Foto del docente

Lorenzo Donati

Assegnista di ricerca

Dipartimento delle Arti

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.pdf 257KB )

Profilo biografico

Dottore di ricerca presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, giornalista, progettista culturale, educatore. Unisce studio e lavoro sul campo conducendo seminari per spettatori, docenze, incontri e workshop di giornalismo, laboratori di educazione allo sguardo e progetti di audience development presso scuole, università, enti pubblici e privati e teatri (fra i quali Ert Teatro Nazionale, Santarcangelo dei Teatri, Teatro delle Albe, Fondazione Iteatri di Reggio Emilia, Teatro delle Briciole di Parma).

Laureato in Storia del teatro e dello spettacolo al Dams di Bologna con una tesi sul teatro argentino di Buenos Aires, i suoi studi vertono in particolare sullo spettatore in ottica interdisciplinare e sui meccanismi artistici di “scrittura con la realtà” intrecciati con il racconto delle poetiche di gruppi e artisti. Nell’ottobre del 2021 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in discipline teatrali, con una tesi dal titolo Verso lo spettatore. Contesti, poetiche, studi e spettacoli attorno al teatro che scrive con la realtà 2000/2019. Suoi saggi sono apparsi in numerose pubblicazioni di settore editi da Titivillus, Editoria & Spettacolo, Giunti e in riviste specialistiche quali “Prove di Drammaturgia”, “Culture Teatrali”, “Sociologia della comunicazione”. Ha co-curato Giovane Danza D'autore. Azione e immaginazione da Cantieri a Anticorpi XL, Anticorpi edizioni, Un colpo, Longo Editore, e Crescere nell'assurdo. Uno sguardo dallo stretto (con R. Mazzaglia, Accademia University Press).

È tra i fondatori di Altre Velocità, gruppo attivo fra giornalismo, radiofonia ed educazione dello sguardo, seguendo le vicende della scena di sperimentazione, testimoniando l'evoluzione delle poetiche dei gruppi. Fa parte della giuria e del Comitato di gestione dei Premi Ubu. Dal 2020 fa parte del comitato di direzione della rivista “La falena”, prodotta ed edita dal Teatro Metastasio di Prato, Teatro di Rilevante interesse culturale. Nel 2021 entra a far parte, dopo selezione su bando nazionale, del “gruppo di ricerca sul campo” del festival Cantieri Culturali Firenze, diretto da Virgilio Sieni e coordinato da Pietro Gaglianò. Collabora e ha collaborato con riviste specialistiche a livello nazionale, settimanali e radio locali scrivendo di teatro e curando rubriche periodiche su “Ravenna & Dintorni”, “La differenza”, “Doppiozero”, “Radio Città del Capo” e altri.

Nel 2021 ha cocurato, con la direttrice Elena Di Gioia, la sezione di incontri della prima edizione del Festival Epica (Bologna e altre sedi), nel 2019 è stato consulente alla direzione artistica del festival Terrena – Tracciati di Land art in Bassa Romagna e dal 2010 al 2014 ha lavorato per il Comune di Ravenna come progettista e coordinatore degli eventi culturali per la candidatura a Capitale Europea della Cultura.


Curriculum e produttività scientifica

>> Principali pubblicazioni

  • A contatto con il problema. Appunti per le arti multispecie, in P. Gaglianò (a cura di), Spazi pubblici e poetici dell'abitare. Festival Cantieri Culturali Firenze 2021, Firenze, Fondazione Michelucci Press, in corso di pubblicazione.

  • Educare allo spaesamento. Note sui percorsi di didattica alla visione, in A. Doria (a cura di), Crescere spettatori. Il teatro va a scuola, Luca Sossella Editore, in corso di pubblicazione.

  • Scrivere con la realtà. Il Giardino di Kepler-452 e il teatro neoepico, III EASTAP Conference Creating for the stage and other spaces, Atti del convegno, in corso di pubblicazione.

  • Danza e critica da Zero a Venti, in Culture Teatrali” n. 30, 2021, pp. 107-122.

  • Frente al dolor de los otros, prefazione in D. De Luca, El psicopompo. El barquero de las almas. El Evangelio según Antonio, edizioni Asociaciòn Cultural Zibaldone, Valencia, 2021, pp. 83-89.

  • Claudio Tolcachir. Il teatro per cambiare la realtà, in Edificio 3. Storia di un intento assurdo, programma di sala, Edizioni Piccolo Teatro di Milano, settembre 2021, pp. 14-20.

