Foto del docente

Roberto Bernardoni

Ricercatore confermato

Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie

Settore scientifico disciplinare: BIO/18 GENETICA

Temi di ricerca

Parole chiave: modelli animali per le Leucemie BcrAbl-positive FARMACORESISTENZA IMMUNOPRECIPITAZIONE DELLA CROMATINA Farmaci antileucemici ONCOGENE N-MYC

I. Definizione del ruolo di Myc nella trascrizione dei trasportatori di membrana ABC (ATP Binding Cassette Transporters) e nella genesi della chemioresistenza nei tumori, specificamente nel contesto delle "cancer stem cells"

II. Allestimento e caratterizzazione di modelli animali che ricapitolino i meccanismi legati al blocco differenziativo provocato da un eccesso di oncoproteina MYCN in modo indipendente da MAX, il partner di MYC.
III. Allestimento e caratterizzazione di un modello animale di Leucemia BcrAbl+ (Philadelphia+) in Drosophila melanogaster. Realizzazione di screen genetici e farmacologici (consulenza; in collaborazione con Prof. G. Saglio, Dr. D. Cillone e Dr. F. Messa (divisione di Ematologia e Medicina Interna, Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche, Università di Torino, Orbassano (Torino).
IV. Analisi in vivo del meccanismo d'azione di un nuova classe di farmaci antileucemici (inibitori della proteina SMO) studiati per contrastare la comparsa di recidiva nei casi Leucemia Mieloide Cronica (collaborazione con Prof. Martinelli, Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale, Università di Bologna).



I. La famiglia Myc è costituita da tre proto-oncogeni, c-myc, N-myc e L-myc in grado di formare eterodimeri con i membri della famiglia Max e di funzionare come fattori di trascrizione. L'identificazione dei geni direttamente regolati da Myc rappresenta un passaggio chiave per comprendere la funzione che esso esercita nella biologia del cancro e in particolare in quei tumori in cui esso è amplificato e sovraespresso. Un nostro precedente studio ha permesso la parziale ricostruzione di una limitata rete di geni che sono sregolati nei tumori e la cui trascrizione dipende dall'attività di Myc. Tra i geni identificati vi sono quelli codificanti per i trasportatori ABC conosciuti anche come geni di chemioresistenza multipla. In particolare l'alterata espressione dei geni ABC nei tumori sembra prevalentemente avvenire a livello di " cancer stem cells" e cioè prima che il paziente sia stato esposto agli antineoplastici. Nonostante la rilevanza biologica di queste osservazioni, non sono ancora chiari i meccanismi che regolano l'espressione dei geni ABC nei tumori e nelle cancer stem cells. Sulla base di queste premesse la nostra proposta si focalizzerà su due obiettivi principali: 1) Definire in che modo l'oncogene Myc regola la trascrizione dei geni ABC (ATP Binding Cassette transporters) e partecipi alla genesi della chemioresistenza nei tumori. 2) Verificare l'ipotesi che Myc controlli la chemioresistenza a livello di "cancer stem cell" e predisponga l'insorgenza della chemioresistenza nei tumori ancor prima del trattamento farmacologico.