Foto del docente

Manlio Iofrida

Professore associato confermato

Dipartimento di Filosofia e Comunicazione

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA

Temi di ricerca

Parole chiave: fenomenologia Ecologia Adorno, Merleau-Ponty, Auerbach

Intendo procedere ad un'ampia ricognizione della filosofia contemporanea, soprattutto francese, con particolare riferimento a Merleau-Ponty, a Foucault e a Derrida, sul tema della natura. In una prima parte storica della ricerca, che verterà particolarmente su Jean Wahl, Alexandre Koyré, Alexandre Kojève, Maurice Merleau-Ponty, Jacques Derrida, Michel Foucault, si documenterà come, dopo i corsi sulla Natura tenuti da Merleau-Ponty fra il 1956 e il 1961, il concetto di natura abbia conosciuto un oblio con l' avvento della generazione post-strutturalista, per poi essere gradualmente rivalutato negli scritti tardi di Derrida e Foucault. In una seconda parte teorica della ricerca, si documenterà il riemergere del concetto di natura in una serie di studiosi contemporanei: Gregory Bateson, James J. Gibson, Philippe Descola, Bruno Latour, Tim Ingold. La ricerca si muove nell'ambito della problematizzazione del concetto di modernità, sia sul piano filosofico che sul piano politico.

In continuità con le ricerche avviate da molti anni, intendo procedere ad un'ampia ricognizione della filosofia contemporanea, soprattutto francese, con particolare riferimento a Maurice Merleau-Ponty, a Michel Foucault e a Jacques Derrida. La ricerca si articolerà in una prima parte più propriamente storica e in una seconda di carattere più teorico; entrambe sono comunque legate al tema della natura e alle vicende che la riflessione su tale concetto ha conosciuto nella riflessione francese (e non solo) fra gli anni Trenta e oggi. Per quanto riguarda la parte storica della ricerca, gli autori che saranno presi particolarmente in considerazione saranno Jean Wahl, Alexandre Koyré, Alexandre Kojève, Maurice Merleau-Ponty, Jacques Derrida, Michel Foucault. Per quanto riguarda questi ultimi tre autori, la ricerca, già molto avanzata, documenterà in particolare come, dopo i corsi sulla Natura tenuti da Merleau-Ponty fra il 1956 e la morte (1961), il concetto di natura abbia conosciuto un oblio con l' avvento della generazione post-strutturalista. Attraverso un'analisi degli scritti tardi di Derrida e Foucault, emergerà però come questi ultimi si fossero venuti gradualmente staccando dall'impostazione degli anni 60, rivalutando il concetto di natura e avvicinandosi sempre più (esplicitamente o implicitamente) alla posizione che era stata del loro maestro e predecessore Merleau-Ponty. Questa sezione della ricerca storica, riguardante i tre autori che hanno operato prevalentemente dopo la seconda guerra mondiale, è in via di conclusione e costituirà l'oggetto del volume Per la storia della filosofia francese contemporanea: da Derrida a Merleau-Ponty, di prossima pubblicazione presso Mucchi editore. Sugli autori che hanno operato fra gli anni Trenta e la II guerra mondiale la ricerca è invece appena iniziata e si svilupperà negli anni a venire. Per quanto riguarda la parte teorica della ricerca, essa documenterà il riemergere del concetto di natura in una serie di studiosi contemporanei, non solo filosofi e non solo francesi, che costituiscono, con qualche eccezione, una generazione successiva rispetto a quella poststrutturalista, che ne sta gradualmente prendendo il posto, in Francia e a livello internazionale. Gli autori su cui si concentrerà questa parte della ricerca, che, nelle sue parti principali, dovrebbe concludersi entro un anno, sono Gregory Bateson, James J. Gibson, Philippe Descola, Bruno Latour, Tim Ingold. Anche questa parte della ricerca sarà oggetto di un volume, dal titolo provvisorio La rinascita della natura nella filosofia contemporanea. L'insieme di queste ricerche si muove nell'ambito della problematizzazione del concetto di modernità, sia sul piano filosofico che sul piano politico; in particolare, da questo secondo punto di vista, l'indagine sul concetto di natura è connessa all'emergere del nuovo paradigma dell'ecologia nella filosofia e nella pratica politica degli ultimi venticinque anni.