  • Il teatro senza spettacoli, in “La falena”, n.1, ottobre 2020, pp. 33-37.

  • Una storia di incredulità, Prefazione in F. Pisano, Una storia di impossibilità, Edizioni Progetto, Napoli, 2020, pp. 2-3.

  • Il dolore degli altri, Prefazione in D. De Luca, Lo Psicopompo, Edizioni Erranti, Cosenza, 2020, pp. 9-13.

  • Il nuovo Vangelo. Un oggetto teatrale non identificato, in “Stratagemmi Prospettive Teatrali”, n. 40, 2019, pp. 187-197.

  • Dal sacro al quotidiano. Esempi teatrali recenti, in R. Cuppone e E. Fuoco (a cura di), Blasphemia. Il Teatro e il Sacro, Laboratorio Olimpico Atti, Vicenza, 2019, pp. 183-191.

  • La norma e l’eccezione. In cerca dello spettatore, in AA. VV, La passione e il metodo: studiare teatro. 48 allievi per Marco De Marinis, Akropolis Libri, Genova, 2019, pp. 203-214.

  • Gi sviluppi delle riviste online, in A. Pontremoli, G. Ventura (a cura di), La danza. Organizzare per creare, Franco Angeli, Milano, 2019, pp. 130-137.

  • Nel terreno dei processi aperti. Proposte per gli spettatori, in “Stratagemmi Prospettive Teatrali”, n. 37, 2008, pp. 53-57.

  • L’audience development nelle poetiche. Clessidra del Teatro delle Forche a Chiatona, in “Sociologia della comunicazione”, n. 56, 2018.

  • Specchio riflesso ovvero quello che non ci aspetteremmo di vedere, in R. Gandolfi (a cura di), Quanto dista il teatro. Un’indagine sociopoetica fra spettatori e non-spettatori a Parma, Corazzano, Titivillus, 2018, pp. 138-140.

  • Laboratorio, educazione, giornalismo per la critica del futuro, in AA.VV. Ivrea Cinquanta. Mezzo secolo di Nuovo Teatro in Italia 1967-2017, ed. a cura di C. Tafuri e D. Beronio, Genova, Akropolis Libri, 2018, pp. 285-292.

  • Crescere spettatori. Una formazione del pubblico fra critica ed educazione (con A. Doria), in “Prove di Drammaturgia”, anno XXIII, n. 1-2, 2017, pp. 82-86.

  • Rappresentazioni di rappresentazioni. Quattro appunti dalla scena teatrale italiana, in Stratagemmi Prospettive Teatrali n. 35, 2017, pp. 137-146.

  • Nella solitudine contro la resa, in G. Guidotti, E. Sangiovanni, Incompiuto. Pilade/Pasolini di Archivio Zeta, ed. a cura di R. Menna, Faenza, Archivio Zeta / Fratelli Lega Editori, 2016, pp. 35-38.

  • Formazione e critica per uno sviluppo del pubblico, in R. Rizzente e A. Cagalli (a cura di), Dieci anni di Pim Off, Imola, Cue Press, 2015, pp. 134-145.

  • Romagna anni Zero. Prepararsi a un terreno di scontri più ampio, in Culture Teatrali” n. 24, 2015, pp. 69-86.

  • Descrivere, tramandare, far conoscere o, al massimo, riconoscersi, conversazione con Franco Quadri, in R. M. Molinari (a cura di), Panta Franco Quadri, Milano, Bompiani, 2014, pp. 385-39.

  • Al lato della rappresentazione. I Paesaggi performativi di gruppo nanou, in “Arabeschi” n. 6, 2016 [http://www.arabeschi.it/al-lato-della-rappresentazione-i-paesaggi-performativi-di-gruppo-nanou-/].

  • Emozioni per un piano demenziale. Rafael Spregelburd incontro con Lorenzo Donati, in “Lo straniero”, n. 182/183, agosto/settembre 2015.

  • Andrea Adriatico: nel campo di battaglia della complessità, in “Prove di drammaturgia”, anno XX, n. 2, 2015.

  • Gli anni zero, il teatro e l'autobiografia, in S. Casi, E. Di Gioia (a cura di), Passione e ideologia. Il teatro (è) politico, Editoria & Spettacolo, Roma 2012, pp. 93-102.

  • Chiaromonte. Il teatro contro la realtà, in “Lo Straniero”, n. 136, Ottobre 2011.

  • Il Teatro che verrà, in C. Valenti (a cura di), Generazioni del nuovo. Tre anni con il Premio Scenario, Titivillus, Corazzano 2010.


