Foto del docente

Cristina Demaria

Professoressa associata

Dipartimento delle Arti

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/05 FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI

Curriculum vitae

Professoressa associata all’Università di Bologna dal 2012, svolgo le mie ricerche nell’ambito della semiotica della cultura, degli studi di genere e di quelli sulla memoria e i traumi culturali. Nell’ambito degli studi di genere, i miei interessi di ricerca sono rivolti in particolare alle rappresentazioni mediali e culturali delle identità di genere nelle loro intersezioni con altre variabili che concorrono alla definizione delle soggettività contemporanee. Del vasto campo degli studi sulla memoria e il trauma, i miei interessi si concentrano invece sui generi della testimonianza, sulle rappresentazioni del post-conflitto, e sugli spazi e i tempi di costruzione e ricostruzione delle memorie collettive e culturali.

Formazione

Mi sono laureata in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo nel 1992,  presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, e ho conseguito il Dottorato di ricerca in Semiotica nel 1996.

Carriera accademica

Dopo alcuni anni durante i quali ho conseguito prima una borsa di Post-Dottorato in Scienze Umanistiche (dal 1997 al 1998), e poi un Assegno di ricerca (dal 2000 al 2003) presso il Dipartimento di Discipline della Comunicazione dell’Università di Bologna, ho svolto docenze a contratto per l’Università di Ferrara, per la IULM di Milano, e per l’Università di Bologna. Nel 2004 sono diventata Ricercatrice nel settore disciplinare M-FIL/05 (Filosofia e Teoria dei linguaggi) presso la Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna, con afferenza nell’allora Dipartimento di Discipline della Comunicazione. A ottobre 2010 ho conseguito l'idoneità nella procedura di valutazione comparativa per il reclutamento a professore universitario di ruolo – fascia degli associati – nel settore scientifico-disciplinare M-FIL/05, e da gennaio del 2012 sono professoressa associata presso l’Università di Bologna, con afferenza al Dipartimento di Filosofia e Comunicazione. Da giugno 2021 afferisco al DAR – Dipartimento delle Arti, dell’Università di Bologna. A maggio del 2019 ho conseguito l'Abilitazione Scientifica Nazionale a Professoressa Ordinaria.

Attività didattica

Dal 2004 ho svolto con continuità attività di docenza come titolare di diversi insegnamenti e laboratori formativi per il corso di Laurea in Scienze della comunicazione e per la Laurea Magistrale in Semiotica del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione. Dal 2005 al 2009 sono stata inoltre titolare prima del corso Media and conflict, e in seguito (2010-2016) del modulo Russian and Soviet Cinema della Laurea Magistrale MIREES- Interdisciplinary Research and Studies on Eastern Europe presso il Polo didattico di Forlì.

Attualmente sono docente di Semiotics of conflict e del modulo di Semiotica delle scienze sociali per il corso di Laurea Magistrale in Semiotica, e di Gender studies e Analisi delle serie TV per il Corso di Laurea in Scienze della comunicazione dell’Università di Bologna.

Attività scientifica

Ho partecipato a numerosi programmi di ricerca nazionali e internazionali, tra cui:

L’analisi dell’immagine femminile e della distribuzione dei ruoli di genere nella programmazione RAI, progetto coordinato tra il 1999 e il 2000 dalla Libera Università di Comunicazione e Spettacolo I.U.L.M. e commissionato dalla RAI.

“Portico” - Iniziativa Comunitaria EQUAL su “Tecnologie Informazione/Comunicazione per l’Occupazione”, per cui, tra il 2003 e il 2004, ho svolto una ricerca sul rapporto tra donne e nuove tecnologie, e sulla rappresentazione del lavoro femminile nella televisione generalista italiana.

Le passioni nei conflitti interculturali (ricerca su fondi 40%, svolta nel 2006).

Diaspora and cultural transfer, progetto di ricerca interdisciplinare (svolto tra il 2006 e il 2008) coordinato dal Centre for the Study of Post-conflict Cultures dell’Università di Nottingham (UK) e finanziato dalla British Academy for Arts.

Progetto Farb (Finanziamento di Ateneo alla Ricerca di Base 2013/2015) su Smart cities, socio-cultural capital and cultural heritage.

Progetto FP7-PEOPLE-2013-IRSES (2014-2017), MEMOSUR -A Lesson for Europe: Memory, Trauma and Reconciliation in Chile and Argentina, in collaborazione con l’Universidad Nacional de Cordoba (Argentina), la Pontificia Universidad Catolica de Chile e l’Università di Nottingham (UK).

Progetto H2020-MSCA-RISE-2017 (2018-2023) SPEME- Questioning Traumatic Heritage: Spaces of Memory in Europe, Argentina, Colombia, in collaborazione con l’Università di Amsterdam, la UBA – Università di Buenos Aires e l’Università Nacional de Colombia.

