Foto del docente

Fabio Fava

Professore ordinario

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Settore scientifico disciplinare: CHIM/11 CHIMICA E BIOTECNOLOGIA DELLE FERMENTAZIONI

Curriculum vitae

Fabio Fava (1963) ha una Laurea (con lode) in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche conseguita presso l'Università di Bologna e un Dottorato in Applied Microbiology conseguito presso l'Institute of Chemical Technology dell'Università di Praga. E' stato insignito di una Laurea Honoris Causa in Environmental Engineering dall' Universita' Tecnica "Gheorghe Asachi" di Iasi. E' stato "visiting scientist" presso le seguenti istituzioni: a) New Jersey Institute of Technology, b) Hazardous Substance Management Research Center, e c) Rutgers University, tutte nel New Jersey, USA, rispettivamente negli anni 1993, 1994 e 1999. Lavora presso la Facoltà di Ingegneria (ora Scuola di Ingegneria ed Architettura) (sede di Bologna) della Alma Mater Studiorum-Università di Bologna dal 1990 dove, dal 2005, è Professore ordinario di Biotecnologie industriali ed ambientali. E' stato il Delegato alle Relazioni internazionali della Facoltà di Ingegneria di Bologna dal 2005 al 2012, il vice Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali (DICAM) dal 2010 al 2015 e il Coordinatore del Dottorato in Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali dello stesso Dipartimento dal 2013 al 2016. E' attualmente il Delegato del Rettore della Alma Mater Studiorum-Università di Bologna alla Ricerca Industriale, Cooperazione territoriale ed innovazione.

 

La sua attività scientifica, principalmente dedicata alla messa a punto, ottimizzazione ed implementazione di processi biotecnologici per la decontaminazione di matrici ambientali inquinate e la produzione di composti chimici, materiali e combustibili biobased da sottoprodotti, reflui e rifiuti agro-industriali, è documentata da oltre 240 pubblicazioni di cui oltre 140 su riviste internazionali di medio/alto IF di Biotecnologia ambientale ed industriale. Ha 3477 citazioni totali, un h-index di 33 e 173 lavori su Scopus.

 

E' Research Editor della rivista internazionale Microbial Cell Factories, membro dell'Editorial Board delle riviste internazionali New Biotechnology, Process Biochemisty e Environmental Engineering and Management Journal.

 

Ha partecipato e partecipa, quale coordinatore o partner, a diversi progetti di ricerca nazionali finanziati da Ministeri (MISE, MIUR e MIPAFF), Regioni, Fondazioni e aziende nazionali ed internazionali. Ha coordinato il progetto di ricerca NATO-Science for Peace n. 973720 su approcci innovativi al monitoraggio e alla bonifica biologica di siti contaminati. Ha partecipato al progetto Europeo EURODEMO (FP6) sulla bonifica sostenibile di siti contaminati. Ha partecipato inoltre al progetto NBC Modelling & Simulation (ERG1 TA 113-034) della European Defence Agency (EDA). E' stato il coordinatore dei progetti europei FP7 (collaborative projects) NAMASTE (valorizzazione integrata dei sottoprodotti agroindustriali con produzione di ingredienti alimentari, fine-chemical e materiali) e BIOCLEAN (dedicato allo sviluppo di processi biotecnologici per la degradazione e la depolimerizzazione controllata di plastiche tradizionali). E' inoltre il coordinatore del gruppo di ricerca dell'Università di Bologna che ha partecipato ai progetti europei FP7 (collaborative projects) ECOBIOCAP e ROUTES (produzione biotecnologica di acidi grassi e polimeri microbici da rifiuti organici, fanghi di depurazione e sottoprodotti agroalimentari), MINOTAURUS e WATER4CROPS (rispettivamente sulla bioremediation di acqua di falda e acque reflue civili contaminate e valorizzazione chimica ed energetica di acque reflue dell'agroindustria) e ULIXES e KILL-SPILL (sulla bioremediation di sedimenti marini contaminati e l'isolamento e la valorizzazione industriale di microrganismi autoctoni di queste matrici). Ha partecipato infine al progetto FP7 BIORICE dedicato alla produzione di ingredienti alimentari dai sottoprodotti dell'estrazione dell'amido dal riso.

