Foto del docente

Francesca Fornari

Ricercatrice a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita

Settore scientifico disciplinare: BIO/12 BIOCHIMICA CLINICA E BIOLOGIA MOLECOLARE CLINICA

Temi di ricerca

Parole chiave: Epatocarcinoma MicroRNA Cancro Terapia a bersaglio molecolare Biomarcatori

Tematiche di ricerca

L'attività di ricerca si inserisce nell’ambito dell’oncologia molecolare ed è volta alla caratterizzazione delle vie di segnalazione coinvolte nel processo di farmaco resistenza e progressione tumorale e all’identificazione di innovative strategie terapeutiche per il trattamento dell’epatocarcinoma. La ricerca è inoltre indirizzata all’individuazione di biomarcatori circolanti con un ruolo diagnostico, prognostico e di risposta al trattamento per una migliore gestione del paziente con epatocarcinoma nella pratica clinica.

Identificazione di biomarcatori precoci di risposta ai trattamenti farmacologici.

La biopsia liquida rappresenta spesso l’unico campione biologico a disposizione per i pazienti con epatocarcinoma in stadio avanzato sottoposti a trattamento con farmaci a bersaglio molecolare. La classificazione dei pazienti in sottogruppi con determinate caratteristiche genetico-molecolari rappresenta un punto chiave per pianificare la miglior strategia terapeutica nell’era della medicina personalizzata. Grazie alla loro natura e stabilità nei fluidi biologici, i microRNA risultano essere degli ottimi candidati per la scoperta di nuovi biomarcatori circolanti per (i) la selezione di pazienti con elevate probabilità di risposta ad un determinato farmaco e (ii) l’identificazione precoce di resistenza al trattamento.

Caratterizzazione delle vie molecolari coinvolte nel processo di farmaco resistenza.

I modelli preclinici in vitro ed in vivo rappresentano dei preziosi ‘tool’ per la caratterizzazione dei meccanismi molecolari sottostanti l’insorgenza di resistenza multipla ai trattamenti terapeutici. L’espressione aberrante dei microRNA è spesso associata ad una maggiore aggressività dei cloni tumorali ed a una diminuita sensibilità ad agenti antitumorali. L’identificazione dei microRNA e delle vie molecolari da essi regolate coinvolte nel processo di farmaco resistenza rappresenta un punto chiave per lo sviluppo di innovative strategie terapeutiche combinate per il trattamento e la prevenzione dell’epatocarcinoma.

Sviluppo di colture primarie e modelli 3D per gli studi in vitro dell’epatocarcinoma.

I limiti degli studi in vitro con linee cellulari e colture bidimensionali è noto ed il trasferimento dei risultati ottenuti preclinici nella pratica clinica rappresenta uno dei punti deboli della ricerca scientifica in ambito oncologico. Lo sviluppo di sistemi più complessi in vitro come le colture primarie, gli sferoidi e/o gli organoidi derivati da pazienti con epatocarcinoma rappresenta un punto chiave per la ricerca preclinica per (i) ottenere dei modelli più rappresentativi della patologia e (ii) ridurre l’utilizzo di modelli animali per la ricerca.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.