Foto del docente

Gian Luca Tusini

Assistant professor

Department of the Arts

Academic discipline: L-ART/03 History of Contemporary Art

Useful contents

SUGGERIMENTI IN MATERIA DI TESI (Leggere con attenzione!)

 

Oltre a quanto previsto dalle disposizioni di Ateneo in materia, gli studenti che desiderano avermi come relatore della propria tesi sono invitati a tenere presente quanto segue:

-PREMESSA FONDAMENTALE: visto che un noto proverbio recita che "presto e bene non vanno insieme", è di tutta evidenza come le corse dell'ultimo minuto per scrivere e presentare la tesi siano da evitare, in quanto dannose per la qualità del lavoro stesso.

Lo studente deve venire al ricevimento con intenzione di chiedere la tesi avendo davanti a sè un periodo di tempo adeguato per l'elaborazione della medesima.

Inoltre darò il mio consenso (nulla osta) alla discussione finale solo quando avrò corretto e approvato la tesi nella sua forma organica (cioè tutti i capitoli), o almeno la maggior parte in caso di lavoro particolarmente corretto e promettente, anche se naturalmente fino all'imprimatur sono possibili variazioni, aggiustamenti, cancellazioni, ecc., ecc.

Gli studenti sono invitati a portarmi per la correzione   il primo capitolo o parte di esso, in forma quanto più possibile definitiva (cioè non accetto appunti, ritagli ecc.) e sono pregati di farsi vedere con una certa frequenza e continuità nei mesi che precedono la discussione, portandomi di volta in volta nuove parti del lavoro e discutendo con me le correzioni. La tesi non si fa "per corrispondenza" e deve nascere da un rapporto  continuo tra il docente e il candidato che possa favorire il confronto. ATTENZIONE: non ha senso (nè è consentito) redigere la tesi per intero, come fosse un temino scolastico per casa e caricarla su internet aspettando che il relatore poi eventualmente intervenga a fatto compiuto, senza discuterla!!

Io correggo con la penna rossa sulla copia cartacea, in corso d'opera!! Non è serio né lecito pretendere di laurearsi non avendomi sottoposto nulla a un mese dalle discussioni!!

-non considero pregiudiziale il voto ottenuto nell'esame di profitto,  ma preferirei affrontare il percorso della tesi con coloro che sono sinceramente motivati da interesse nei riguardi della materia.

-è bene presentarsi già con qualche idea in merito, che potrà maturare al meglio solo da argomenti che suscitino realmente l'interesse del laureando. La tesi triennale infatti, ancorché (e proprio perché) triennale, è un punto di partenza per il candidato e non la conclusione burocratica di una fase degli studi. Per la tesi magistrale valgono le medesime considerazioni.

-nella redazione dell'elaborato, ancorché provvisorio, è bene abituarsi subito a seguire le norme redazionali pubblicate in questo sito (vedi).  Oltre alla correttezza dei contenuti,  anche la cura nella redazione, nelle citazioni bibliografiche, nel corredo iconografico ecc., è parte essenziale per una buona riuscita. Sono disponibile a dare qualsiasi spiegazione in materia. Si ricorda che l'appropriazione di scritti altrui, in tutto o in parte (cioè senza dichiarare l'autore), costituisce reato di plagio ai sensi dell'articolo 1 della legge 19 aprile 1925, n. 475, e come tale passibile di denunzia all'Autorità giudiziaria.

Attenzione! Avviso per i laureandi: norme anti-plagio

A partire dalla sessione di marzo 2019 la LM in Arti Visive adotterà il supporto informatico Compilatio, previsto dall’Università di Bologna: il software affianca l’attività di verifica dei docenti su qualità e originalità delle tesi di laurea.


- ribadisco: una volta concordato l'argomento (che potrà subire aggiustamenti più o meno radicali, naturalmente) il candidato è pregato di portare un capitolo alla volta in copia cartacea e possibilmente NON elettronica ("carta canta"; come ho scritto sopra io correggo all'antica, con la biro rossa, per discutere le correzioni assieme al candidato...) e di tenere conto delle correzioni che verranno apportate, in modo da fissare per quanto possibile la redazione ultima.  Ci si deve infatti presentare alla discussione con una tesi definitiva e approvata, senza interventi dell'ultimo secondo, spesso dispersivi e inutili. E' inoltre buona norma che il candidato organizzi quanto prima il proprio lavoro abbozzando, prima di cimentarsi nella scrittura, una sorta di indice provvisorio che mi sottoporrà, da cui sortirà la vera struttura dell'elaborato. Questo per abituarsi a procedere con ordine e metodo nella trattazione.

- coloro che per un qualsiasi motivo dovessero rinunciare a discutere la tesi nella sessione prefissata, o decidessero di cambiare relatore, sono pregati di comunicarmelo il più presto possibile.

-per quanto riguarda la Laurea triennale DAMS, lo studente deve informarsi personalmente sulla data di convocazione della propria Sottocommissione, consultando la relativa pagina web del Corso di Laurea. La mancata presentazione del candidato alla seduta comporta il rinvio alla sessione di laurea successiva.
GLT