Foto del docente

Gabriella Verucchi

Professoressa associata confermata

Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche

Settore scientifico disciplinare: MED/17 MALATTIE INFETTIVE

Direttrice Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive e Tropicali (DI 68/2015)

Coordinatrice del Corso di Laurea in Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di infermiere)

Curriculum vitae

VERUCCHI GABRIELLA è nata a Bologna il 06/01/52.

-       Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Bologna in data 11 novembre 1977  con votazione di 110/110 e Lode, nello stesso anno abilitazione all'esercizio professionale.

- Iscritta dal 24/01/78 all'Ordine dei Medici Chirurgici e degli Odontoiatri della provincia di Bologna.

- Diploma di Specializzazione in Malattie Infettive con Lode il 25.06.80

- Diploma di Specializzazione in Pediatria con Lode il 02.07.84 conseguiti presso l'Università di Bologna

- Diploma Nazionale di Ecografia Clinica della Società Italiana di Ultrasonografia in Medicina e Biologia nel svoltosi a Roma nel dicembre 1989

- E' stata  Ricercatore Confermato presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Bologna con opzione Dipartimento di Medicina Clinica Specialistica e Sperimentale  sezione Malattie Infettive Med/17, dal 16 febbraio 1984 al 28 febbraio 2005 a tutti gli effetti, dal 1 agosto 1980 ai soli fini giuridici (D.R. 618 del 25/6/85) con attività assistenziale.

- Ha acquisito Idoneità al ruolo di Professore Associato per il settore scientifico disciplinare MED/17 – Malattie Infettive, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Bologna in data 29.09.04

- E' Professore Associato con opzione Dipartimento di Medicina Clinica Specialistica e Sperimentale  sezione Malattie Infettive per il settore scientifico disciplinare MED/17 – Malattie Infettive, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Bologna  dal 1 marzo 2005 al 13 aprile 2008 con assistenza presso la UO di Malattie Infettive dell'Azienda Ospedaliera di Bologna Policlinico S.Orsola Malpigli. Dal  14 aprile 2008 a tutt'oggi si è effettuata opzione presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche permanendo asistenza presso la U.O. di Malattie Infettive dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola Malpigli

- Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Bologna dal Novembre 2007 per il triennio 2007/2010 prorogafa fino al 2010, Coordinatore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Bologna Capofila Federata  con  le Scuole di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Ancona e Ferrara nell'anno accademico 2008/2009, Coordinatore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Bologna Capofila Aggregata   con  la Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Ferrara nell'anno accademico 2009/2010, Coordinatore della Scuola di specializzzione in Malattie Infettive dell'Università di Bologna Aggregata con la Scuola di specializzzione in Malattie Infettive dell'Università di Modena nell'anno accademico 2010-2011; Coordinatore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Bologna, Capofila delle Scuole di Specializzazione in Malattie Infettive dell'Università di Ferrara, Modena e Parma nell'anno accademico 2011-2012. Attualmente Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive e Tropicali dell'Università di Bologna

-Coordinatore del Corso di Laurea in Infermieristica dell'Università di Bologna per il triennio 2018-2021

- Docente di Malattie Infettive nel Corso di Laurea Specialistica di Medicina e Chirurgia,  nel Corso di Laurea triennale in Igienisti Dentali, nel Corso di Laurea triennale in Infermieristica  e nel corso di laurea triennale in Dietistica dell'Università di Bologna.

- Docente di Malattie Infettive nelle Scuole di Specializzazione in Malattie Infettive, in Medicina Interna, in  Gastroenterologia Clinica,  in Igiene  e Medicina Preventiva,  in Dermatologia dell'Università di Bologna

-Dal 01.01.02 al 31 dicembre 2009 Conferimento, ai fini assistenziali ed ai sensi dell'art. 27 comma 1 - lettera c) del CCNL/2000, presso U.O. Malattie Infettive dell'incarico dirigenziale professionale ad alta specializzazione di Responsabilità di articolazione funzionale denominata "Trattamento delle epatiti virali in soggetti HIV positivi. Monitoraggio tossicità dei farmaci antiretrovirali e protocolli terapeutici".

Dal 15 giugno 2009 fino al 23 dicembre 2009 Affidamento di Incarico di Direzione dell'U.O. di Malattie Infettive dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dal 01.01.2010 Responsabile della Struttura Semplice "Epatopatie ad eziologia virale" presso l'U.O. di Malattie Infettive dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola Malpigli  

-    E' Responsabile dell'Ambulatorio di Epatologia  istituito presso l'Istituto di Malattie Infettive del Policlinico S.Orsola Malpighi Università di Bologna dal momento dell'assunzione dell'attività assistenziale

-   Medico Referente dell'U.O. Malattie Infettive della Azienda Ospedaliera di Bologna  per il rilascio dei piani terapeutici per le note CUF relative all'uso di: "Interferoni, Lamivudina, Ribavirina, Ganciclovir, Foscarnet, Pentamidina, Tacrolimus e nuovi DAAs"

- Dal Novembre 2000 è Referente Medico delle Malattie Infettive per il programma aziendale di trapianto di fegato dell'Azienda Ospedaliera di Bologna Policlinico S.Orsola Malpigli

- Dal novembre 2001 è Referente Medico delle Malattie Infettive per il programma aziendale di trapianto di polmone dell'Azienda Ospedaliera di Bologna Policlinico S.Orsola Malpigli per il controllo delle infezioni.