    >> Curatele editoriali
  • Guardando i processi creativi (con M. Giovannelli), numero monografico “Stratagemmi Prospettive Teatrali”, n. 37, 2018.

  • Crescere nell’assurdo. Uno sguardo dallo stretto (con R. Mazzaglia), Torino, Accademia University Press, 2018.

  • Un Colpo. Disegni e parole dal teatro di Fanny & Alexander, Motus, Chiara Guidi/Societas Raffaello Sanzio, Teatrino Clandestino (con Altre Velocità), Ravenna, Longo Editore, 2010.

  • Fanny & Alexander, O/Z Atlante di un viaggio teatrale, ed a cura di L. De Angelis, L. Donati, C. Lagani, Milano, Ubulibri, 2010.


>> Relazioni a convegni e coordinamento incontri


  • EASTAP 2021 online Conference New Spectatorship in Post-Covid Times: Theatre and the Digital, Faculty of Communication of Vilnius University and online, 23-24 september 2021, intervento Digital Audiences in Italian Independent Theatre During the Pandemic Crisis: Intimacy and Conversation at Low Resolution.

  • Le scritture del dopo, giornata di studi, Contemporanea Festival, Prato, 25/09/2021, cura e coordinamento di L. Donati, M. Giovannelli, A. Toppi. R. Sacchettini.

  • Che cosa racconteremo? Tavole rotonde in occasione di Epica Festival, Castelmaggiore, Pieve Di Cento, Bologna e altre sedi, 4-16 giugno 2021, cura e coordinamento di L. Donati e E. Di Gioia.

  • Audience development: politiche e pratiche tra sociologia e teatro, a cura di R. Paltrinieri e G. Guccini, DAMSLab, Università di Bologna, 23 maggio 2019, relazione sull’audience development dal punto di vista dell’educazione dello sguardo.

  • Coordinamento presentazione “Quaderni di teatro carcere”, n. 5-6, con C. Valenti, P. Billi, S. Tè, 12 aprile 2019, DAMSLab, Dipartimento delle Arti, Bologna.

  • Che lingua parli?, convegno a cura di A. Porcheddu, Jesi (An), 1 e 2 febbraio 2019. Intervento sulla “bontà” dello sguardo di fronte al Teatro Sociale d’Arte.

  • Dalla pagina alla rete. Forme e strumenti della critica teatrale, convegno di studi di Lettera 22, coordinamento di C. Grazioli. Padova, Teatro Verdi, 10 novembre 2018. Intervento sulle mutazioni della critica teatrale negli ultimi anni.

  • NUOVE SCENE, NUOVE PAROLE seminario a cura di G. Graziani e R. Sacchettini. Riccione, 3 novembre 2018, nell’ambito del TTV Festival 2018. Partecipazione al dialogo attorno alla parola “Pubblico”, con R. M. Molinari.

  • A Porte Aperte. Un convegno sui processi creativi tra sguardi, ricerche, residenze. Kilowatt Festival, Sansepolcro, 18 luglio 2018. Convegno a cura di Altre Velocità e Stratagemmi Prospettive Teatrali

  • Che arte sarà? Proposte e idee per una pratica di teatro sociale del futuro. Modena, Teatro Storchi, 3 maggio 2018. Coordinamento tavolo di lavoro sui processi formativi.

  • Ipotesi. Il teatro, i luoghi, la comunità. Chiatona (TA), Teatro delle Forche, 27 maggio 2018. Intervento su l’audience development nelle poetiche.

  • Di cosa parliamo quando parliamo di Teatro Ragazzi oggi? Convegno a cura di Altre Velocità, festival Teatro fra le generazioni, Castelfiorentino, 18 marzo 2018. Coordinamento lavori e relazione di apertura.

  • Ivrea Cinquanta – Mezzo secolo di Nuovo Teatro in Italia 1967 – 2017. Genova, 5-7 maggio 2017, Palazzo Ducale, a cura di M. De Marinis. Partecipazione alla tavola rotonda della IV SESSIONE: Nuovo Teatro e Nuova Critica: un bilancio. Intervento La mutazione della critica fra web e relazione.

  • Lasciatemi divertire. Il Teatro di Luca Ronconi tra memoria e utopia, giornata di studi a cura di C. Longhi, Laboratori delle arti, Bologna, 17 febbraio 2017; partecipazione alla tavola rotonda con critici e giornalisti con un intervento sui rapporti fra L. Ronconi e R. Spregelburd.