 

Egli è il Past Chair e l'attuale Vice Chair della sezione Environmental Biotechnology della European Federation of Biotechnology (EFB). E' stato il coordinatore della sezione Biotecnologie Industriali ed ambientali della Piattaforma Tecnologica Italiana sulla Chimica Sostenibile SusChem Italy dal 2006 al 2013 e membro del core group della stessa sezione della Piattaforma Tecnologica Europea ETP SusChem dal 2008 al 2012. E' membro del Comitato Nazionale su Biosicurezza, Biotecnologie e Scienze della Vita (CNBBSV) della Presidenza del Consiglio dei Ministri e, quale delegato CNBBSV e Delegato del Ministero dell'Educazione, Università e Ricerca (MIUR), partecipa al Working Party on Biotechnology, Nanotechnology and Converging Technologies della Organisation for Economic Co-operation and Development (OECD/OCSE, Parigi). E’ inoltre delegato del MIUR nell’ambito della European Strategy for the Adriatic Ionian Region (EUSAIR, Commissione EU, DG REGIO), della Western Mediterranean initiative (WEST MED, Commissione EU DG MARE) e del Group of Senior Officials (Commissione EU DG RTD e Union for Mediterranean). E' membro del Expert Group on Biobased products ed è stato membro del High Level Group on Key Enabling Tehcnologies, entrambi presso la DG GROW della Commissione Europea presso la quale è stato anche membro del Expert Group on Eco-industries (JRC Directorate). E' stato membro del comitato scientifico della Joint Programming Initiative on Agriculture, Food Security and Climate Change (FACCE-JPI). Infine è il Rappresentante italiano presso la Commissione Europea nell'ambito del comitato di programma Horizon2020 Societal Challenge 2: European Bioeconomy Challenges: Food Security, Sustainable Agriculture and Forestry, Marine, Maritime and inland water research" (DG RTD), della "BLUEMED initiative" (DG RTD e DG MARE, per la quale è Chair dello Strategic Board) e dello "States Representatives Group" (del quale è vice Chair) della Public Private Partnership Biobased Industry (BBI JU), Brussels.

 

E' stato Co-Chair della 4th European Bioremediation conference (Creta, 2008) (350 partecipanti). E' stato Chair del 14th International Biotechnology Symposium and Exhibition (14th IBS)(Rimini, 2010) con 1620 partecipanti da 72 diverse nazioni co-organizzato insieme alle Piattaforme Tecnologiche Italiane dell'area della bioeconomia, a quelle Europee della stessa area, la IUPAC, la European Federation of Biotechnology (EFB), EuropaBio, la International Society of Environmental Biotechnology (ISEB), la European Society of Environmental Biotechnology (ESEB) e l'OECD (Organisation for Economic Co-operation and Development). E' stato Co-Chair del 5th European Bioremediation conference (Creta 2011) (270 partecipanti) e Chair del congresso internazionale Environmental Microbiology and Biotechnology in the frame of the knowledge-based bio and green economy. EMB2012 (Bologna, 2012) (400 partecipanti da 50 nazioni diverse) organizzato con EFB, Asian Federation of Biotechnology, EuropaBio, ISEB, European Federation of Microbial Societies (FEMS), OECD e diverse associazioni industriali e scientifiche italiane. E' stato Co-Chair della " 3rd European Bioeconomy Stakeholders' Conference" (Torino, 2014)(400 partecipanti da 40 nazioni diverse) organizzata dalla Presidenza Italiana del Consiglio dell'Unione Europea in collaborazione con la Commissione Europea ed è stato Co-Chair della "VI European Bioremediation Conference" (Chania, Creta, 2015)(320 partecipanti da 50 nazioni diverse) e della "9th International Conference on Environmental Engineering and Management (ICEEM9)(Bologna, 2017)(220 partecipanti da 40 nazioni diverse).

Inoltre presiede il Comitato scientifico/tecnico della exhibition internazionale annuale "Ecomondo" (Rimini) sul recupero di materia e di energia e l'economia verde e circolare.

 

Infine è Accademico dell’”Accademia nazionale di Agricoltura”, dell'"Accademia dei Georgofili" e dell’”Accademia delle scienze” (Istituto di Bologna), è membro di diverse Società scientifiche nazionali ed internazionali e valutatore di progetti di ricerca per istituti ed agenzie nazionali (MiUR, Fondazioni, Banche, Regioni, etc) ed internazionali (Comunità Europea -FP6 e FP7-, INTAS, Funding Agency di diversi paesi EU) ed è peer reviewer di diverse riviste scientifiche internazionali.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.