- Fa parte dell'equipe infettivologica dell'UO di Malattie Infettive che partecipa al programma aziendale di trapianto di fegato per la valutazione dell'idoneità infettivologica del paziente candidato al trapianto di fegato, inoltre partecipa alla controllo delle infezioni pre e post trapianto

- Ha fatto parte nell'anno 2003 e 2007 della Commissione AISF sul trapianto di fegato per la elaborazione di linee guida nazionali relativamente al management del paziente con trapianto di fegato.

-Nell'anno 2008-2009 è stata Componente della Commissione Regionale per la stesura delle “Linee guida per il trattamento dell'Epatite Cronica B nell'Adulto"

- Dal Luglio 2009 a dicembre 2011 ha fatto parte della Commissione Provinciale del Farmaco della Città  di Bologna

- Da settembre 2012 fa parte del Gruppo di Lavoro  Regionale Multidisciplinare sui Farmaci per l'Epatite Cronica C

·   Dal 1990 si è interessata anche alla messa a punto di alcuni protocolli terapeutici con alfa-IFN per la cura della epatite cronica da HBV, HDV e HCV in eta' pediatrica. In particolare ha partecipato, con altri epatologi europei, in qualità di esperto, alla "Consensus Conference" tenutasi a Madrid nel 1997 per la messa a punto di linee guida per il trattamento dell'epatite cronica da HBV in età pediatrica. Svolge ricerche anche nell'ambito della terapia dell'epatite cronica da HCV nei bambini collaborando con diversi centri epatologici pediatrici nazionali, per la messa a punto di protocolli terapeutici per la cura dell'epatite cronica da HCV nel bambino.

-Dall'aprile al giugno 1994, all'inizio della sua attività epatologica nell'ambito del trapianto di fegato, ha effettuato uno stage presso la Division of Transplant Surgery della Università di Pittsburgh, Pennsylvania, diretto dal Prof TE.Starzl. partecipando attivamente alle attività cliniche e scientifiche relative al controllo dei pazienti adulti e pediatrici candidati o già sottoposti al trapianto di fegato.

·   Attualmente collabora il Prof Carlo Ferrari, direttore dell'Istituto di Malattie Infettive di Parma, per la valutazione della evoluzione della epatite acuta da HBV. Lo studio di tipo osservazionale descrittivo  si prefigge di effettuare 1-Caratterizzazione funzionale dei linfociti CD8 HBV-specifici per paragonare le risposte immunitarie associate al controllo dell'infezione o alla persistenza virale. Da tale studio potrebbero derivare indicazioni su come manipolare terapeuticamente le risposte immunitarie dei pazienti in cui il virus persiste cronicamente, per renderle simili a quelle associate alla guarigione e indurre così il controllo dell'infezione in quei pazienti che non riescono a eliminare il virus spontaneamente. 2 Analisi fenotipica e funzionale delle cellule CD4 regolatorie per valutare il loro coinvolgimento nella patogenesi della disfunzione linfocitaria virus-specifica, tipica dei soggetti con evoluzione cronica dell'epatite. Correlando i dati fenotipici (frequenza di cellule CD4+CD25+FoxP3+) e quelli funzionali (produzione di citochine in presenza di anti-CTL-A4 o dopo deplezione della popolazione Treg) con i parametri virologici di replicazione virale ed ematochimici di attività di malattia, sarà possibile definire meglio il ruolo delle cellule Treg nella patogenesi dell'infezione da HBV.

-  Collabora con altri centri di infettivologia e di epatologia pediatrica al fine di valutare l'andamento epidemiologico delle epatiti croniche da HBV in età pediatrica e come, con l'introduzione della vaccinazione anti epatite B in età pediatrica, si sia modificato l'andamento epidemiologico di questa infezione.

- In particolare in ambito epatologico pediatrico ha coordinato con il Prof Andreone dell'Università di Bologna  uno studio multicentrico randomizzato rivolto alla terapia dell'epatite cronica da HBV  tramite l'utilizzo della Vitamina E. Il riconoscimento delle proprietà immunostimolanti della vitamina E fornisce il razionale per il suo impiego nelle infezioni virali croniche, come agente immunomodulante.

- Inoltre fa parte dall'anno 1998 dell'osservatorio epidemiologico nazionale per il controllo dell'infezione da HCV in età pediatrica, al fine di conoscere con quale modalità il bambino contrae questa infezione e quale sia l'andamento di questa infezione in questa età, e partecipa a gruppi nazionali ed internazionali per lo studio della epatite da HCV in età pediatrica.

