Foto del docente

Cinzia Venturoli

Professoressa a contratto

Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.pdf 945KB )

Professoressa a contratto all'Università di Bologna dal 2014, svolge le sue ricerche nell'ambito della storia contemporanea, con particolare riferimento alla storia del novecento.

Formazione: Laurea in Pedagogia, presso l'Università di Bologna ottenuta con la discussione della dissertazione in storia contemporanea.
Dottorato di ricerca storia e informatica ottenuto con la discussione della tesi Stragi fra memoria e storia. Piazza Fontana, Piazza della Loggia, La stazione di Bologna: dal discorso pubblico all'elaborazione didattica. Il data base per la gestione delle fonti.

Attività di ricerca

E' stata titolare di assegno di ricerca dal 2010 al 2015. Ha svolto numerose ricerche in collaborazione con l'Università di Bologna ed altri enti di ricerca.

Attività didattiche

Ha avuto un contratto per l'insegnamento di Storia dello stato sociale Scuola Psicologa e di scienze della formazione-corso di studio educatore sociale e culturale dall'Anno accademico 2014-2015.

Dal 2013 ha un incarico di insegnamento nel programma E.C.Co. Program Bologna-Eastern College Consortium.

Seminari e laboratori:

E' titolare del laboratorio di formazione professionale dell’educatore sociale e culturale: “Anni settanta: movimenti, riforme, partecipazione, soggetti collettivi, minacce alla democrazia” presso la Scuola di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna.Anno accademico 2018-2019, 2017-2018.

E' stata docente alla SSIS classe A037 : laboratorio di didattica della storia, didattica della storia con laboratorio.

Tenie laboratori didattici presso le scuole anche in collaborazione con Associazione fra i famigliari delle vittime della strage alla stazione di Bologna per cui svolgo il ruolo di responsabile della ricerca e della didattica.

E' stata consulente Rai per il programma “La grande storia”

Ha curato l’elaborazione e l’aggiornamento del portale www.mappedimemoria.it.

Ha curato l’allestimento storico documentario dell’Aula della memoria di Colle Ameno (Sasso Marconi) e del Casone del Partigiano (San Pietro in Casale).

E' membro del comitato scientifico della Scuola di Pace di Monte Sole.

E' membro della redazione della rivista on line E-Review Rivista degli Istituti Storici dell'Emilia-Romagna dalla sua fondazione.

E' responsabile per i progetti didattici e di ricerca storica dell’Associazione fra i famigliari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.

Svolge attività di ricerca storica e di public history, ricerca didattica, realizzazione di mostre storico.documentarie, corsi di formazione per insegnanti, insegnamento e progetti rivolti a studenti svolti presso e in collaborazione principalmente con:
Università di Bologna. E.C.Co. Program Bologna-Eastern College Consortium.
Facoltà teologica dell’Emilia Romagna. Rete degli archivi per non dimenticare.
E-Review. Istituti per la storia della Resistenza e della società contemporanea dell’Emilia Romagna. Istituto per i beni culturali, Emilia Romagna
Associazione fra i famigliari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.
Scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado della regione Emilia Romagna.
Libera.
Piantiamolamemoria.
Dry Art.

La sua tesi di dottorato  ha ottenuto i riconoscimenti:
premio “G. Ferrari” indetto dall'Università di Parma;
targa d'argento del Presidente del Senato della Repubblica, premio speciale nella XII edizione del Premio Spadolini Nuova Antologia, 2009;
primo premio al bando: “Violenza politica e difesa della democrazia nell'Italia repubblicana dalla strage di Portella della Ginestra al caso Moro (1947 – 1978)” indetto dal Centro di Documentazione Archivio Flamigni Onlus in collaborazione con l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, l'Amministrazione Provinciale di Viterbo, l'Archivio di Stato di Viterbo, la Confederazione Generale Italiana del Lavoro e la Federazione Lavoratori della Conoscenza della CGIL di Viterbo. 2009.