Foto del docente

Alessandro Dal Pozzo

Ricercatore a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Settore scientifico disciplinare: ING-IND/25 IMPIANTI CHIMICI

Didattica

Argomenti di tesi proposti dal docente.

Panoramica sugli argomenti di tesi disponibili. Contattare il docente per ulteriori informazioni e opportunità aggiuntive. 

Nell'attuale situazione di emergenza COVID-19, tutte le tesi proposte si possono svolgere anche in modalità a distanza. E' possibile integrare lo svolgimento della tesi con l'attività di tirocinio curricolare (tirocinio interno presso DICAM, anche in modalità a distanza!).

Per LM Ing. Ambiente e Territorio

(possibilità di tirocinio interno sullo stesso tema)

  • Analisi dell'impronta ecologica di nuovi materiali per la conservazione del patrimonio artistico (in collaborazione con l'ing. Sassoni). Il gruppo di ricerca di Scienza e Tecnologia dei Materiali ha sviluppato un nuovo materiale per il restauro delle pietre carbonatiche (marmo, travertino, ecc.) che riesce a svolgere contemporaneamente le funzioni protettiva e consolidante che tradizionalmente richiederebbero l'uso di due o più prodotti. Mediante studio LCA e analisi di rischio sanitario-ambientale si verificherà se il nuovo materiale risulta preferibile anche dal punto di vista ambientale e di sicurezza per gli utilizzatori. 
  • LCA di materiali innovativi per l'edilizia. Grazie alla reazione con i cosiddetti attivatori alcalini, rifiuti inorganici come le ceneri della combustione possono diventare geopolimeri, una classe di materiali con proprietà meccaniche del tutto paragonabili al cemento. La sintesi dei geopolimeri comporta emissioni di CO2 molto minori della produzione del cemento, ma ha comunque impatti non trascurabili, legati alla produzione degli attivatori alcalini. E' possibile ridurre gli impatti della produzione degli attivatori alcalini, modificando il processo produttivo oppure utilizzando materie prime di scarto?
  • LCA di reagenti per la cattura della CO2. Gruppi di ricerca in tutto il mondo si stanno occupando di sviluppare materiali che rendano la cattura della CO2 economicamente sostenibile. Nella corsa al reagente più efficiente, però, occorre considerare anche gli impatti indiretti legati alla produzione e allo smaltimento del reagente stesso: un reagente all'apparenza meno performante potrebbe comunque essere preferibile se la sua produzione e il suo smaltimento comportano minori impatti. In questa tesi, si prenderanno in considerazione le classi di reagenti più promettenti al momento allo studio nei laboratori di ricerca. Se ne studierà il possibile scale-up industriale e mediante analisi LCA si stimeranno in prospettiva gli impatti attesi delle diverse filiere, al fine di individuare la classe di reagenti più promettente in ottica di ciclo di vita.    
  • Ottimizzazione del trattamento fumi in termovalorizzatori di rifiuti (in collaborazione con HERAmbiente). In seguito alla pubblicazione delle nuove BAT per l'incenerimento dei rifiuti (2020), i termovalorizzatori di rifiuti dovranno rispettare limiti di emissione molto stringenti, specie per i cosiddetti inquinanti acidi (HCl, SO2, HF). Per evitare che il rispetto dei limiti comporti l'utilizzo di enormi quantitativi di reagenti per l'abbattimento gas acidi, con indesiderate conseguenze sia economiche sia ambientali, molti impianti stanno valutando soluzioni innovative per l'ottimizzazione del processo, tra cui per es. il ricircolo dei reagenti parzialmente esausti. In questa attività, si potrà collaborare allo svolgimento di test prestazionali su scala reale (in impianto di incenerimento rifiuti) per lo studio della reattività dei reagenti parzialmente esausti e per l'individuazione delle condizioni ottimali per il loro utilizzo. PER STUDENTI DELL'AMBITO "TECNICHE E TECNOLOGIE AMBIENTALI". 

TESI/TIROCINI IN AZIENDE ED ENTI ESTERNI: contattare il docente via mail per ricevere informazioni sulle opportunità del momento, che possono variare nei diversi periodi dell'anno. 

Per LM Ing. Chimica e di Processo

(possibilità di tirocinio interno sullo stesso tema)

  • Modellazione dinamica di processi di trattamento fumi in termovalorizzatori di rifiuti (in collaborazione con HERAmbiente). A differenza di altri processi di combustione, l'incenerimento di rifiuti è caratterizzato da un'alta variabilità della composizione del combustibile, che comporta altrettanta variabilità nella composizione dei fumi. Le elevate fluttuazioni di carico di inquinanti nei fumi rendono molto complesso un controllo efficiente dei sistemi di trattamento fumi. In questa tesi, si utilizzeranno approcci di machine learning per costruire un modello dinamico dell'abbattimento di specifici inquinanti (HCl e SO2) in base a dati raccolti in un inceneritore di rifiuti. Il modello dinamico costituirà la base per l'ottimizzazione del controllo del sistema di trattamento fumi. 
  • Ottimizzazione del trattamento fumi in termovalorizzatori di rifiuti (in collaborazione con HERAmbiente). In seguito alla pubblicazione delle nuove BAT per l'incenerimento dei rifiuti (2020), i termovalorizzatori di rifiuti dovranno rispettare limiti di emissione molto stringenti, specie per i cosiddetti inquinanti acidi (HCl, SO2, HF). Per evitare che il rispetto dei limiti comporti l'utilizzo di enormi quantitativi di reagenti per l'abbattimento gas acidi, con indesiderate conseguenze sia economiche sia ambientali, molti impianti stanno valutando soluzioni innovative per l'ottimizzazione del processo, tra cui per es. il ricircolo dei reagenti parzialmente esausti. In questa attività, si potrà collaborare allo svolgimento di test prestazionali su scala reale (in impianto di incenerimento rifiuti) per lo studio della reattività dei reagenti parzialmente esausti e per l'individuazione delle condizioni ottimali per il loro utilizzo.

Per LT Ing. Ambiente e Territorio / Ing. Chimica e di Processo

  • Creazione di un modello semplice per la stima degli impatti ambientali di diversi mix per la generazione di energia elettrica
  • Creazione di un modello semplice per la stima degli impatti ambientali del trattamento acque industriali in funzione del carico di inquinanti trattati (COD e nitrati)
  • Analisi comparativa di configurazioni alternative di trattamento fumi nella termovalorizzazione di rifiuti. 
  • Studio delle alternative di smaltimento delle ceneri volanti da termovalorizzazione di rifiuti
  • Bilancio delle emissioni di HCl in Italia da diverse attività industriali
  • Stima dell'impatto del COVID-19 sul quantitativo di rifiuti inviati a incenerimento in Italia

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.