Foto del docente

Ines Tolic

Professoressa associata

Dipartimento delle Arti

Settore scientifico disciplinare: ICAR/18 STORIA DELL'ARCHITETTURA

Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Fashion Studies

Curriculum vitae

Professoressa Associata in Storia dell'Architettura, Dipartimento delle Arti, Università di Bologna - Campus di Rimini (dal 9 ottobre 2019).

 

Dal 2022 è membro eletto del Consiglio Direttivo e segretario nazionale dell’Associazione italiana di storia urbana (AISU).

Dal 2021 è Coordinatrice della Laurea Magistrale in Fashion Studies, Università di Bologna - Campus di Rimini.

Dal 2020 è membro dello Urban Representations Interest Group in seno alla European Architectural History Network (EAHN).

Dal 2018 è membro del CIRI ICT - Centro di ricerca industriale dell'Università di Bologna per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Dal 2016 è membro del Gruppo di ricerca internazionale CFC - Culture Fashion and Communication.

Dal 2016 è membro del comitato editoriale della rivista European Journal of Creative Practices in Cities and Landscapes (CPCL).

Dal 2016 è membro del comitato editoriale e dal 2018 del Comitato Scientifico della rivista Histories of Postwar Architecture (HPA).

Dal 2016 è rappresentante dell’Emilia Romagna in seno all’Associazione italiana di Storia dell’architettura (AISTARCH).

Dal 2014 è parte del Comitato Scientifico della rivista ZoneModa Journal.

 

Dal 2019 al 2021 partecipa al Collegio docenti del Master di I livello MIXR - Master in Innovation in Extended Reality, Università di Bologna.

Dal 2016 al 2019 è stata responsabile scientifico del modulo Architettura e Layout per la moda nell’ambito del master Design and Technology for Fashion Communication, organizzato dalla Fondazione Fashion Research Italy, Bologna, e dall’Università di Bologna.

Dal 2018 al 2021 è stata Delegata per la Terza Missione / Area Umanistica per il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita.

Dal 2017 al 2021 è stata Membro del Collegio di Dottorato in "Scienza e cultura del benessere e degli stili di vita", Università di Bologna - Campus di Rimini.

Dal 2015 al 2021 è stata membro della Giunta del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università di Bologna - Campus di Rimini.

Dal 2014 al 2021 è stata membro del Comitato scientifico della Collana Editoriale Culture Moda e Società (Pearson-Mondadori, Milano).

Dal 2012-2016 è membro del Tecnopolo dell'Università di Bologna, CIRI MAM, unità operativa "Materiali innovativi per la Moda".

 

Formazione

2009, Dottore di ricerca in Storia dell’Architettura e della Città, Scienza delle Arti e Restauro, conseguito il 9 aprile 2009 discutendo la tesi Skopje 1963-1966: politica, città e memoria in (ri)costruzione presso la Scuola di Studi Avanzati in Venezia.

2004, Laurea in Architettura, conseguita il 4 luglio 2004, presso l'Università Iuav di Venezia discutendo la tesi Città e architettura in Croazia. La nostalgia per le immagini perdute. Nello stesso anno, consegue l’abilitazione all’esercizio della professione di architetto presso l’Università Iuav di Venezia.

 

Carriera accademica

Nel 2022 consegue l'Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore di prima fascia con giudizio unanime della commissione.

Nel 2018 consegue l'Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore di seconda fascia nel SSD ICAR/18 - Storia dell'architettura e, dal 2019, è Professoressa Associata di Storia dell'Architettura presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università di Bologna - Campus di Rimini.

Dal 2012 al 2019 è Ricercatrice a tempo indeterminato in Storia dell'Architettura SSD ICAR/18 presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università di Bologna - Campus di Rimini.

2011, luglio, vincitrice di assegno di ricerca per lo svolgimento di ricerche d’archivio nell’ambito del progetto internazionale Visualizing Venice: http://www.visualizingvenice.org/visu/

2010-2011, vincitrice di assegno di ricerca FSE di durata annuale, presso l'Università Iuav di Venezia, sul tema Rappresentazione e interpretazione del territorio e dei fenomeni urbani, tutor: Donatella Calabi.

2006-2009, vincitrice di una borsa di studio ministeriale per la frequenza del Dottorato di Ricerca in “Storia dell’Architettura e della Città”, XXI ciclo, sede amministrativa Scuola di Studi Avanzati in Venezia.

