Foto del docente

Michela Marchi

Ricercatrice a tempo determinato tipo a) (junior)

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Settore scientifico disciplinare: ICAR/07 GEOTECNICA

Curriculum vitae

Formazione

Laureata in Ingegneria Civile, sezione Strutture, nel 2004, presso la Scuola di Ingegneria e Architettura dell'Università di Bologna, con la votazione di 110/110 e lode. Tesi dal titolo: "Consolidamento della fondazione del campanile dei Frari a Venezia: definizione di un modello geotecnico del sottosuolo e analisi numerica mediante un codice di calcolo alle differenze finite".

Consegue il Dottorato di ricerca in Ingegneria Geotecnica nel 2008, con la tesi "Stability and strength analysis of leaning Towers" di cui è supervisor il Prof. Guido Gottardi e co-supervisors i Proff. R. Butterfield (Southampton University, UK) e R. Lancellotta (Politecnico di Torino).

Carriera accademica

Dopo alcuni anni di docenza a contratto (dal 2008 al 2012) per l'Università di Bologna, diviene nel 2013 Ricercatore a tempo determinato (tipologia A) nel settore disciplinare ICAR/07 Geotecnica, presso la Scuola di Ingegneria e Architettura dell'Università di Bologna, con afferenza al Dipartimento di Dipartimento Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali (DICAM). Sede principale del servizio: Campus di Ravenna.

Attività didattica

Dal 2008 svolge con continuità attività di docenza come titolare di vari insegnamenti per Corsi di Laurea e Laurea Magistrale per la Scuola di di Ingegneria e Architettura.

Attualmente è docente di ELEMENTI DI GEOTECNICA T per il Corso di Laurea in Ingegneria Edile dell’Università di Bologna (Sede di Ravenna) e del LABORATORY OF GEOTECHNICAL ENGINEERING FOR THE PRESERVATION OF HISTORIC BUILDINGS M per il Curriculum Internazionale in Historic Building Rehabilitation del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei processi e dei sistemi edilizi (campus di Ravenna).

Attività scientifica

L’attività scientifica, documentata dalle pubblicazioni svolte in collaborazione con ricercatori italiani e stranieri, si sviluppa tra i seguenti temi: Modellazione di fondazioni superficiali soggette a condizioni generali di carico; Metodi di consolidamento del terreno; Studio della stabilità dell’equilibrio delle strutture a torre (interazione terreno-struttura); Analisi del rischio idraulico connesso alla stabilità dei rilevati arginali fluviali.

Attività istituzionali e incarichi accademici

Dal settembre 2013 fa parte delle commissioni "Piani di studio" e "Orientamento", entrambe al servizio del corso di laurea in Ingegneria edile - campus Ravenna.

Da Marzo 2016 fa parte del Comitato Editoriale del DICAM.

Appartenenza a comitati scientifici

Da Luglio 2016 è membro del Comitato Scientifico della Biblioteca di Campus di Ravenna (con Sede a Palazzo Corradini).

Premi e riconoscimenti

Nel 2012 vincitrice della selezione nazionale per la delega dell’Associazione Geotecnica Italiana (AGI) al convegno: XXII° European Young Geotechnical Engineers Conference (XII EYGEC), Gothenburg, Svezia, 26 - 29 Agosto 2012.

Nel 2012 “Best oral presentation” al convegno: XXII° European Young Geotechnical Engineers Conference (XII EYGEC), Gothenburg, Svezia, 26 - 29 Agosto 2012.

Nel 2013 Nomination italiana dell’Associazione Geotecnica Italiana (AGI) al premio dell’International Society of Soil Mechanics and Geotechnical Engineering (ISSMGE): “YOUNG MEMBER AWARD”, con l’articolo: “Methodological approach for the stability analysis of the Po river banks”, presentato al convegno: “18th International Conference on Soil Mechanics and Geotechnical Engineering (18th ICSMGE), Parigi, 2 - 6 Settembre 2013.

Nel 2018 l'articolo: The compressibility of natural and reconstituted marine clays, sul Journal: Geotechnical Research; Volume 4 Issue 3, September 2017, pp. 172-177, sito web: https://www.icevirtuallibrary.com/doi/full/10.1680/jgere.17.00010, vince il Telford Premium assegnato dalla ICE. La Cerimonia di consegna degli ICE Awards si tiene presso l'ICE Headquarters, One Great George Street, London, il giorno  8 ottobre 2018.

Altre attività

Fa parte del gruppo di lavoro "Argini" dell'AGI (Associazione Geotecnica Italiana), costituito Il 4 Luglio 2012 a seguito degli eventi sismici che hanno colpito l'Emilia. In quest’ambito ha collaborato all'esame di alcune potenziali criticità che hanno interessano le strutture arginali nei comuni interessati dal sisma.

Dal 2016 collabora con il gruppo di lavoro dell’AGI incaricato della stesura delle Linee Guida per la “Progettazione e manutenzione degli argini fluviali”.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.