Foto del docente

Isacco Turina

Ricercatore confermato

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Settore scientifico disciplinare: SPS/08 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI

Contenuti utili

Sociologia delle religioni - Prova finale

SOCIOLOGIA DELLE RELIGIONI – INDICAZIONI PER LA PREPARAZIONE DELLA PROVA FINALE

Come prova finale del corso di Sociologia delle religioni, ogni candidato preparerà individualmente una ricerca scritta di lunghezza indicativa fra le 15 e le 30 pagine. L’elaborato dovrà approfondire uno dei temi trattati a lezione, o in alternativa un altro argomento inerente la disciplina. In ogni caso, il tema dovrà essere concordato preventivamente con il docente durante il periodo delle lezioni. Le lingue ammesse per la redazione sono italiano, inglese e francese. La prova, in file pdf, dovrà essere inviata al docente all’indirizzo isacco.turina@unibo.it nella prima metà di ottobre 2018. Il voto verrà comunicato via mail a ciascuno studente.

REDAZIONE DELL’ELABORATO

Il testo deve comportare almeno le seguenti parti:

Introduzione: dove si espone l’insieme dell’argomento che si va a trattare, si presenta una ricognizione della letteratura esistente e si anticipano l’approccio, i punti focali, le linee d’analisi o i diversi capitoli dell’elaborato.

Esposizione: normalmente divisa in più capitoli, costituisce il corpo centrale della ricerca. È consigliabile scegliere, all’interno del tema trattato, due o più aspetti specifici sui quali focalizzarsi; a ciascuno di questi aspetti sarà dedicato un capitolo.

Conclusione: comprende un riassunto di quanto esaminato nella ricerca, le conclusioni vere e proprie – ossia ciò che si è ricavato dall’analisi precedente – e suggerisce spunti per ulteriori approfondimenti.

Bibliografia: deve comprendere almeno sei testi, elencati in ordine alfabetico per cognome dell’autore e citati secondo le norme convenzionali della bibliografia (prendere esempio da un libro a stampa di un editore universitario). Tutti i testi presenti in bibliografia devono essere citati nell’elaborato.

VALUTAZIONE

La valutazione dell’elaborato terrà conto dei seguenti aspetti:

- qualità e chiarezza della scrittura

- rigore e profondità nell’uso della letteratura

- coerenza delle argomentazioni e dell’organizzazione del testo

- capacità di elaborare autonomamente i contenuti studiati e discussi a lezione

Ogni caso accertato di plagio – ossia la citazione testuale non evidenziata da corsivo o virgolette, così come l’esposizione di idee e informazioni ricavate da fonti non esplicitamente citate – comporta un giudizio di insufficienza.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.