Foto del docente

Pier Luigi Zinzani

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche

Settore scientifico disciplinare: MED/15 MALATTIE DEL SANGUE

Direttore SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN EMATOLOGIA (D.I. 68/2015)

Curriculum vitae

  • CURRICULUM ACCADEMICO

    • Pier Luigi Zinzani è nato il 9 Marzo 1959 ad Arenzano (GE).
    • Nel Luglio 1978 ha conseguito il diploma di Maturità Scientifica e si è iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bologna nell’anno accademico 1978/1979.
    • Nell’anno accademico 1982/1983 è stato ammesso, quale allievo interno, presso l'Istituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli” dell'Università di Bologna, diretto dal Prof. Sante Tura.
    • Il 29 Ottobre 1984, ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Bologna riportando la votazione di 110/110 e Lode.
    • Abilitato all'esercizio della professione di Medico Chirurgo nella Il sessione dell'anno 1984 presso l'Università di Bologna.
    • E’ entrato nella Scuola di Specializzazione in Ematologia Generale (Clinica e Laboratorio) nell’anno accademico 1984/1985.
    • Il 4 Luglio 1987 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Ematologia Generale (Clinica e Laboratorio) presso l'Università di Bologna con voti 70/70 e Lode.
    • Laureato frequentatore a tempo pieno presso l'Istituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli" dell'Università di Bologna nell'anno accademico 1987/88.
    • Dal Gennaio 1989 al Dicembre 1989 ha prestato servizio in qualità di Assistente Medico a tempo pieno presso la Divisione di Oncoematologia del “Roger Williams General Hospital”, Providence, USA, diretta dal Prof. Paul Calabresi.
    • Nell’anno accademico 1989/1990 è stato ammesso al Dottorato di Ricerca in Ematologia Clinica attivato presso l’Università di Ancona e svolto presso l'Istituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli” dell'Università di Bologna. Il 9 Settembre 1993 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Ematologia Clinica.
    • Assistente Medico incaricato a tempo pieno presso l'Istituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli” dell'Università di Bologna dal 10 Dicembre 1990 al 9 Agosto 1991.
    • Dirigente medico di I livello presso l'Istituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli" dell'Università di Bologna dal 16 Dicembre 1991 al 31 Ottobre 2003.
    • Il 3 Luglio 2001 ha acquisito l’idoneità a Professore di II Fascia nel Concorso per Professore Associato bandito dall'Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Settore Scientifico-Disciplinare MED/15 Ematologia.
    • Dal 1 Novembre 2003 è Professore Associato presso l’Istituto di Ematologia e Oncologia Medica “L. e A. Seràgnoli” dell’Università di Bologna.
    • Abilitazione scientifica nazionale 06/D3-I fascia ottenuta il 3/12/2013
    • Presidente Fondazione Italiana Linfomi nel biennio 2013-2015.

      ATTIVITA’ SCIENTIFICA E DI RICERCA

      Indirizzi di Ricerca

      Nella prima fase della sua produzione scientifica si è occupato soprattutto dello studio della malattia di Hodgkin, dei linfomi non Hodgkin della leucemia linfatica cronica e di altre sindromi linfo-immunoproliferative.

      Questi studi hanno riguardato i problemi diagnostici, di stadiazione, i fattori prognostici, i problemi chemioterapici, i risultati terapeutici ed i danni secondari a medio-lungo termine. Per quanto riguarda i protocolli terapeutici, ha sviluppato, in qualità di segretario scientifico ed organizzativo di un gruppo cooperatore nazionale, diversi trials clinici nel linfoma di Hodgkin e nei linfomi non Hodgkin con particolare interesse nei linfomi follicolari e e nei pazienti anziani con linfoma diffuso a grandi cellule.

      Inoltre l'attività scientifica si è concentrata sull'impiego dei modificatori biologici tra cui l'a-interferone e l'lnterleuchina-2 soprattutto nei pazienti con Hairy Cell leukemia e leucemie acute rispettivamente.

      Dal 1993, ha condotto diversi studi biologici e clinici sull'impiego degli analoghi delle purine - Fludarabina, 2-clorodeossiadenosina, deossicoformicina – nelle malattie linfoproliferative croniche e nelle leucemie acute. Questi studi comprendono una fase di laboratorio comprendente analisi immunofarmacologiche con valutazione della citotossicità e della attivazione della apoptosi e quindi diversi studi di applicazione clinica pratica soprattutto per quanto riguarda la fludarabina in monochemioterapia ed in polichemioterapia.

      Hai poi rivolto la propria attenzione all’utilizzo degli anticorpi monoclonali in combinazione con la chemioterapia convenzionale. In particolare ha condotto diversi studi clinici associando chemioterapia e immunoterapia (con l’anticorpo anti-CD20) ed ulteriori studi sperimentali con altri anticorpi quali l’anti-CD22, l’anti-CD4, e l’anti-CD20 umanizzato.

