Foto del docente

Cristina Femoni

Professoressa associata

Dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari"

Settore scientifico disciplinare: CHIM/03 CHIMICA GENERALE E INORGANICA

Curriculum vitae

Professore associato all'Università di Bologna dal 2014. Le sue ricerche sono nell'ambito della chimica inorganica e in particolare riguardano la sintesi, la caratterizzazione e lo studio delle proprietà chimiche e fisiche di cluster di metalli di transizione ad alta nuclearità stabilizzati prevalentemente da leganti carbonilici.

Formazione

Laureata con lode in Chimica Industriale in data 11 Novembre 1994 presso la Facoltà di Chimica Industriale dell’Università di Bologna. Durante il periodo di tesi ha trascorso tre mesi all’estero presso il Department of Inorganic Chemistry, Reading University (U.K.), nel laboratorio di ricerca del Prof. D. J. Cardin.

Nel 1994 ha conseguito l’abilitazione alla professione di Chimico.

Nel periodo Gennaio – Luglio 1995 ha vinto una borsa di studio COMETT assegnata dall’associazione francese AUEF – Picardie per lavorare presso la compagnia farmaceutica Boehringer Ingelheim France, filiale di Compiègne (F).

Nel Novembre 1995 si è iscritta all’XI ciclo del Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche dell’Università di Bologna, lavorando con la supervisione del Prof. Giuliano Longoni. Durante il Dottorato ha trascorso un periodo all’estero all’università di Liverpool (UK), Department of Chemistry, nel laboratorio di ricerca del Prof. B. T. Heaton.

In data 23 Febbraio 1999 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca discutendo la tesi di Dottorato dal titolo “Sintesi e caratterizzazione di cluster carbonilici a valenza variabile”.

A partire dall’Aprile 1999 fino al 31 Marzo 2001 ha usufruito di un assegno di ricerca presso il Dipartimento di Chimica Fisica e Inorganica, Università di Bologna, per il progetto di ricerca “Nanoparticelle Metalliche Molecolari”. Durante quel periodo (Giugno - Dicembre 2000) è stata visiting scientist presso l’Università di Liverpool (U.K.), Department of Chemistry, lavorando con il Dr. A. Steiner.

Carriera accademica

Da luglio 2001 ad agosto 2014 è stata ricercatrice presso il Dipartimento di Chimica Industriale (che nel 2012 ha incluso l’allora Dipartimento di Chimica Fisica e Inorganica) dell’Università di Bologna, settore scientifico disciplinare CHIM03. Dal settembre 2014 è professore associato nello stesso settore presso il Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Ateneo bolognese. In data 2014 ha ottenuto l'abilitazione scientifica nazionale per la prima fascia.

Attività didattica

Dalla sua presa di servizio ha o ha avuto in affidamento i corsi di: Laboratorio di Chimica Generale e Inorganica; Materiali Inorganici; Laboratorio di Chimica Inorganica in Lauree Triennali;il corso X-Ray Diffraction and Laboratory nella Laurea Magistrale internazionale in Advanced Spectroscopy in Chemistry; Sustainable Inorganic Chemisgty nella Laurea Magistrale Internazionale in Low Carbon Technologies and Sustainable Chemistry.

 E' stata inoltre relatrice o correlatrice di circa 50 tra tesi di Laurea (quinquennale, triennale, magistrale, specialistica) e di Dottorato di ricerca.

Attività scientifica

La Prof.ssa Femoni è co-autrice di 140 articoli su riviste internazionali, due capitoli di un libro e più di 80 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali (tra cui invited speaker a "International Symposium on Monolayer-Protected Clusters ISMPC11", June 6-9 2011, in Jyväskylä, Finlandia).

Invited scientist a Marzo 2009 presso Department of Physics Nanoscience Center, University of Jyväskylä, Finland. Invited lecturer presso la "Katholieke Hogeschool Leuven / Leuven University College" (B), per la 5°, 6°, 7° e 9° edizione della International Week, nell'ambito del programma EU Educational programme LLP, negli anni 2013, 2014, 2015, 2017. Invited Lecturer presso l’University College Leuven-Limburg (B) per “International Chemistry student project”.