  

Premi e riconoscimenti

2024, al saggio "News from the Modern Front: Constantinos A. Doxiadis’s Ekistics, the United Nations, and the post-war discourse on housing, building and planning" (Planning Perspectives, vol. 37, issue 5, 2022) viene assegnata la menzione d'onore al Planning Perspectives Prize 2024. 

2016, al volume D. Gachet, A. Scarsella (a c. di), Venise. Histoire, promenades, anthologie et dictionnaire, Robert Laffont, Parigi 2016 viene conferito il premio “belles lettres” da parte dell’Academie Nationale des Sciences, Belles Lettres et Arts de Bordeaux.

2012, al progetto di ricerca internazionale Unfinished Modernisations e all’omonima pubblicazione a cui la sottoscritta contribuisce viene conferito il premio “Neven Šegvić” per la critica architettonica, assegnato annualmente dell’Ordine degli architetti della Croazia.

2009, alla tesi di dottorato Skopje 1963-1966: politica, città e memoria in (ri)costruzione viene assegnato il “Premio Gubbio” dall’Associazione Nazionale Centri Storico Artistici (ANCSA).

 

Partecipazione a progetti di ricerca

Dal 2023 partecipa progetto di ricerca PE11 - 3A-ITALY Made in Italy Circolare e Sostenibile - Codice proposta PE00000004, CUP J33C22002950001, finanziato nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza PNRR - Missione 4 - Componente 2 Investimento 1.3 “Partenariati estesi alle università, ai centri di ricerca, alle aziende per il finanziamento di progetti di ricerca di base” D.D. 341 del 15/03/2022.

Dal 2022, cura e coordina il progetto “Caleidoscopica”, realizzato in collaborazione con la Universidad Argentina de la Empresa (UADE), Buenos Aires, e finanziato tramite bando di Ateneo destinato alla Promozione di iniziative innovative dei Dipartimenti nell’ambito degli accordi quadro di Ateneo e degli accordi di settore.

Fra il 2019 e il 2023 cura e coordina, assieme a Marco Pretelli, il progetto di ricerca “AER - Architettura Emilia Romagna”, frutto di una convenzione dell’Università di Bologna e Regione Emilia Romagna.

Nel 2020 il progetto di ricerca internazionale e multidisciplinare "Fashion and Urban System between Endurance and Ephemerality" (con G. Caffaro e V. Linfante) è selezionato su base competitiva dal comitato scientifico di RIG-Acorso (Université Rennes 2).

Nel 2019 il progetto "Fake and Fashion [https://site.unibo.it/isa/en/activities/isa-topic/isa-topic-selected-projects/falso-e-moda] " (con R. Menarini) è selezionato su base competitiva e ottiene il finanziamento ISA Topic dell’Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna.

2010-2013, partecipa al progetto di ricerca internazionale Visualizing Venice: nuove tecnologie per la ricerca storica cui collaborano l’Università Iuav di Venezia, la Duke University di Durham (NC) e l’Università degli Studi di Padova [http://visualizingvenice.org ]

2010-2012, partecipa al progetto internazionale Unfinished Modernisations. Between Utopia and Pragmatism: Architecture and Urban Planning in Former Yugoslavia and its Successor States, finanziato nell’ambito del programma Cultura 2007-2013 e coordinato da Vladimir Kulić (Florida Atlantic University) e da Maroje Mrduljaš (Università di Zagabria).

2010-2011, collabora al Programma di Ricerca scientifica di rilevante Interesse Nazionale (PRIN), afferente all’ex quota 40% 2008, dal titolo Città costruita, città progettata, città virtuale: il Museo della città, coordinatore nazionale e dell’unità locale Donatella Calabi.

2009, è fra gli ideatori e responsabili del progetto internazionale Towards new strategies for the communication of Macedonia's cultural capital abroad, finanziato dalla tedesca Gesellschaft für technische Zusammenarbeit (GTZ) e sviluppato dalle ONG Coalition for Sustainable Development (CSD), Skopje, e KulturwerkStadt Südost (KWS-SO), Vienna.

 

Periodi di studio e ricerca all'estero

2009, Visiting researcher presso il Dipartimento di Architettura della University of Witwatersrand, Johannesburg, Repubblica Sudafricana; oggetto della ricerca: Architettura contemporanea sudafricana (1994-2009).

