIRSENT). Dal 2000 al 2001 ha partecipato al progetto di ricerca FAIRWIS (Trade Fair Web-based Information Services IST-12641), cofinanziato dalla Commissione Europea, sui servizi web per fiere reali e virtuali. Progetto a coordinamento spagnolo e con partner tedeschi, inglesi ed italiani. Nell'ambito di tale progetto, ha approfondito lo studio delle caratteristiche organizzative e delle tecnologie in grado di rendere le fiere virtuali dei punti di incontro e di scambio di conoscenza fra piccole e medie imprese. Inoltre, ha identificato scenari evolutivi nei quali la fiera potrebbe configurarsi come un ambiente ideale per la nascita e lo sviluppo di imprese virtuali. Ha infine effettuato attività di ricerca sui servizi on-line a valore aggiunto che il sistema avrebbe dovuto garantire ai partecipanti. Tale attività è stata svolta in stretta cooperazione con le unità di ricerca internazionali partecipanti al progetto, e ha visto la partecipazione a diverse riunioni ufficiali in veste di delegato della unità di ricerca Luiss. Nel novembre 2001, a Santiago de Compostela, ha inoltre partecipato in veste di rappresentante ufficiale della unità di ricerca della Luiss Guido Carli alla final review del progetto, ossia alla valutazione, alla presenza dei project officer della Commissione Europea, dei risultati della ricerca. Nel 2000 ha partecipato, nell'ambito del CeRSI Luiss Guido Carli, alla stesura del Report Italiano sulla Diffusione del Commercio Elettronico, contributo italiano alla ricerca commissionata dal Governo Inglese circa lo stato dell'Internet Commerce nei paesi più industrializzati. L'attività è consistita nella raccolta e analisi di dati riguardanti lo stato attuale e potenziale di sviluppo del commercio elettronico via Internet in Italia. Tale contributo ha avuto completamento con la pubblicazione di un report globale a cura del Gabinetto del Primo Ministro Inglese. Partecipazione dal 1999 al 2000 al progetto di ricerca MEDIMEDIA (Medical Images Integration for Multimedia European Databases Interconnection and Common Access HC-4013). Progetto a coordinamento francese, finanziato dalla Commissione Europea (DGXIII/C) nell'ambito del settore HealthCare del programma di ricerca Applicazioni Telematiche. In tale progetto ha effettuato attività di ricerca finalizzate alla individuazione dei requisiti-utente ed alla formulazione delle specifiche d'uso del sistema informativo. Ha inoltre curato l'analisi dei costi e benefici ai quali sarebbero stati esposti i centri medici in seguito dall'adozione del sistema di e-publishing, e-commerce e telemedicina di MediMedia. L'attività di ricerca è stata inoltre diretta all'analisi delle problematiche relative all'integrazione di basi di dati in ambienti distribuiti e all'investigazione delle possibili conseguenze organizzative derivanti dall'applicazione del sistema MediMedia nelle imprese ospedaliere, ipotizzando nuove configurazioni inter-aziendali. L'attività di ricerca è stata coordinata dal Prof. D'Atri presso il CeRSI della Luiss Guido Carli. Nell'ambito del progetto, ha partecipato a diverse riunioni ufficiali e meeting operativi come delegato delle unità di ricerca italiane. Infine, nel 2001, ha preso parte al Workshop finale del progetto. 
ATTIVITÀ SCIENTIFICHE NAZIONALI  Dal 2013 partecipa al Progetto “L'imprenditoria Turistica: modelli organizzativi e start up aziendali”  nell'ambito del Tavolo del Turismo coordinato da Uni.Rimini. L'obiettivo della ricerca è l'analisi delle imprese del settore dell'ospitalità nel Riminese. Al progetto partecipano anche docenti di Management, Storia economica e Macroeconomia. Partecipano inoltre l'Associazione Albergatori di Rimini, la Camera di Commercio di Rimini, la Fiera di Rimini, il Piano Strategico di Rimini. Nel 2011 ha partecipato al progetto MiBAC "Ricognizione, analisi e valutazione dei modelli di valorizzazione territoriale in Italia e all'estero, individuazione e raccolta di best practices", svolto in collaborazione con la Società Geografica Italiana. Ricerca orientata alla analisi delle reti formali e informali attivate o partecipate da musei. Focus su cooperazioni e reti non formali per comprendere l'impatto e la rilevanza sociale delle istituzioni museali. Comprensione delle diverse strategie di cooperazione tra musei. L'attività di ricerca ha richieto l'analisi di specifici musei e interviste dirette agli operatori coinvolti. Dal 2010 al 2011 ha partecipato alla ricerca su cooperazione e no-profit “Il lavoro come servizio: processi organizzativi, percorsi di sviluppo e strumenti di controllo di gestione”, in collaborazione con il Consorzio Mosaico di Rimini. La ricerca ha permesso l'analisi delle scelte organizzative e delle politiche di gestione delle risorse umane nelle imprese no-profit che compongono il Consorzio. Dal 2007 al 2008, ha collaborato al Progetto STARTUP - Nascita e sviluppo di imprese ad alta tecnologia in Europa, progetto strategico finanziato dall'Ateneo di Bologna e diretto ad analizzare le determinanti micro-economiche e istituzionali che sono alla base della nascita e della crescita di imprese ad “alta tecnologia” (Science and