I principali interessi di ricerca e competenze riguardano la sintesi e la caratterizzazione di cluster carbonilici di metalli di transizione, anche ad alta nuclearità. L'interesse verso i cluster deriva dal fatto che questi composti possono essere di potenziale interesse in diversi campi. Per prima cosa questi composti, specialmente quelli ad alta nuclearità o contenenti eteroatomi, possono essere multivalenti, cioè esistere stabilmente in diversi stati di ossidazione, quindi possono essere considerati come condensatori molecolari; possono anche possedere proprietà magnetiche. In seconda istanza possono mostrare interessanti proprietà di self-assembly allo stato solido, che conferiscono loro caratteristiche di semiconduzione. Inoltre, i cluster metallici rappresentano validi precursori per preparare catalizzatori in cui il rapporto molare tra diversi metalli deve essere ben definito, essendo composti molecolari quindi a composizione ben definita. Infine, i cluster metallici ad alta nuclearità possono raggiungere dimensioni nanometriche quindi, in virtù del fatto che la loro struttura è nota a livello molecolare, costituiscono preziosi precursori e modelli per lo studio e la preparazione di nanoparticelle metalliche.

Oltre alla sua attività principale di ricerca la Prof.ssa Femoni collabora e ha collaborato anche con altri gruppi per la determinazione strutturale dei loro composti attraverso la diffrazione a raggi X su cristallo singolo, grazie alle competenze acquisite durante il periodo di post-dottorato anche approfondite lavorando con il Dr. Alexander Steiner presso l'Università di Liverpool (UK).

Partecipazione a Progetti

La Prof.ssa Femoni ha preso parte a diversi progetti di ricerca nazionali (PRIN), regionali (Progetti PRRIITT NANOFABER e PROMINER), europei (Progetto Integrato NAIMO), strategici di Ateneo (CLUSTERCAT), ed ha partecipato al Progetto MONA LISA " Metal-Organic-based Nanocrystal Arrays with Large Induced Shape Anisotropy" finanziato dalla Fondazione Cariplo.

Attività istituzionali e incarichi accademici

Fa parte dell'editorial board delle riviste Journal of Chemistry e Advances in Nanoparticles; è stata scelta come peer-reviewer per la qualità della ricerca Italiana VQR 2004-2010 e 2010-2014. Riveste il ruolo di Reviewer per diverse riviste scientifiche internazionali quali Chem Eur. J.; J. Nanopart. Res.; Curr. Nanosci.; J. Phys. Chem. Lett.; Inorg. Chem.; Chem. Comm.; Small; J. Am. Chem. Soc.

2021-present: Vice Direttrice del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari”.

2021-present: membro eletto del Consiglio Direttivo della Divisione di Chimica Inorganica della Società Chimica Italiana.

2018: membro eletto del Consiglio di Amministrazione dell'ECTN.

2018: membro del Comitato Organizzatore del XLVI Congresso Nazionale di Chimica Inorganica.

2018-present: membro della Commissione per l'Ottimizzazione e l'Organizzazione delle Attività Didattiche del Dipartimento "Toso Montanari".

2015-2021: coordinatore dell'area didattica CHIM03 del Dipartimento "Toso Montanari".

2015-present: membro della Commissione Internazionalizzazione del Dipartimento "Toso Montanari".

2011-2021: coordinatore della Commissione di Quality Assurance del Dipartimento “Toso Montanari”.

2011-present: nominata rappresentante della Facoltà di Chimica Industriale, adesso Dipartimento, nel network europeo ECTN.

2003 – 2007: membro del comitato orientamento per il CdS in “Chimica dei Materiali e Tecnologie Ceramiche”.

2001 – 2010: eletta nella giunta del Dipartimento di Chimica Fisica e Inorganica.

2000: membro del comitato organizzatore del congresso multidivisionale della Società Chimica Italiana (Rimini, 4-9 giugno 2000) e segretario del congresso per la divisione di Chimica Inorganica.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.