Foto del docente

Leonardo Allodi

Professore associato confermato

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Settore scientifico disciplinare: SPS/08 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI

Curriculum vitae

Leonardo Allodi (1956) si è laureato in Scienze Politiche all'Università di Bologna con una tesi su “La sociologia di Werner Sombart”. Nel 1988 ha svolto un soggiorno di ricerca presso l'«Alfred Weber-Institut» dell'Università di Heidelberg e presso il Bundes-Archiv di Coblenza, finanziato dalla Fondazione «K. Adenauer». Ha conseguito nel 1994 il Dottorato di ricerca in «Sociologia e politiche sociali» presso il Dipartimento di Sociologia dell'Università di Bologna discutendo una tesi su “Modernizzazione e pianificazione sociale nel pensiero di Karl Mannheim”. Nello stesso anno è diventato Ricercatore di Sociologia dei Processi culturali e comunicativi (SPS 08) presso la Facoltà di Scienze Politiche «Roberto Ruffilli» dell'Università di Bologna, dove dal 2001 è Professore associato (SPS/08).

Tra le sue pubblicazioni: Alfred Weber. Una introduzione (1991); La modernità controversa. Analisi storico-sociologica e prospettive epistemologiche (2000); Globalizzazione e relativismo culturale (2003); Quello che non è di Cesare. Comunità, società e stato in R.M. MacIver (2000), “Sociologia della cultura”, 2006; Ha curato e tradotto opere di K. Mannheim, M. Scheler, R. M. MacIver, R. Spaemann, H. Lübbe, M. Mosebach, P.L.Berger e T. Luckmann, Alfred Scütz. I suoi principali ambiti di ricerca sono la Sociologia della conoscenza, la Sociologia della religione e la Sociologia delle culture politiche. Ultime pubblicazioni: “La religione nell'epoca del congiuntivo categorico”, in: La religione dei valori e il valore della religione, 2012, pp. 101-121, ; "Persona e incorporazione. La posizione eccentrica dell'uomo e la società nella sociologia dell'"homo absconditus" di Helmuth Plessner", in: La persona nella teoria sociologica contemporanea, 2012, pp.21-54; “Lo stoicismo cristiano di Robert Spaemann”, saggio introduttivo a: R. Spaemann, Fini naturali, Milano, 2013, pp. 15-38; “Homo technicus. Vergleich zwischen Anthropologie und Technik in M. Scheler und R. Spaemann“, contributo al Convegno organizzato della Scheler-Gesellschaft “Technik und Zivilisationskritik und ihre Kontexte bei Max Scheler”, Schelertagung, (22-25 maggio 2013), Universität Erfurt, in corso di pubblicazione, pp. 15; “Does truth have a future? The problem of the “recession of objective reason” in the sociology of knowledge of K. Mannheim and K.H. Wolff”, Contributo al Convegno “Kurt Wolff and the existential Truth”, Villa Vigoni, 2013, in corso di pubblicazione; “Esperienza religiosa senza religione? Il rito come elemento costitutivo dell’esperienza umana”, in: “Religione e fede nell’età post-secolare”, Milano, 2013, pp. 35-58; “Essere, vivere, pensare” (con G. Miranda), saggio introduttivo a: R. Spaemann, “Dio e il mondo. Un’autobiografia in forma di dialogo”, ‘’. 7-18, 2014; “Diferencia cultural y razón relacional, in: Familia, Educacion y Sociedad: una aproximacion interdisciplinar, a cura di F. Altarejos Masota, A. Rodriguez Sedano, J. Vergara Ciordia, Sanz y Torrs, Madrid, 2014, pp. 109-132; “La sociologia di Werner Sombart tra storia e fenomenologia”, in: “Sociologia Italiana. Ais Journal of Sociology”, nr. 5, 2015, pp. 63-85; “Alfred Schütz e l’ombra di Scheler su di noi”, saggio introduttivo a: Alfred Schütz, Max Scheler. Epistemologia, etica, intersoggettività, trad. e cura di Leonardo Allodi, Morcelliana, 2015, pp. 9-97; “La sociologia di Werner Sombart”, saggio introduttivo a: W. Sombart, Saggi sociologici, Aracne, 2015, pp. 7-162. "Cibo secolarizzato? Intrecci enigmatici", in: Le religioni a tavola, a cura di G. Colombo, Vita e Pensiero, 2016, pp. 125-132;  "Libertà e persona nel pensiero di Robert Spaemann", in:  La libertà in questione, a cura di F. Russo, Edusc, Roma, 2016, pp. 11-19;  "Il patriottismo è (ancora) una virtù", in:   "Studi Cattolici, nr. 660, febbraio 2016, pp. 84-89.