  • Riccione TTV Festival. Dalle avanguardie al post-drammatico. Villa Lodi Fè, Riccione, 5 novembre 2016. Tavola rotonda a cura di G. Graziani, intervento sulla Critica e formazione del pubblico.

  • Crescere nell'assurdo. Convegno di studi e pratiche, Sala Tassinari del Comune di Bologna, 14 maggio 2016. Cocuratela e coordinamento convegno.

  • Primo incontro nazionale per i Titolari di Residenze artistiche, a cura di Regione Emilia-Romagna settore cultura, Bologna, Teatri di Vita, 15 e 16 dicembre 2015. Osservazione, coordinamento e report finale del tavolo "processi formativi”.

  • Il teatro della critica, convegno a cura di P. Giacché, presso Il Funaro e Teatro Bolognini , Associazione Teatrale Pistoiese, Pistoia, 14 e 15 novembre 2015. Intervento Nuova autocritica: pesci nell’acqua o nella rete?

  • Festival. Reportages e riflessioni a cura di Rete Critica e Laboratorio Olimpico. Odeo del Teatro Olimpico, Vicenza, 1° ottobre 2016. Relazione La critica dentro ai festival.

  • Il cacciatore di fantasmi. Una giornata con Rafael Spregelburd, convegno a cura di G. Guccini e S. Mei nell'ambito del progetto A tutto Spregelburd, a cura di S. Mei, Laboratori delle Arti/Teatro, Bologna, giovedì 5 febbraio 2015 . Intervento sulla figura del regista-drammaturgo nel teatro argentino di Buenos Aires nel post-dittatura.

  • Blasphemìa. Il teatro e il sacro. Teatro Olimpico, Vicenza, 7 e 8 novembre 2015. Intervento Dal sacro al quotidiano: esempi teatrali recenti.

  • Incontri ravvicinati. Lo spettatore tra opere, critica, formazione e nuove strategie comunicative-promozionali, convegno di Rete Critica presso Kilowatt Festival, Palazzo delle Laudi, Sansepolcro, Sabato 25 luglio 2015. Relazione Opere, audience development e critica.

  • Italia danza, convegno nazionale Airdanza, Teatro Palladium, Roma, 22 e 23 febbraio 2013. Intervento Discutere la danza.

  • Franco Quadri, uomo di teatro patafisico, convegno a cura di M. Marino, Laboratori DMS, Bologna, 15 febbraio 2012. intervento su critica e militanza.


>> Attività di insegnamento e formazione in ambito critico-giornalistico presso Università

 

  • Nel dicembre 2018 (6 e 7) e nell’ottobre 2021 (30 e 31) conduce due seminari di critica e sguardo (“Crescere spettatori” e “Lo spettatore ridestato”) presso Università del Salento, in collaborazione con il progetto “Palchetti Laterali”, “DamsAid” e Teatro Koreja.

  • Dal 2017 al 2021 conduce diversi moduli di lavoro nel contesto del Master in imprenditoria dello spettacolo, Dipartimento delle Arti – Università di Bologna curando diversi moduli didattici dedicati ai rapporti fra formazione del pubblico, educazione e critica culturale.

  • Dal 2017 al 2020 coordina e conduce, insieme a M. Marino, il laboratorio di giornalismo e critica “Bologna Teatri”, parte dell'offerta formativa del Centro di promozione teatrale La Soffitta, Dipartimento delle Arti – Università di Bologna (presso DAMSLab), sostenuto anche da Ert Teatro Nazionale.

  • Nella primavera 2020 conduce tre ore di lavoro nel contesto del “Laboratorio di Audience Development”, a cura di R. Paltrinieri, Dipartimento delle Arti, Università di Bologna.

  • Nella primavera 2019 conduce sei ore di lezione sulla relazione teatrale come parte del sostegno alla didattica legato alle attività del dottorato di ricerca nell’insegnamento Teorie e culture della rappresentazione, Prof. M. De Marinis, Dipartimento delle Arti, Università di Bologna. Dal 2018 al 2020 svolge assistenza alle attività didattiche del Prof. M. De Marinis, collaborando anche in qualità di esaminatore all’insegnamento Storia del Teatro e dello Spettacolo nel contesto delle attività del dottorato di ricerca.

  • Nel dicembre 2018 conduce tre ore di lezione nel contesto dell'insegnamento Teorie e tecniche delle comunicazioni di massa, Prof. S. Mei, presso il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia applicata dell'Università di Padova.

