Foto del docente

Francesca Biancani

Senior assistant professor (fixed-term)

Department of Political and Social Sciences

Academic discipline: SPS/14 Asian History and Institutions

Useful contents

ALCUNI SUGGERIMENTI SU COME SCRIVERE LA VOSTRA TESINA TRIENNALE

Che cos’è una tesina di laurea triennale
Al termine del vostro percorso di studi dovrete scrivere un elaborato che non ha una lunghezza (numero di pagine o di caratteri) stabilita dal regolamento del vostro corso di laurea, ma che generalmente ha tra le 50 e le 60 pagine.

Qual è lo scopo di questo elaborato?
La tesina di laurea triennale ha lo scopo di dimostrare che, nel corso dei 3 anni di studio precedenti, avete elaborato delle buone capacità di comprensione, sintesi ed analisi. Siete perciò in grado di argomentare un tema, sul quale avrete raccolto informazioni attraverso la lettura di varie fonti, definendo chiaramente
a- Di cosa parlate
b- Che cosa ne hanno detto gli altri
c- Quali sono i punti fondamentali del dibattito sul tema
d- Aggiungere una qualche considerazione di natura personale su questo dibattito (ad esempio, in che cosa è carente, quale altro aspetto si potrebbe sviluppare, ecc..)

Non vi viene chiesto di condurre una ricerca ORIGINALE, nel senso che non è mai stata fatta prima, a questo punto, ma di descrivere e argomentare una questione, un problema, presentare e commentare le diverse interpretazioni storiografiche di un fatto.

Fate vedere che siete capaci di maneggiare la materia che vi interessa, anche attraverso l’uso di un linguaggio disciplinare preciso!!!

Devo valere ovviamente tutte le regole dello scrivere in buon italiano: la sintassi, la grammatica, la punteggiatura, non vanno usate a caso!!

Allo stesso modo, a questo punto, vi si richiede anche di sapere redigere un testo graficamente ordinato e che rispetti alcune convenzioni della scrittura accademica, quella usata in tutti i libri che leggete: come si fanno le note a piè di pagina, come si cita una fonte (un libro, un articolo, ecc..) sia nelle note che in bibliografia, come fare una lista bibliografica finale.

Ci sono tanti stili di scrittura accademica. Basta che ne scegliate uno e lo usiate in maniera sistematica, coerente in tutto l’elaborato. Ma non si nasce imparati: quindi procuratevi un buon manuale di stile (sul mio sito docente ne indico uno di Zanichelli conciso ed economico) e seguite quello che c’è scritto lì!

Inoltre, MOLTO IMPORTANTE DAL PUNTO DI VISTA ORGANIZZATIVO:
A- INFORMATEVI BENE SULLE SCADENZE E TENETENE CONTO!!!!
B- ORGANIZZATEVI UN PIANO DI LAVORO REALISTICO E RISPETTATELO!! Inoltre RISPETTATE ME: NON VA BENE SPEDIRMI LA TESINA COMPLETA UN GIORNO PRIMA DELLA CONSEGNA IN SEGRETERIA! [ Anche perché non ho solo la vostra da leggere e correggere e dunque mi serve che mi inviiate i vostri materiali scadenzati nel tempo]
C- NON ASPETTATE L’ULTIMO GIORNO DELLA CONSEGNA PER LA FIRMA DEL FRONTESPIZIO ( SE NON SONO IN DIPARTIMENTO COME FATE?)
D- RICORDATE SEMPRE CHE IL TITOLO CHE INDICATE NEL MODELLO ELETTRONICO CHE INVIERETE IN SEGRETERIA E CHE IO CONTROFIRMERÒ È DEFINITIVO!!!!

Alla fine: AVETE ALTRI DUBBI O CURIOSITÁ??? CHIEDETE!!!!