Ho inoltre trascorso diversi periodi di ricerca all’estero, tra cui:

Nel 2003, grazie al conseguimento di una Leverhulme Research Fellowship, ho trascorso l’intero anno accademico presso l’Università di Nottingham, School of Modern Languages, lavorando a un progetto su “Post-conflict cultures”.

Nel 2010 sono stata per un mese Visiting Research Fellow presso l'Università Cattolica del Cile (Santiago), Dipartimento di studi teatrali, dove ho partecipato al progetto “El teatro téstimonial”.

Nel 2012 (febbraio-marzo) sono stata Visiting Research Fellow presso l’Institute of Advanced Studies dell’Università di Londra. Sempre nel 2012 (ottobre-novembre) sono stata Visiting Professor presso la Facultad de Ciencias Sociales dell’UBA – Università di Buenos Aires.

Nel novembre del 2019 sono stata Visiting Professor presso l’Università di Amsterdam - School for Heritage, Memory and Material Culture.

Dal 2010 sono parte del comitato direttivo di TraMe, centro di ricerca intradipartimentale su memorie e traumi culturali del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione, e ho diretto questo centro da novembre 2019 a settembre del 2021.

Dal 2015 a oggi sono responsabile, insieme a Tomas Albaladejo (Università Autonoma di Madrid) dell’area dedicata alla ricerca dell’International Consortium for the Study of Post-conflict Societies, con sede presso l’Università di Coimbra (Portogallo).

Sono referee di numerose riviste internazionali e italiane nel settore della filosofia e della teoria dei linguaggi, della semiotica dei media e degli studi culturali.

Dal 2016 a oggi sono inoltre una delle valutatrici per la selezione di progetti di ricerca d’eccellenza nell’ambito di FIAS - French Institutes for Advanced Study Fellowships Programme, e di EURIAS - European Institutes for Advanced Study Fellowship Programme, programmi entrambi promossi dalla Commissione Europea.

Dal 2018 a fine del 2021, sono special consultant del progetto - finanziato dalla Fondazione Portoghese per le Scienze e la Tecnologia - De-Othering, ospitato dal CES (Centro di Studi Sociali) dell'Università di Coimbra.

Dal primo novembre 2021, in quanto delegata per l'equità, l'inclusione e la diversità, sono membro del Diversity Council della rete Una Europa, del Coimbra group, della rete IAS Europa, e di The Guild.

.

Attività istituzionali e incarichi accademici

Dal 2015 al 31 ottobre del 2021 sono stata coordinatrice della Laurea Magistrale in Semiotica.

Dal 2000 al 2014 sono stata segretaria scientifica della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell’Università di Bologna, allora presieduta da Umberto Eco, ora CUE - Centro Internazionale di Studi Umanistici "Umberto Eco" - presso la quale ho partecipato all’organizzazione e al coordinamento di diciannove cicli di Lezioni Magistrali, tenute da studiosi italiani e stranieri di chiara fama, e di molti seminari interdottorali.

Dal 2014 al 2019 sono stata componente del panel di valutazione dei prodotti della ricerca dell’Università di Bologna per l’area 11.

Nel 2015, su incarico del Rettore, ho fatto parte del gruppo di lavoro sul progetto “Indicazioni per la visibilità di genere nella comunicazione istituzionale” dell'Università di Bologna, promosso dal Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni nel lavoro – CUG.

Dal 2015 sono membro del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca Philosophy, Science, Cognition and Semiotics del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione.

Dall'1 novembre 2021 sono delegata del Rettore per l'equità, l'inclusione e la diversità.

Appartenenza a comitati scientifici e editoriali; direzione di riviste

Dal 2005 faccio parte del Comitato Editoriale della rivista trimestrale Studi Culturali pubblicata da il Mulino (Bologna). Ha co-diretto questa rivista insieme a Roberta Sassatelli dal 2012 al 2015.

Nel 2008 ho iniziato a far parte della redazione di Versus. Quaderni di studi semiotici, e sono ora membro del Comitato Editoriale di questa stessa rivista.

Dal 2004 al 2014 sono stata stata componente del Comitato Direttivo del Centre for the Study of Post-conflict Cultures dell’Università di Nottingham (UK).

Premi e riconoscimenti

Nel 1999 ho vinto il concorso bandito dalla RAI, sezione Verifica Qualitativa Programmi Trasmessi, per un progetto originale di ricerca su “La reality tv”.

Tra il 2005 e il 2013 sono stata prima Special Professor, e poi Honorary Professor, della School of Modern Languages and Cultures dell’Università di Nottingham (UK).

 

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.