Foto del docente

Laura Sisti

Professoressa associata

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Settore scientifico disciplinare: CHIM/07 FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIE

Temi di ricerca

Parole chiave: Materiali polimerici Idrotalciti Biopolimeri Fibre naturali Compositi e nanocompositi Materiali multifunzionali Materiali con proprietà antibatteriche Biodegradazione Riciclo di materiali polimerici Packaging

  • Preparazione e caratterizzazione di filler inorganici da utilizzare per applicazioni specifiche.
  • Sintesi e caratterizzazione di compositi e nanocompositi attraverso miscelazione in fuso e polimerizzazione diretta.
  • Sintesi e caratterizzazione di nuovi polimeri da fonte rinnovabile.
  • Sintesi e caratterizzazione di polimeri e biopolimeri con proprietà antibatteriche.
  • Preparazione e caratterizzazione di compositi con fibre naturali.
  • Fine vita dei materiali polimerici.
  • Filler inorganici, idrotalciti e montmorilloniti, vengono preparati ad hoc per impartire proprietà specifiche al materiale finale in cui vengono dispersi e per migliorarne le proprietà meccaniche e le prestazioni in termini di resistenza termica, permeabilità ai gas e infiammabilità. I materiali così preparati vengono caratterizzati con Raggi X, FT-IR e termogravimetria.
  • Per quanto riguarda i compositi e nanocompositi a matrice polimerica, essi vengono attraverso l'aggiunta di idrotalciti, montmorilloniti organo modificate e grafene. La dispersione dei filler inorganici nei polimeri viene ottenuta attraverso la sintesi diretta o attraverso la miscelazione in fuso con un mescolatore tipo Brabender o estrusori bivite co-rotanti. I materiali preparati vengono caratterizzati mediante calorimetria a scansione differenziale, termogravimetria, analisi meccanica e dinamico meccanica, microscopia a trasmissione elettronica e raggi X.

  • Nell'ambito dei materiali compositi la ricerca è focalizzata sulla preparazione di materiali a base di biopolimeri e fibre lignocellulosiche come fibre di cocco, canna da zucchero, agave, curauà, canapa e prodotti dagli scarti dell'industria agro-alimentare. Caratteristiche come l'adesione all'interfaccia, resistenza all'impatto e modulo elastico, vengono ottimizzate senza alterare chimicamente le fibre ma sviluppando trattamenti completamente “bio”, come  ad esempio trattamenti enzimatici ed al plasma. I materiali preparati vengono caratterizzati dal punto di vista meccanico, termico e morfologico.

  • Nell'ambito della sintesi e caratterizzazione di nuovi polimeri da fonti rinnovabili la ricerca è focalizzata sullo studio di nuovi monomeri per la sintesi di poliesteri e co-poliesteri che possano offrire garanzie di  biodegradabilità e presentino caratteristiche chimico/fisiche adeguate agli scopi desiderati, come ad esempio, proprietà barriera,  proprietà ottiche,  proprietà meccaniche, proprietà antibatteriche, etc. Tali proprietà vengono studiate e messe a punto modificando la catena macromolecolare inserendo specifici gruppi funzionali o co-monomeri attraverso reazioni in fuso o tramite UV-grafting.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.