      Particolare attenzione, nella produzione scientifica degli ultimi anni, è rivolta al trattamento con farmaci intelligenti ed innovativi dei linfomi di derivazione T linfocitaria sia nodali che a localizzazione prativa cutanea.

      L’ultima parte della sua attività è dedicata al ruolo della radioimmunoterapia nell’approccio terapeutico combinato dei linfomi indolenti e dei linfomi aggressivi.

      Altro settore attualmente a cui dedica sempre maggiore attenzione è la ricerca di determinati fattori prognostici biologici (molecolari ed immunoistochimici) da utilizzare in ambito clinico per la stratificazione dei pazienti con linfoma e con leucemia linfatica cronica in determinate fascie di rischio.

      Inoltre si è interessato nell’ultimo periodo dello sviluppo e dello studio di nuovi farmaci nell’ambito della terapia dei linfomi di derivazione T-linfocitaria con particolare attenzione alla attività translazionale.

      Attività organizzativa in campo scientifico

    • Responsabile e Segretario del Gruppo Cooperatore Italiano “Roma-Bologna” per lo studio dei linfomi dal 1988 al 2003.
    • Membro del Consiglio Direttivo del "Intergruppo Italiano Linfomi” dal 1998 al 2011 e quindi Membro del Consiglio Direttivo della FIL (Fondazione Italiana Linfomi) dal 2011 ad oggi.
    • Presidente del “Gruppo Italiano Linfomi Cutanei” dal 2000 ad oggi.
    • Presidente del "Intergruppo Italiano Linfomi” dal 2004 al 2007.
    • Presidente Fondazione Italiana Linfomi nel biennio 2013-2015.
    • Dal 1995 Segretario Didattico degli “Stages in Ematologia”, corsi residenziali annuali di aggiornamento e perfezionamento in Ematologia clinica e sperimentale.
    • Ha personalmente promosso e organizzato, curandone l’organizzazione e la segreteria scientifica, le seguenti manifestazioni internazionali:
      • “International Conference on Interferons”, Venezia, 16-18 Marzo 1998
      • “Indolent Lymphoma”, Bologna, 18-19 Ottobre 1999
      • “New Drugs in Hematologic Malignancies”, Bologna, 12-14 Novembre 2001
      • “CLL: is it a curable disease?”, Bologna, 10-11 Ottobre 2002
      • “Cutaneous Lymphomas. Are they separated entities? Which is the best treatment?”, Bologna, 8-9 Aprile 2003
      • “Ten years after the REAL classification: Open Issues”, Bologna, 6-8 Ottobre 2004
      • “New Drugs in Hematology”, Bologna, 9-11 Ottobre 2005
      • “It’s time to take care of T-cell lymphomas”, Bologna, 22-24 Ottobre 2006
      • “New Drugs in Hematology”, Bologna, 5-7 Ottobre 2008
      • “2006…2009: Now we know T-cell lymphoma better”, Bologna, 16-18 Marzo 2009
      • “Aggressive Lymphomas Workshop”, Bologna, 15-17 Novembre 2010
      • “2009…2012. T-cell lymphomas: work in progress”, Bologna, 17-19 Settembre 2012
      • Workshop “follicular lymphoma”, Bologna 16-17 febbraio 2014
      • “2012…2015. T-cell lymphoma: illuminating the darkest tunnels”, Bologna 27-29 maggio 2015
      • Postgraduate Lymphoma Conference, Roma 26-27 marzo 2015
    • Dal 2003 al 2005 Segretario della Società Italiana di Ematologia (SIE)
    • Dal 2005 ad oggi Segretario della Commissione Attività Formative (CAF) della Società Italiana di Ematologia partecipando attivamente alla programmazione scientifica dei Congressi Nazionali della Società Italiana di Ematologia del 2007, 2009, e del 2011.
    • Dal Dicembre 2009 Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Ematologia.
    • Dal dicembre 2009 membro della Comissione Attività Formative della Società Italiana di ematologia.

    Fondi di Ricerca

    • Collaboratore a programmi di ricerca AIRC per gli anni dal 1987 al 2007.
    • Collaboratore a programmi di ricerca CNR per gli anni dal 1992 al 2001.
    • Responsabile Scientifico di Unità di Ricerca di FIRB nel triennio 2006-2008
    • Responsabile Scientifico di Unità di Ricerca di PRIN 2007
    • Responsabile Scientifico di Unità di Ricerca di PRIN 2009
    • Responsabile di programmi di Ricerca Fondamentale Orientata (FRO) dell’Università di Bologna dal 2005 al 2011
    • Collaboratore Scientifico di Unità di Ricerca del Programma AIRC Progetto 5 x 1000 denominato “Genetics-driven targeted management of lymphoid malignancies” 2010
    • Principal Investigator del progetto DIAGNOSIS OF LYMPHOMA WITH FDG PET/CT GUIDED BIOPSY, vincitore grant AIRC 2016-2018.

