Foto del docente

Giovanni Giorgini

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Settore scientifico disciplinare: SPS/01 FILOSOFIA POLITICA

Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionali

Curriculum vitae

Giovanni Giorgini (Bologna, 1959) è Professore ordinario di Filosofia della Politica nel Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna.

 È Life Member del Clare Hall College, Cambridge, di cui è stato Fellow. È stato Visiting Professor nel Committee on Social Thought dell'Università di Chicago; nel Philosophy Department dell'Università di Pittsburgh; Visiting Scholar presso l'Università di Cambridge, l'Università del Wisconsin (Madison) e la Columbia University di New York, dove è stato anche Fellow dell'Italian Academy for Advanced Studies in America e Adjunct Professor of Political Science. Ha, infine, insegnato presso l'IMT-Alti Studi di Lucca, la Libera Università di Bolzano e il Dickinson College di Carlyle, Bologna branch. È membro del comitato di direzione delle riviste “Filosofia Politica” (Il Mulino), “Etica & Politica” (online) e membro del comitato scientifico di “Il Pensiero Politico” (Olschki). È membro e past president del Collegium Politicum, una rete internazionale di studiosi del pensiero politico classico, e del comitato scientifico di Società Libera, un'associazione per la promozione degli ideali liberali; è inoltre membro dell'European Association of Historians of Political Thought, dell'Associazione Italiana Storici delle Dottrine Politiche, della Società Italiana di Filosofia Politica e della Renaissance Society of America.

Si è laureato in Filosofia all'Università di Bologna con Nicola Matteucci e si è perfezionato all'Istituto Italiano Studi Storici di Napoli sotto la guida di Marcello Gigante ed Ettore Lepore. Ha conseguito il dottorato di ricerca in storia del pensiero e delle istituzioni politiche all'Università di Torino con la supervisione di Nicola Matteucci e Lucio Bertelli e ha quindi svolto attività di ricerca post-dottorato all'Università di Cambridge grazie a una borsa di studio del CNR.

 

Giorgini ha studiato prevalentemente la filosofia greca antica, il liberalismo novecentesco e la ripresa del pensiero politico classico nella filosofia contemporanea. È interessato particolarmente alla storia dei concetti e delle idee e alla maniera in cui le istituzioni recepiscono e incarnano ideali politici: il rapporto tra politica e ‘visione' e come lo studio dei classici contribuisca a creare una visione politica. I suoi attuali interessi di studio sono, sul piano storico, il rapporto tra Machiavelli e il pensiero classico; sul piano teorico, il relativismo antico e moderno e le strategie utilizzate per contrastarlo: da tempo sta scrivendo un saggio nel quale cerca di utilizzare nozioni tratte dal diritto per mostrare l'inefficacia pratica delle pretese relativistiche. Giorgini si è occupato anche dei fondamenti filosofici della teoria della decisione, soprattutto in ambito politico.

 

 

È autore di tre libri: La città e il tiranno. Il concetto di tirannide nella Grecia del VII-IV secolo a.C. (Giuffrè, 1993), un esame dell'evoluzione del concetto di tirannide nella Grecia antica; Liberalismi eretici (Edizioni Goliardiche, 1999), un profilo interpretativo di alcuni filosofi politici contemporanei, quali Stuart Hampshire, Leo Strauss, Martha Nussbaum, Michael Oakeshott, Alasdair MacIntyre; I doni di Pandora. Filosofia, politica e storia nella Grecia antica (Bonomo, 2002), un'esplorazione di alcuni temi filosofico-politici e di alcuni autori del pensiero politico classico, quali Protagora, Platone, Aristotele, Tucidide, Senofonte, condotta nella prospettiva della storia concettuale. Ha pubblicato inoltre una traduzione, con note e introduzione, del Politico di Platone (Rizzoli, 2005), numerosi saggi in diverse lingue su riviste specialistiche, traduzioni e voci di enciclopedie.