2007, Visiting researcher presso il Dipartimento di Architettura della Ss. Cyril and Methodius University, Skopje, Macedonia (FYROM); oggetto della ricerca: La ricostruzione di Skopje dopo il terremoto del 1963.

 

Partecipazione a workshop, seminari, convegni, congressi, giornate di studi in qualità di relatore e/o organizzatore

2016, Napoli (27-29 ottobre), partecipa al VII Convegno Internazionale CIRICE: Delli aspetti de paesi. Vecchi e nuovi media per l’immagine del paesaggio, con il paper Nuovi orizzonti. Costruzione e rappresentazione del paesaggio nella Iugoslavia del secondo dopoguerra (selected speaker).

2016, Bologna (4-5 ottobre) partecipa al congresso internazionale Actors and vehicles of architectural criticism organizzato nell’ambito del progetto Mapping.Crit.Arch: Architectural Criticism 20th and 21st Centuries, a Cartography con il paper “Borba”: a Daily Newspaper, an Architecture Prize and the Spectacle of Criticism (selected speaker).

2016, Catania (27 agosto) partecipa alla conferenza organizzata nell’ambito del international design workshop Arté. Abitare lo spazio urbano con un intervento dal titolo Storia e problemi dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Catania (keynote speaker).

2016, Venezia (29 aprile) partecipa alla conferenza organizzata dall’Aisu La città e i luoghi del lavoro con il paper Il ruolo degli spazi commerciali nel dibattito sulla modernità negli anni fra le due guerre in Italia (invited speaker).

2015, Valencia (18-20 ottobre) partecipa al convegno Le Corbusier, 50 years later organizzato dall’Universitat Politècnica de Valencia con il paper In Quest of Modernity: Le Corbusier’s Project for the New Civic Hospital in Venice (selected speaker).

2015, Padova (2-5 settembre) partecipa al VII Congresso Aisu - Food and the city con il paper Kitchen stories. La cucina tra rappresentazione cinematografica ed evoluzione delle forme (con R. Menarini) (selected speaker).

2014, Tallinn (10-12 ottobre) partecipa al convegno Second world urbanity. Between Capitalist and Communist Utopias organizzato dall’Institute of Art History, Estonian Academy of Arts con il paper Building a World City (invited speaker).

2014, Venezia (12 maggio) partecipa alla conferenza Il patrimonio documentario della Scuola Grande di San Marco: progetti di conoscenza e valorizzazione con il paper L’Ospedale Civile di Venezia (1807-2014). Progetti realizzati ed irrealizzati (assieme a G. Guidarelli) (invited speaker).

2013, Catania (12-14 settembre) responsabile del cluster Identità urbane e coordinatrice della sessione La vita dei luoghi fra materia e memoria al VI Congresso Aisu - Visibile e invisibile: percepire la città tra descrizioni e omissioni (assieme a M. Antonucci).

2013, Carpi (23-24 maggio) partecipa in qualità di relatrice al convegno Strategie d’intervento sui luoghi della memoria organizzato dalla Fondazione Fossoli con un intervento dal titolo La memoria recente dei Balcani (invited speaker).

2013, Venezia (24 gennaio), organizza insieme a Luka Skansi il convegno internazionale Yugoslavia, architecture and cities (1945-1991) - recent studies e vi partecipa con una relazione dal titolo Epicenters of knowledge.

2012, Belgrado (28-29 settembre) membro del comitato scientifico della Conferenza internazionale Architecture and ideology, organizzato dalla Faculty of Architecture University of Belgrade e il Board of Ranko Radović Award, Association of Applied Arts Artists and Designers of Serbia (ULUPUDS).

2011, Durham (NC) (6-9 febbraio) Chat Festival: Humanities, Arts and Technologies organizzato dalla Duke University, Durham (NC); titolo intervento: Visualizing Venice: The Civic Hospital in Venice from the end of the Republic until today, invited speaker (con dott. Gianmario Guidarelli).

2011, Roma (8-10 settembre), coordina la sessione Città, territori e società urbane di fronte ai disastri naturali nel XX secolo al V Congresso Aisu - Fuori dall'ordinario: la città di fronte a catastrofi ed eventi eccezionali (con dott. G. Parrinello e S. Ventura).

