Foto del docente

Daniele Pascale Guidotti Magnani

Professore a contratto

Dipartimento di Architettura

Curriculum vitae

Formazione

Si laurea in Architettura per la Conservazione (2010) all’Università IUAV di Venezia con una tesi sulle ville cinquecentesche della provincia di Bologna (relatore Richard Schofield).

Consegue il dottorato di ricerca in Architettura (2015) all’Università di Bologna con una tesi sulla storia urbana di Faenza nel XV secolo (tutor Francesco Ceccarelli).

Partecipa con borsa di studio al 54° corso sull’architettura palladiana (2012), curato da Guido Beltramini e Howard Burns, CISA - Vicenza.

 

Carriera accademica e attività didattica

Dal 2012 al 2015 ha collaborato alla didattica nella sede UniBo di Cesena (Architettura, corso di Storia dell’Architettura I, prof. Francesco Ceccarelli).

Negli A.A. 2015/16 e 2016/17 è stato docente a contratto nella sede UniBo di Ravenna (Ingegneria dei processi e dei sistemi edilizi, corso “History of Italian/European Architecture”).

Dall’A.A. 2015/16 è docente a contratto nella sede UniBo di Cesena (Architettura, corso di Storia dell’Architettura I, modulo II).

Nell’A.A. 2018/19 è stato assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna con un progetto dal titolo “Architettura e architetti nel ducato estense”, cofinanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo.

Negli A.A. 2014/15 e 2015/16 ha collaborato con E.C.Co - Eastern College Consortium, Bologna (Vassar College, Wellesley College, Wesleyan University) per il corso di “Urban Studies” tenuto da Francesco Ceccarelli.

 

Attività scientifica

Ha partecipato ai seguenti convegni:

  • Identità e Rappresentazione. Le chiese nazionali a Roma, 1450-1650 (Roma 22-24 maggio 2013), organizzato da Biblioteca Hertziana e Deutsches Historisches Institut in Rom, con il coordinamento scientifico di Susanne Kubersky-Piredda e Alexander Koller. L'intervento dal titolo Ottaviano Mascarino e le chiese nazionali dei Bolognesi e Napoletani a Roma, è stato presentato con Maurizio Ricci e Augusto Roca De Amicis della Sapienza - Università di Roma.
  • Festa Internazionale della Storia. XI edizione (Bologna, 18-26 ottobre 2014), organizzata dall’Università di Bologna; comitato scientifico presieduto da Rolando Dondarini. Titolo della conferenza: Una città nuova per l’Unità: fermenti e progetti a Bologna tra il 1860 e il 1866.
  • La ricerca che cambia. Convegno nazionale dei dottorati italiani dell’architettura, della pianificazione e del design (Venezia, 19-20 novembre 2014), organizzato dall’Università IUAV di Venezia. Titolo dell’intervento: La piazza di Faenza e le piazze porticate del Rinascimento italiano. Tra teoria progettuale e pratica costruttiva.
  • La cultura y la ciudad. Imagen y representaciones de lo urbano, ciudades historicas y eventos culturales (Granada, 15-17 aprile 2015), organizzato dall’Università di Granada; comitato scientifico presieduto da Juan Calatrava. Titolo dell’intervento: Faenza e le sue rappresentazioni urbane: dalla Controriforma al punto di vista romantico di Romolo Liverani.
  • Da Bologna all’Europa: artisti bolognesi in Portogallo (XVI-XIX secolo) (Bologna, 30 novembre-1 dicembre 2015), organizzato dall’Università di Bologna, Centro studi sul Rinascimento di Bologna, École Pratique des Hautes Études di Parigi, HISTARA; a cura di Micaela Antonucci e Sabine Frommel. Titolo dell’intervento (presentato con Francesco Ceccarelli): Le origini bolognesi di Filippo Terzi: questioni biografiche aperte.

  • Ricerche, novità, nuove attribuzioni sulle opere del Complesso di S. Maria della Vita (Bologna, 19 marzo 2016), organizzato dal Museo della Sanità e dell’Assistenza di Bologna (Genus Bononiae), a cura di Daniele Pascale Guidotti Magnani. Titolo dell’intervento: La chiesa e l’ospedale di S. Maria della Vita. La vicenda architettonica dal XV al XVIII secolo.

  • Felsina cantatrice. La musica a Bologna e in Accademia fra il 1666 e il 1716 (Bologna, 12-13 novembre 2016), organizzato dall'Accademia Filarmonica di Bologna, a cura di Piero Mioli. Titolo dell'intervento: Spazi 'plurali' di musica sacra.

  • Biagio Rossetti e il suo tempo (Ferrara, 24-26 novembre 2016), organizzato dall'Università di Ferrara, comitato scientifico coordinato da Alessandro Ippoliti. Titolo dell'intervento: Attribuzioni rossettiane a Bologna. Fortuna critica e riletture d'archivio.

  • Il patriziato Bolognese e l’Europa (secoli XVI-XIX) (Bologna, 23-25 maggio 2019), organizzato dall’Archivio di Stato di Bologna. Titolo dell’intervento: Filippo Hercolani dall’Impero a Bologna. Commissioni architettoniche della famiglia Hercolani nel XVIII secolo.

  • La città globale. La condizione urbana come fenomeno pervasivo (Bologna, 11-14 settembre 2019), organizzato da AISU, Associazione Italiana di Storia Urbana. Titolo dell’intervento: Borghi e città della Romagna manfrediana, sforzesca ed estense. Signorie e comunità nella definizione dello spazio urbano.

 

Altre attività

Collabora dal 2014 alle attività di ricerca del Centro Studi “Ville Bolognesi”. È socio fondatore dell'Associazione Ville Storiche Bolognesi.

È socio del Comitato per Bologna Storico Artistica.

Dal 2014 collabora con il Dizionario Biografico degli Italiani per la redazione di voci relative ad architetti e artisti bolognesi ed emiliani dell'età moderna.

Dal 2010 tiene corsi destinati agli studenti del triennio secondario superiore presso il Liceo Classico “Marco Minghetti” (Bologna) su temi relativi alla storia dell’architettura e della città dal XVIII al XX secolo. 

Dal 2010 al 2014 ha collaborato alla realizzazione delle attività culturali di ADSI (Associazione delle Dimore Storiche Italiane), sezione Emilia-Romagna.

Dal 2008 al 2012 ha collaborato all’organizzazione dei convegni e all’ufficio stampa di Urbanpromo – Evento di marketing territoriale e urbano, organizzato da Urbit Srl, società operativa dell'INU (Istituto Nazionale di Urbanistica).