. Svolge ricerche nell'ambito delle infezioni da virus epatotropi anche nei pazienti con infezione da HIV e coordina l'attuazione di diversi protocolli terapeutici per il controllo delle epatopatie virali croniche nei pazienti affetti da infezione da HIV. La sua ricerca è volta anche allo studio della epatotossicità dei farmaci antiretrovirali, in particolare valuta il ruolo che questi farmaci possono avere nel determinare epatotossicità o aggravare il decorso della malattia epatica nei soggetti con concomitante infezione da HBV e/o HCV.

- Nell'ambito del IV programma Nazionale di Ricerca sull'AIDS dell'Istituto Superiore di Sanità dall'anno 2001 partecipa in qualità di Collaboratore al progetto “ HOST- HIV Organ Sharing and Transplantation – Registro Nazionale del Trapianto d'organo solido in soggetti con infezione da HIV”

- Partecipa al Programma di Ricerca Regione-Università  "2007-2009 Area 2- Ricerca per il governo clinico col Progetto coordinato dal Prof. Ferrari dal Titolo  Progetto integrato di razionalizzazione delle risorse cliniche e laboratoristiche nel governo clinico dell'infezione da virus B in Emilia Romagna" Nell' U.O. di Malattie Infettive dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola Malpighi è responsabile del progetto

- Nell'ambito del Programma di Ricerca CCM 2011 Regione Emilia Romagna- Azienda ospedaliero Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola Malpighi partecipa allo “Studio epidemiologico relativo alla stima di patologie infettive neglette nella popolazione immigrata in 5 regioni italiane, e valutazioni delle potenziali ricadute in ambito socio-epidemiologico clinico, e trapiantologico  Codice dello studio: MAL.INF.-12-01 coordinato dal Prof P Viale

- Nell'ambito progetto FIRB 2011 partecipa allo studio “Studio multidisciplinare finalizzato all'identificazione e caratterizzazione di markers innovativi in grado di definire il ruolo di virus epatotropi nello sviluppo del carcinoma epatocellulare: un modello di incontro tra ricerca di base ed applicativa. (Studio HIRMA) coordinato dal Prof CF Perno

- Nell'ambito del Programma di Ricerca Regione-Università 2010-2012 Area 1 “Bando Giovani Ricercatori” partecipa allo studio dal titolo “A personalized medical approach to treat bacterial infections in patients with liver cirrhosis” coordinato dal Prof P Caraceni

E' stata Tutor di Assegni di ricerca dal titolo:

“Studio osservazionale sulla prevalenza dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari nei pazienti con infezione da HIV e valutazione dei marcatori surrogati di rischio cardiovascolare (lesioni ateromasiche delle arterie carotidi e molecole di adesione delle cellule endoteliali) (Studio RiCHIV – Rischio cardiovascolare in HIV).   

"Studio osservazionale sulla prevalenza dei fattori di rischio di progressione delle malattie cardiovascolari, osteoporotiche ed epatiche nella popolazione HIV positiva, rispetto alla popolazione HIV-negativa

"Studio sulla dimissibilità e sulla gestione integrate a domicilio delle tubercolosi polmonari positive per bacilli alcol-resistenti (BAAR)

E' Tutor dell'assegno di ricerca dal titolo:

"Recidiva di Epatocarcinoma nei pazienti cirrotici con confezione da HIV ed HCV trattati con antivirali diretti: uno studio multicentrico.

E' stata tutor di borsa di studio dal titolo :

  • Epatiti virali croniche ed infezione da HIV: Sorveglianza  delle infezioni con valutazione delle tossicità farmaco relate
  La sua attività di ricerca è ampiamente rilevata dalla partecipazione sia in prima persona, sia in qualità di collaboratrice, a numerosi progetti di ricerca alcuni finanziati dall'Università di Bologna, altri a carattere nazionale. La sua attività di ricerca è inoltre ampiamente rilevata dalla partecipazione attiva a vari congressi sia nazionali sia internazionali, anche in qualità di relatrice.

E' socia:       Della Società Italiana per lo Studio delle Malattie Infettive e Parassitarie        Della Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali       Della Società Italiana di Pediatria  della Società Italiana per lo Studio del Fegato della Associazione Europea per lo Studio del Fegato della Società Italiana di Gastroenterologia ed Epatologia Pediatrica

Infine la prova della sua attività scientifica è documentata dalla partecipazione attiva in qualità di relatore a numerosi Congressi nazionali ed Internazionali, inoltre è documentata dalla stesura di pubblicazioni scientifiche, sia su riviste nazionali sia su riviste internazionali, alcune delle quali censite dai principali cataloghi nazionali ed internazionali sui più comuni sistemi di ricerca bibliografica: National Library of Medicine, PubMed, Excerpta Medica, etc..