  • Nel marzo 2018 cura tre ore di lezione sulla critica teatrale all’interno del corso Storia della scenografia (Dipartimento delle Arti, Università di Bologna), Prof. Laura Budriesi.

 

 


Curriculum professionale

 

>> Attività di ideazione, coordinamento e produzione eventi culturali presso enti pubblici e privati


  • Nel 2019 assume l’incarico di consulente alla direzione artistica per il festival “Terrena – Tracciati di Land Art in Bassa Romagna” (estate 2019), festival prodotto dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna con la direzione artistica e organizzativa di Bronson Produzioni. L’incarico di consulenza è consistito nella co-direzione artistica del festival, dapprima ideando la progettualità nelle location indicate dall’Istituzione e in seguito individuando artisti di caratura nazionale e internazionale: dai primi contatti ai sopralluoghi alla definizione degli interventi di ciascun artista, fino all’assistenza alla produzione e comunicazione nella fase finale.

  • Dal 2010 al 2014 collabora con il Comune di Ravenna con un incarico assegnato a seguito di selezione tramite bando pubblico per Ravenna 2019 città candidata a Capitale Europea della Cultura. L'attività in quanto membro dello staff di Ravenna 2019 è consistita nelle funzioni di elaborazione, cura, organizzazione delle azioni del progetto e si è concretizzata in particolare nell'ideazione e organizzazione di eventi culturali e artistici negli anni precedenti alla consegna del dossier di candidatura, e nella stesura del dossier stesso raccogliendo, mediando e sintetizzando le idee e progetti legati alle arti sceniche, al cinema, alla letteratura alla partecipazione dei cittadini, attraverso l'organizzazione di numerosi incontri pubblici e privati, focus group, barcamp, assumendo il ruolo di coordinatore del programma artistico-culturale. La giuria di selezione, pur non avendo attribuito la vittoria a Ravenna, ha espresso pareri positivi rispetto al lavoro svolto, con particolare riferimento al programma artistico-culturale.



>> Attività di educazione dello sguardo, formazione e scrittura in campo critico-giornalistico, audience engagement e formazione del pubblico


  • Nel 2018 e 2019 e 2021 coordina i lavori del Laboratorio per la giuria critica di “Direction Under 30”, progetto dedicato al teatro Under 30 del Teatro Sociale Gualtieri.

  • Nel 2021, dopo selezione pubblica, entra a fare parte del “Gruppo di ricerca sul campo” coordinato da P. Gaglianò, nel contesto del festival Cantieri Culturali Firenze, diretto da Virgilio Sieni.

  • Dal 2019 è condirettore della rivista di critica e cultura teatrale “La falena”, prodotta dal Teatro Metastasio di Prato, diretta da A. Toppi.

  • Nella stagioni teatrale 2018/2019 è responsabile dell’ideazione e della conduzione del Laboratorio avanzato di giornalismo culturaleì, realizzato a Bologna presso la sede dell’Associazione Altre Velocità, in collaborazione con ERT – Teatro Nazionale e Comune di Bologna.

  • Nel 2019 cura e conduce, a Bari, la masterclass di critica e sguardo Gli strumenti dello spettatore, su incarico della Compagnia Licia Lanera.

  • Dal gennaio all’aprile 2018 conduce, in sinergia con A. Giuzio, il laboratorio sullo sguardo L’attore, lo spettatore e la non-scuola, presso il Teatro Rasi del Teatro delle Albe a Ravenna.

  • Dal gennaio all’aprile 2018 cura l’ideazione e la conduzione del laboratorio di formazione per la giuria di selezione del progetto Direction Under 30, presso il Teatro Valli di Reggio Emilia, a cura del Teatro Sociale di Gualtieri.

  • Nel 2016 e 2017 mette a punto il format Tecniche per spettatori partecipanti, un percorso di formazione del pubblico pensato per un pubblico adulto, nel quale si incrociano momenti di engagement legati alla percezione degli spettatori rispetto all'arte e al teatro e momenti di approfondimenti sui linguaggi e sulle estetiche delle stagioni di Ater Circuito Multidisciplinare (a Pavullo, Mirandola, Fidenza)

  • Nel 2015 e 2016 coordina e conduce (insieme a M. Marino) il laboratorio di critica e giornalismo La danza nella città, in occasione della Biennale Danza de La Biennale di Venezia.

