Foto del docente

Eleonora Iacono

Professoressa associata

Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie

Settore scientifico disciplinare: VET/10 CLINICA OSTETRICA E GINECOLOGIA VETERINARIA

Temi di ricerca

Parole chiave: produzione di embrioni in vitro specie felina specie canina specie bovina crioconservazione cellule staminali mesenchimali specie equina fertilità

  1. Produzione di embrioni in vitro e in vivo negli animali domestici
  2. Crioconservazione di embrioni prodotti in vivo e in vitro e di oociti negli animali domestici.
  3. Studio anatomo-funzionale di cellule staminali da midollo osseo, tessuto adiposo, sangue cordonale, invogli e liquidi fetali negli animali domestici, con particolare interesse verso la produzione di microvescicole e l'immunofenotipo.
  4. Studio della composizione della gelatina di Wharton negli animali domestici
  5. Studio dei parametri ematobiochimici in correlazione alla fertilità nella specie bovina
  6. Eco Doppler dell'apparato genitale femminile nella specie bovina ed equina.

 

 



In medicina veterinaria, così come in quella umana, le cellule staminali rivestono particolare interesse data la loro capacità di differenziare e il loro potenziale utilizzo nella terapia rigenerativa. Cellule staminali mesecnhimali verranno isolate a partire da tessuto adiposo di cavallo e cane, sangue e matrice cordonale, liquidi ed invogli fetali di bovino, cavallo, cane e gatto. Tutte le cellule isolate verranno sottoposte a coltura ed espansione in vitro, differenziazione in vitro in senso osteogenico, condrogenico e adipogenico, e verranno sottoposte a caratterizzazione molecolare al fine di verificarne l'effettiva staminalità. Tutte le cellule staminali isolate fino al terzo passaggio in coltura verranno sottoposte a protocolli di crioconservazione. Per quanto riguarda cavallo e cane verranno effettuati impieghi clinici delle cellule isolate: nel cavallo, cellule staminali isolate sarnno impiegate nella terapia di lesioni tendinee e di piaghe cutanee in puledri setticemici; nel cane, le cellule staminali isolate saranno impiegate per la cura di piaghe cutanee dovute alla mancata cicatrizzazione post-mastectomia.