Foto del docente

Anna Scalfaro

Professoressa associata

Dipartimento delle Arti

Settore scientifico disciplinare: L-ART/07 MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.pdf 2MB )

Professoressa associata, svolge le sue ricerche negli ambiti della pedagogia musicale e della storia della musica contemporanea. In particolare si occupa di storia dell’educazione musicale nella scuola e del rapporto testo-musica nella produzione vocale italiana degli anni Venti-Quaranta.

Formazione

Si diploma in pianoforte col massimo dei voti e la lode al Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia. Indi si perfeziona in musica da camera all'Accademia “Incontri col Maestro” di Imola. Nel 2003 si laurea cum laude in DAMS Musica, con una tesi su Luigi Dallapiccola. Nel 2007 consegue il dottorato di ricerca in Musicologia e Beni musicali al Dipartimento delle Arti di Bologna.

In quest'ultima sede conclude un assegno di ricerca triennale sulla Storia dell’insegnamento musicale nella scuola italiana e, successivamente, un assegno di ricerca annuale dal titolo La divulgazione del sapere musicale in RAI TV: con alcune prospettive per il MOdE – Museo Officina dell’Educazione.

Nel 2015 consegue l’Abilitazione Scientifica Nazionale, settore 10/C1 – seconda fascia.

Attività didattica

Dal 2004 collabora con le cattedre di Storia della musica e di Pedagogia musicale per i Corsi di Laurea e Laurea Magistrale della Scuola di Lettere e Beni Culturali, con assistenza nelle attività didattiche, nelle verifiche finali e nella correlazione di tesi. Dal 2007 al 2009 è docente a contratto di Storia della musica contemporanea nella Facoltà di Conservazione dei Beni culturali a Ravenna, e di Alfabetizzazione musicale al Dipartimento delle Arti di Bologna.

È stata docente per il il modulo "Esercitazioni di Didattica dell’ascolto" nell’ambito dell'insegnamento "Pedagogia musicale con esercitazioni di didattica dell’ascolto", nel TFA – Tirocinio Formativo Attivo, per l’abilitazione all’insegnamento scolastico di Musica.

Ha insegnato Storia della musica III '800, per il corso di laurea DAMS di Bologna, e Elementi di educazione musicale, per il CdS in Logopedia, sede Faenza (abilitante alla professione sanitaria di logopedista).

Attualmente, per il CdS DAMS, insegna Filosofia ed Estetica musicale e coordina il Laboratorio di Musica (1). Insegna inoltre Pedagogia musicale per il Corso di Laurea magistrale in Discipline della Musica e del Teatro (UniBo).

Attività scientifica

Alla storia della musica contemporanea e alla pedagogia musicale, campi primari della sua ricerca, ha dedicato, oltre a diversi saggi e articoli, una monografia di taglio didattico sul concerto per clarinetto e orchestra di Mozart (Bologna, 2007), il libro I “Lirici greci” di Quasimodo: un ventennio di recezione musicale (Roma, 2011), il libro Storia dell’educazione musicale nella scuola italiana. Dall’Unità ai giorni nostri (Milano, 2014).

Ha partecipato a numerosi convegni nazionali e internazionali: fra gli altri, il convegno dell'A.A.I.S. (The American Association for Italian Studies) nel 2009 a New York presso la St. John's University, il convegno dell'IMS (International Music Society) nel luglio 2012 a Roma, il convegno "Ragione e Furore. Lucrezio nell'Italia contemporanea" nel 2017 a Bologna, il Meeting "Music as Cultural Education: Building New Bridges between Pre-College Schools and Universities" (Bologna, 2018), il convegno "Musiche popular: suoni, immagini, media, discipline" (di questo è stata anche organizzatrice e coordinatrice. Bologna, 11 giugno 2019), First International Conference Education and Post-Democracy (Cagliari, 6-8 giugno 2019), Fourth International Conference on Communication & Media Studies (Bonn, 26-28 settembre 2019).

È nel gruppo di coordinamento del progetto CRICC - Centro di ricerca per l’interazione con le industrie culturali creative, ammesso al finanziamento della Regione Emilia Romagna (manifestazione di interesse per l’avvio di laboratori per l’innovazione e la ricerca nell’ambito delle industrie creative).

Coordina, insieme al prof. Nico Staiti, il progetto studentesco RISORSE. Partiamo da Riace”.

Partecipa al PRIN finanziato La formazione del pubblico della musica d’arte in Italia dal novecento a oggi, e alprogetto La didattica dell’ascolto musicale come strumento d’inclusione sociale, ammesso al finanziamento Alma Idea Grant Senior.

Fa parte del comitato scientifico del DAMSLab - laboratorio di valorizzazione culturale urbana, attivato e gestito dal Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna.

Appartenenza a comitati scientifici e editoriali

Fa parte del comitato editoriale delle riviste «Musica Docta» (Bologna) e «Gli spazi della musica» (Torino) e del comitato di redazione del MOdE - Museo Officina dell’Educazione del Dipartimento di Scienze dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin". È nel consiglio direttivo dell'Associazione «Il Saggiatore musicale», che promuove iniziative culturali, editoriali, didattiche e formative nel campo della musicologia. È responsabile della segreteria del SagGEM: Gruppo per l'Educazione musicale del «Saggiatore musicale» costituito da musicologi, pedagogisti e docenti delle Scuole, dei Conservatori e dell'Università.

È membro dello Study Group dell’IMS – International Musicological Society “Transmission of Knowledge as a Primary Aim in Music Education” (ch. G. La Face).

Attività istituzionali

Per il corso di Laurea magistrale in Discipline della musica e del teatro fa parte delle seguenti commissioni: - per il riordino del corso di laurea, - di gestione AQ (Assicurazione per la Qualità), - per i colloqui di accesso.

È membro della Commissione dipartimentale “Gruppo di lavoro: Politiche per la convivenza”. Ha fatto parte della Commissione dipartimentale per la compilazione della SUA-RD e della commissione di concorso per l’ammissione al corso di Dottorato in Arti visive, performative e mediali – 35° ciclo (a.a. 2019-2020).

Altre attività

Cura e organizza annualmente la manifestazione “Classici in classe” (promossa dal SagGEM, dalla cattedra di Pedagogia musicale e dal Dipartimento delle Arti di Bologna): un evento concertistico in cui si esibiscono varie formazioni musicali, selezionate tra gli istituti scolastici della città e della provincia di Bologna.

Svolge contemporaneamente attività concertistica e di divulgazione musicale, mediante l'ideazione e la conduzione di cicli di lezioni-concerto per le scuole e per un pubblico adulto.