  • Dal 2013 in avanti, su commissione di Circuito Teatrale del Piemonte, Ert Teatro Nazionale, Solares Fondazione delle Arti Teatro delle Briciole di Parma, Teatro Nucleo di Ferrara e in altre città italiane conduce e coordina i laboratori di Crescere spettatori, un percorso di educazione allo sguardo pensato con studenti e studentesse di scuole superiori che si compone di laboratori per spettatori, incontri, convegni, inchieste, un monitoraggio e pubblicazioni. In questo ambito cura insieme a Altre Velocità Crescere nell'assurdo, convegno presso Sala Tassinari del Comune di Bologna, 14 maggio 2016. Nel novembre del 2016 una sessione del percorso si sposta a Messina, col progetto Crescere nell'assurdo. Uno sguardo dallo stretto, curato insieme alla docente R. Mazzaglia.

  • Nel 2015 conduce e idea un focus group fra le Associazioni di Casalecchio di Reno a proposito della futura gestione del Teatro Comunale della città, raccogliendo pareri, criticità, proposte per gli anni a venire, alla presenza di rappresentanti del Comune di Casalecchio di Reno e del teatro stesso.

  • Dal 2007 in avanti collabora con diverse strutture teatrali sul territorio nazionale immaginando, conducendo e coordinando incontri fra spettatori e pubblico, registrando e raccogliendo le domande degli spettatori agli artisti, in particolare collaborando con Teatro delle Albe – Ravenna Teatro al Teatro Alighieri in occasione della Stagione di Prosa di Ravenna Teatro, al Teatro Rasi in occasione della non-scuola del Teatro delle Albe, alle Artificerie Almagià in occasione delle serate SMS di Fanny & Alexander e della stagione Ravenna viso-in-aria della Cooperativa E, di Ert Teatro Stabile dell'Emilia-Romagna poi Teatro Nazionale (Conversando di Teatro).

  • Negli stessi anni e dal 2008 idea e conduce un format di incontro fra spettatori e artisti in forma radiofonica, un “talk radio” che avviene dal vivo di fronte al pubblico, poi registrato e messo a disposizione in podcast nel tentativo di ripensare uno spazio comune dell'ascolto e dell'incontro. Tale format nasce a Santarcangelo nel 2008, si sviluppa a Ravenna (in collaborazione con Fanny & Alexander) e si sposta in diversi luoghi sul territorio nazionale, venendo ospitato nelle sue diverse forme da diverse radio locali e nazionali (Città del Capo Radio Metropolitana e Radio Rai Tre).

  • Dal 2010 in avanti collabora con la compagnia Fanny&Alexander, in particolare curando insieme a Chiara Lagani un ciclo di laboratori per spettatori, testimoni e attori legati alla “Testimonianza attiva”. I laboratori sono stati realizzati a Ravenna, presso Ardis Hall, e a L'Arboreto di Mondaino.

  • Dal 2005 in avanti, con una particolare intensificazione dell'attività negli ultimi anni, coordina redazioni di studenti universitari e giovani in laboratori di giornalismo e scrittura in diversi festival e rassegne sul territorio nazionale, raccogliendo e registrando le domande del pubblico under trenta rispetto all'opera d'arte teatrale. Particolarmente stabili sono state e sono le collaborazioni, in questo ambito, con il Festival di Santarcangelo, con il Festival Vie di Modena (Ert Teatro Nazionale) e con Contemporanea Festival di Prato (Teatro Metastasio), La Biennale di Venezia e la Compagnia Virgilio Sieni, Trasparenze Festival (Modena, 2013), Circuito Teatrale del Piemonte (laboratori nei licei di Biella e Cuneo in occasione della rassegna Pleased to meet you, 2012), Associazione Arcobaleno (Pistoia, 2012), Festival Arca Puccini (Pistoia, 2011/2013), BilBolbul Festival (Bologna, 2012), Stagione di prosa di Itc Teatro (San Lazzaro di Savena, Bologna, 2011 e 2012), Per Aspera Festival (Bologna, 2011), Stagione di teatro contemporaneo di Agliana (Pistoia, 2011), La città del teatro (Cascina, 2009), Contemporanea Festival (Prato, 2005, 2007 e 2009), Primavera dei Teatri (Castrovillari, 2009), Interplay (Torino, dal 2008 al 2012), Aria di Tempesta (Scampia, 2007), Terni Festival (2007), Ipercorpo Festival (Forlì, 2007) Non ho mica vent'anni! (Longiano, Fc, 2007).

  • Esordisce come conduttore di laboratori nel 2007, come collaboratore della non-scuola del Teatro delle Albe, ideando e conducendo il laboratorio per adolescenti e giovani “Lo spettatore col taccuino” (in collaborazione con Alberto Marchesani)



Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.