Technology-Based Firms, STBF). Nell'ambito del progetto ha effettuato una revisione delle politiche comunitarie di supporto alla nascita e allo sviluppo di piccole e medie imprese. Ha inoltre investigato le possibili strategie di internazionalizzazione per le PMI. Dal 2004 al 2008, collaborazione esterna al progetto di ricerca finanziato dal MIUR "Soluzioni informatiche per Filiere, Distretti ed Associazioni di PMI” presso il Centro di Ricerca sui Sistemi Informativi della Luiss Guido Carli e finalizzato a realizzare un'innovativa piattaforma informatica di supporto, presso le PMI dei distretti e delle filiere industriali, a un nuovo modello di business collaborativo basato sulla sincronizzazione dei processi e sull'interoperabilità delle soluzioni informatiche. L'attività di ricerca, svolta in collaborazione col Prof. A. D'Atri, ha avuto per oggetto una riflessione sulla nascita e lo sviluppo di “reti emergenti” (non progettate) di imprese, e sulla possibilità di supporto da parte di sistemi informatici evoluti.  Partecipazione, dal 2001 al 2003, al progetto Cofin “Organizzazione e Gestione dei Sistemi Informativi in Imprese Virtuali Operanti nell'Ambito di Mercati Digitali”, cofinanziato dal MIUR. Sede coordinatrice era il CeRSI-Luiss (Prof. Alessandro D'Atri), sedi consorziate erano l'Università Cattolica di Milano  e l'Università dell'Aquila. L'attività di ricerca si è focalizzata sul ruolo abilitante dei sistemi informativi e delle tecnologie informatiche nella creazione e nello sviluppo di cooperazione dinamiche di imprese. In tale progetto, ha anche avuto la responsabilità di curare il coordinamento operativo fra le varie unità di ricerca. Nel 1999 ha partecipato alla ricerca MedMark su “Presente e Futuro dei Sistemi Multimediali per la Gestione dei Dati Clinici” commissionata da Itaca s.p.a. al Centro di Ricerca sui Sistemi Informativi della Luiss Guido Carli. In tale ambito, ha analizzato il mercato potenziale per un sistema di gestione di cartelle cliniche multimediali. L'attività di ricerca è stata finalizzata  alla valutazione (in un'ottica sia strategica che di costo-beneficio) delle possibilità di collocazione sul mercato di un prototipo di sistema informativo sanitario sviluppato da Itaca s.p.a. nell'ambito di un precedente progetto finanziato dalla Commissione Europea (MedFrame).  ATTIVITÀ SCIENTIFICHE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI DI RICERCA  Programma di Ricerca “L'Officina di Organizzazione”. Dal 2003 partecipazione alle attività del Programma di Ricerca sul cambiamento organizzativo “L'Officina di Organizzazione”, basato sulla Teoria dell'Agire Organizzativo (TAO), e coordinato dal Prof. B. Maggi presso il Dipartimento di Scienze Aziendali dell'Università di Bologna. Le attività di ricerca consistono in dibattiti e indagini. “L'Officina di Organizzazione” indica al tempo stesso un workshop di operatori aziendali e ricercatori universitari e un lavoro di riflessione e di ricerca. La partecipazione al Programma di Ricerca consiste nell'organizzazione dei dibattiti e nella redazione di casi reali (attraverso l'interazione con manager artefici delle scelte organizzative) e riflessioni sul cambiamento organizzativo, il principale output è costituito da articoli scientifici. Programma Interdisciplinare di Ricerca sui rapporti tra lavoro organizzato e salute, “Organization and Well-being” Dal 2004 partecipazione al Programma Interdisciplinare di Ricerca sui rapporti tra lavoro organizzato e salute, “Organization and Well-being”, basato sulla Teoria dell'Agire Organizzativo (TAO) e coordinato dal Prof. B. Maggi presso il Dipartimento di Scienze Aziendali dell'Università di Bologna. Il Programma di Ricerca è diretto a identificare i nessi tra le scelte dei processi organizzativi di lavoro e la salute delle persone coinvolte, intesa come processo perfettibile di benessere fisico, mentale e sociale. Il Programma di Ricerca promuove attività di analisi di situazioni di lavoro, di progettazione ergonomica, e di formazione. I risultati di ricerca sono pubblicati, e discussi con cadenza semestrale in seminari. L'attività di ricerca in tale ambito è consiste in partecipazione a seminari e tavole rotonde.
ALTRE ATTIVITÀ SCIENTIFICHE Nel 2003 ha redatto lo statuto della costituenda Italian Association for Information Systems (ItAIS). Dal 2003 al 2007 è stato membro del Comitato Esecutivo della Italian Association for Information Systems. Nel 2004 ha collaborato alla stesura del testo Imprese in cambiamento, a cura di B. Maggi e G. Masino, edito da BUP. Tale testo raccoglie i casi di cambiamento sviluppati nell'ambito delle attività del Programma di Ricerca L'Officina di Organizzazione. Dal 2008 è membro dello European Group for Organization Studies. Dal 2008 è membro del Comitato di Redazione della Rivista AlmaTourism, Journal of Tourism, Culture and Territorial Development, ISSN 2036-5195. Dal 2010 è Managing Editor della Collana Editoriale TAO Digital Library, iniziativa editoriale tesa alla diffusione dei risultati dei Programmi di Ricerca sull'Agire Organizzativo (L'Officina di Organizzazione e Organization and Well-being).