Foto del docente

Diego Marazza

Professore a contratto

Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali

Contenuti utili

Come chiedermi una tesi di laurea

Se sei qui, ti ringrazio già per l'interesse o la curiosità. Non so più chi ha detto che la curiosità è il motore della scoperta scientifica, quindi bene. 

Non ci conosciamo. Per parte mia, forse ci siamo conosciuti a lezione, forse hai scorso l'elenco docenti o forse qualcuno (inaspettatamente) ti ha parlato di quello che faccio. 

Con molta fatica, cerco di tenere aggiornate queste pagine: il profilo che ho descritto nella home dovrebbe descrivermi sinteticamente, ho aggiornato le collaborazioni e i temi di ricerca; negli avvisi cerco di segnalare i progetti o le iniziative nelle quali mi sento più coinvolto. È bene che tu li legga perché dovrebbero dare un quadro delle traiettorie nelle quali mi muovo e dei temi di ricerca che mi appassionano: puoi valutare se coincidono in qualche modo con i tuoi interessi e le tue attitudini e basare su queste descrizioni e proposte per il tuo progetto di tesi?

Parlo di progetto di tesi perché la tesi è proiettare, su un piano immaginario, attitudini, inventiva, aspirazioni professionali e capacità acquisite in modo originale anche se l'espressione di questo è in una forma scientifica. La tesi con me non è un obbligo e non va vissuta come tale.
Perciò, mi fa piacere se sarai tu sei tu a farti proponente di idee, proposte e stili di lavoro che ti stanno addosso bene e ti danno soddisfazione. Se sei tu a proporre e costruire l'idea io penso che la proposta potrà alimentare questa ultima fase del tuo percorso di studio. Hai voglia di segnalarmi le tue proposte? Hai qualche idea che vuoi approfondire? Hai pensato a qualche contributo originale rispetto alle linee di ricerca o attività di cui mi occupo? Ci sono dei temi che ti appassionano più di altri? Ci sono dei metodi di lavoro che in passato ti hanno dato più soddisfazione (es. modellazione, rappresentazione spaziale, attività sperimentale di laboratorio o sul campo, studio e assimilazione di articoli scientifici, ecc.)?

Mi fa anche piacere se ti presenti attraverso un lavoro che hai già svolto ad esempio la tesi di laurea (quella triennale), un lavoro professionale che hai svolto, una lettera di presentazione scritta da terzi, il tuo CV o una tua presentazione ad hoc. Questo mi permetterà di capirti meglio e valutare il percorso migliore.

Se facciamo così - cioè se io sono abbastanza chiaro su cosa faccio e cosa mi interessa e tu altrettanto - potrò effettivamente aiutarti a valutare se posso essere la persona giusta per accompagnarti in questa fase. 

A un livello meno importante, ma non trascurabile, sarà importante capire quali sono i tuoi traguardi e vincoli: quando ti vuoi laureare, quale sarà il livello di impegno in considerazione dell'avanzamento dei tuoi studi, se lavori o hai altri impegni e necessità, se stai pensando a una tesi svolta prevalentemente a distanza (in qualche caso si può fare) oppure se sarai presente presso la sede di studi, se saranno coinvolti terzi, ecc. (Queste informazioni possono essere fornite anche successivamente a un primo scambio). 

Questo è quasi tutto. Una considerazione importante è che non riesco a lavorare con più di 4-6 studenti all'anno e in certi casi riduco molto questo numero a seconda del livello di impegno in progetti e/o in coincidenza di passaggi di carriera. Anche se io dovessi declinare la tua proposta, quanto hai fatto per presentarti tornerà utile anche in altri momenti, anche fuori dal percorso universitario. Se posso, cercherò di aiutarti segnalandoti le attività di altri docenti più affini in relazione agli interessi ed attitudini che avrai avuto la cura di segnalarmi.