2011, Venezia (19-20 aprile) La città e la sua immagine organizzato da Scuola di Dottorato Iuav, Venezia; titolo intervento: “Chi vivrà, vedrà". Modernismo architettonico, narrazione politica e immagini di città nella Iugoslavia del secondo dopoguerra (invited speaker).

2010, Vienna (10-11 novembre) Public space and the challenges of urban transformation in Europe: politics and culture, organizzato dall'Interdisciplinary Centre for Urban Culture and Public Space (SkuOR), Vienna; titolo intervento: Reading the Right to the city (selected speaker).

2009, Praga (6-7 ottobre), European cities within the period of the World War II’s end up to the Cold War’s end (1945–1989) organizzato da Prague City Archives e dalla Faculty of Social Sciences, Charles University, Praga; titolo intervento: Planning as diplomacy. The reconstruction of Skopje (Yugoslavia) after the earthquake of 1963 (selected speaker).

2009, Skopje (31 ottobre), Towards new strategies for the communication of Macedonia's cultural capital abroad organizzato dalla ONG Coalition for Sustainable Development – CSD, Skopje, e dalla KulturwerkStadt Südost (KWS-SO) con il patrocinio di Deutsche Gesellschaft für Technische Zusammenarbeit (GTZ); titolo intervento: Skopje between memories and representations (keynote speaker).

2009, Skopje (8-14 giugno), The Aftershock of the Postmodernism, organizzato da Forum Skopje, Skopje organizzato da Forum Skopje; titolo intervento: Images as material for reconstruction (keynote speaker).

2009, Skopje (8-14 giugno), per il Forum Skopje, organizza e coordina il workshop didattico Urban (re)generation assieme alla dott.ssa B. Stefanovska e alla prof.ssa D. Penčić.

2009, Skopje (9-15 maggio), Reading the City: Urban Space and Memory organizzato da Remembrance, Responsibility and Future Foundation (Geschichtswerkstatt Europa), Goethe Institut e Technische Universität, Berlino; titolo intervento: Skopje, an incomplete project of modernity (invited speaker).

2009, Skopje (9-15 maggio), collabora al coordinamento del workshop Urban space and memory realizzato con il supporto della Remembrance, Responsibility and Future Foundation (Geschichtswerkstatt Europa), del Goethe Institut e della Technische Universität, Berlin, assieme a S. Harold, B. Langer e J. Lechler.

2009, Milano (19 maggio), Kenzo Tange e l’architettura contemporanea giapponese, lezione presentata presso la Facoltà di Architettura e Società, Politecnico di Milano.

2009, Cesena (22 aprile), Architettura Contemporanea in Giappone, lezione presentata presso la Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” - Cesena, Università di Bologna.

2009, Milano (19-21 febbraio), La città e le reti, IV Congresso dell’Associazione Italiana di Storia Urbana (AISU), titolo intervento: La città nella rete: ovvero, la programmazione dello sviluppo come metafora politica nei progetti per Skopje (1963-1966) (selected speaker).

2008, Venezia (11-13 dicembre), Fare Storia 6: Quando è scultura, organizzato dalla Scuola di Studi Avanzati in Venezia; titolo intervento: La pietra e la parola. Daniel Libeskind e il nuovo WTC (selected speaker).

2008, Skopje (2-7 giugno), The city and its identity, organzzato dal Forum Skopje (inclusa la sottoscritta); titolo intervento: A new masterplan for Skopje.

2008, Skopje (2-7 giugno), per il Forum Skopje, organizza e coordina il workshop didattico The city and its identity.

2007 (10-13 dicembre), Venezia: Corpi e anime, organizzato dall’Associazione Culturale Modulo LEM e dal Senato degli studenti IUAV; titolo intervento: I progetti del Movimento metabolista: città, architettura e società declinate al futuro (invited speaker).

2006 (14-15 giugno), Venezia: Efficacia delle immagini, convegno organizzato dalla Scuola di Studi Avanzati in Venezia; titolo dell'intervento: Skopje '63: il ruolo delle immagini come materiale da (ri)costruzione (selected speaker).

2001, Krk (13-21 gennaio), partecipa al workshop Urban development and Freshwater Resources: Small Costal Cities, organizzato dall'Università Iuav di Venezia.