    Membro di Società Scientifiche

    • Membro della Società Italiana di Ematologia dal 1986.
    • Membro della Società Italiana di Ematologia Sperimentale dal 1988.
    • Membro della American Society of Clinica! Oncology dal 1990
    • Membro della American Society of Hematology dal 1990.
    • Membro della New England Cancer Society dal 1992
    • Membro della European Hematology Association dal 2004.

    Collaborazione a riviste scientifiche

    E’ "Reviewer" delle seguenti riviste scientifiche:

    • Blood
    • Journal of Clinical Oncology (già membro dell’Editorial Board)
    • Haematologica
    • Leukemia and Lymphoma (già membro dell'Editorial Board)
    • European Journal of Haematology
    • Annals of Oncology
    • Clinical Lymphoma and Myeloma
    • Cancer
    • The Lancet Oncology
    • Hematological Oncology
    • Drug
    • Clinical Cancer Research
    • Journal of Hematology &Oncology
    • British Journal of Haematology
    • Expert Review of Anticancer Therapy
    • Cancer Letters
    • Associate Editor for Annals of Oncology dal 2014

    Relazioni a Congressi Nazionai ed Internazionali

    L’attività scientifica si è inoltre esplicitata nella partecipazione a Congressi e Simposi nazionali (205) ed internazionali (142) in Italia e all’estero. In molteplici occasioni, inoltre, è stato invitato a svolgere relazioni, letture, e presiedere, coordinare sessioni di importanti Meetings nazionali ed internazionali, di numerose società scientifiche tra cui la Società Italiana di Ematologia e la Società Italiana di Ematologia Sperimentale nonché di importanti manifestazioni scientifiche internazionali; European Hematology Association (EHA), International Conference on Malignant Lympgoma (ICML).

    Invitato dal “American Society of Hematology” (ASH) 2012 come Speaker nell’ambito del “Education Program” con la presentazione “The many faces of Marginal Zone Lymphoma”.

    ATTIVITA' DIDATTICA

    • Professore a contratto presso la Scuola di Specialità in Ematologia Clinica dell'Università di Bologna incaricato del seguente insegnamento: "Terapia dei linfomi di Hodgkin e non Hodgkin" per gli anni accademici dal 1993-94 al 2002-2003.
    • Docente dell’insegnamento in Ematologia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna dall’anno accademico 2003-2004.
    • Direttore della Scuola di Specializzazione in Ematologia Clinica 2005-2016 presso l’Università di Bologna.
    • Docente in Ematologia presso le Scuole di Specializzazione in Malattie Infettive, Gastoenterologia, Medicina Interna, Oncologia Medica e Patologia Generale dell’Università di Bologna dall’anno accademico 2006-2007 ed anche presso le Scuole di Specializzazione in Nefrologia, Dermatologia e Radiologia e Medicina Nucleare dell’Università di Bologna dall’anno accademico 2011-2012.

    ATTIVITA' ASSISTENZIALE

    Nell'ambito della attività dèll'lstituto di Ematologia "L. e A. Seràgnoli” è il Responsabile del Settore delle sindromi linfoproliferative che include il linfoma di Hodgkin, i linfomi non Hodgkin, la leucemia linfatica cronica e la hairy cell leukemia. Sulla base di questo, gestisce tutti gli studi istituzionali (clinici e cIinico-biologici) e quelli multicentrici sia IIS o GCP.

    Attualmente sono attivi 63 trials clinici e programmi di terapie innovative e sperimentali di fase I-II-III ed in circa un terzo di questi studi l’Istituto rappresenta l’unico centro italiano coinvolto in specifici trials clinici internazionali.

    E’ responsabile del Day Hospital dell’Istituto di Ematologia e Oncologia Medica “L. e A. Seràgnoli” dal 1998.

    Svolge inoltre attività di routine ambulatoriale (prime visite, controlli), consulenze ematologiche nei diversi Reparti/Divisioni del Policlinico S.Orsola-Malpighi, guardie diurne e notturne nell’ambito dell’Istituto di Ematologia “L. e A. Seràgnoli”.

    PUBBLICAZIONI

    La produzione scientifica (al 28/6/2017) comprende pubblicazioni edite a stampa, così suddivise:

    1. 480 lavori "in extenso" pubblicati su Riviste Internazionali “Peer Reviewed”
    2. 14 Capitoli di libri
    3. 450 Abstracts di comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali a iniziare dal 1985