 

Mostre:

(2018) cura la sezione dedicata alla ricostruzione di Skopje dopo il terremoto del 1963 nell'ambito della mostra "Ricostruzioni. Architettura, città e paesaggio nell'epoca delle distruzioni", curata da Alberto Ferlenga e Nina Bassoli, presso la Triennale di Milano (30 novembre 2018 - 10 febbraio 2019).

(2016) cura la mostra Bodyscapes, nell’ambito del Bolgona Design Week, ex Ospedale dei Bastardini, Bologna (28 settembre-1 ottobre): https://eventi.unibo.it/zonemoda-exhibition-bodyscapes

(2015) cura la mostra Fashion loves food, nell’ambito del progetto “Di Piazza in Piazza” promosso dall’Università di Bologna, Museo della città di Rimini (9-28 giugno): http://corsi.unibo.it/Laurea/CultureTecnicheModa/Eventi/2015/06/zonemoda-special-9-28-giugno-2015-fashion-loves-food.aspx

(2014) partecipa con la ricerca sulla ricostruzione di Skopje alla mostra collettiva Lifting the Curtain. Central European Architectural Networks, organizzata dalla Fundacja Polskiej Sztuki Nowoczesnej – Polish Modern Art Foundation di Varsavia nell’ambito della Biennale di Architettura di Venezia: http://www.domusweb.it/en/art/2014/07/14/lifting_the_curtain.html

(2013) cura la mostra “Skopje 1963-1965: rekonstrukcija / Skopje 1963-1965: the reconstruction” nell'ambito della 35. Settimana dell'Architettura, presso il Museum of Applied Arts di Belgrado.

(2012) presenta gli esiti delle ricerche "Borba for architecture" e "Japan looks West" nell'ambito della mostra "Unfinished Modernisations", Umetnostna galerija Maribor [Maribor Art Gallery], Maribor, Slovenia 10/02-20/04/2012.

(2011) cura la mostra "Borba for architecture" in seno al progetto "Unfinished Modernisations, Architecture and Urban Planning in Former Yugoslavia and its Successor States” (progetto promosso dall'Unione Europea nell'ambito del programma Cultura 2007-2013), Skopje 2-8 aprile 2011 e Belgrado 5-15 maggio 2011.

(2006) cura la sezione dedicata al Friuli Venezia Giulia (selezione critica di 30 opere rappresentative progettate e realizzate nell’arco del XX secolo, accompagnata da relativa documentazione fotografica) in G. Leoni, A. Trentin, I linguggi alti della architettura italiana / I linguaggi altri della architettura italiana, Parma, Chiesa di S. Ludovico (23-29 ottobre 2006, Festival dell’Architettura), sezione Geografie.

 

Attività didattica

AA 2014-19, Storia del design e dell’architettura contemporanea (12 cfu), CdL Culture e tecniche della moda, Università di Bologna, Campus di Rimini; Places of Fashion and Design, Laurea Magistrale in Fashion Culture and Management, Università di Bologna - Campus di Rimini;

AA 2014-15, Storia dell’urbanistica in età contemporanea (6 cfu), Laurea Magistrale in Arti visive, Università di Bologna.

AA 2012-14, Storia dell’architettura contemporanea (6 cfu) e Storia del design (6 cfu), CdL Culture e tecniche della moda, Università di Bologna, Campus di Rimini; Luoghi della moda e del design (6 cfu), Laurea Magistrale in Moda, Università di Bologna, Campus di Rimini.

AA 2011-12, Architettura e allestimento per la moda (6 cfu), CdL Culture e tecniche della moda, Università di Bologna, Campus di Rimini.

AA 2011-2012, Docente presso la Venice International University, corso: F1105 Architectural and Urban Heritage. Transforming Venice after the collapse of the Republic (con dott. Leo Shubert).

AA 2010-2011, Assistente alla didattica al corso di Storia dell’architettura e Storia della città e del territorio;Università Iuav di Venezia; docente: prof.ssa Donatella Calabi.

AA 2009-2010, Assistente alla didattica al corso di Storia dell’architettura e Storia della città e dell’architettura, Università Iuav di Venezia; docente: prof. Guido Zucconi.

AA 2004-2006, Assistente alla didattica al corso di Teorie dell’urbanistica, Università Iuav di Venezia; docente: prof. Leonardo Ciacci.