Foto del docente

Paolo Tinti

Professore associato

Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica

Settore scientifico disciplinare: M-STO/08 ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA

Curriculum vitae

Diplomato presso la Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari di Roma (2003), ha conseguito il Dottorato di Ricerca Internazionale all'Università di Firenze (2007). È membro del Centro di Ricerca in Bibliografia, costituito presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, e dei Comitati Scientifici della Biblioteca di Discipline Umanistiche e della Biblioteca "E. Raimondi" dell'Università di Bologna.

Appartiene ai collegi del Dottorato di ricerca in Culture letterarie e filologiche, curriculum Scienze del libro (Università di Bologna) e del Dottorato di ricerca in Scienze documentarie, filologiche, linguistiche e letterarie, curriculum di Scienze librarie e documentarie (Sapienza Università di Roma).

Consulente per biblioteche pubbliche e private, è condirettore della rivista internazionale «TECA: Testimonianze, Editoria, Cultura, Arte».  Nel 2015 ha fondato il Centro Studi Abbazia di San Pietro, Modena, per lo studio e la valorizzazione del patrimonio librario e documentario del cenobio benedettino.

Professore aggregato dall'a.a. 2006/07 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, vi ha insegnato Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia ed ha tenuto Laboratori all'interno di corsi di laurea triennali e magistrali. È membro della Commissione Tirocini della LM in Italianistica, Culture letterarie europee, Scienze linguistiche della Scuola di lettere e beni culturali, Bologna. Tra settembre 2012 e febbraio 2013 è stato visiting professor all'Università di Salamanca (Spagna). Tiene lezioni in università italiane e straniere.

Funge da referee per articoli di riviste scientifiche e per conto di Scuole di Dottorato, in Italia e in Europa.

Ha curato cataloghi di fondi librari antichi e condotto ricerche di storia delle biblioteche dall'Umanesimo al Novecento. Si interessa alla storia del libro e dell'editoria. Si è occupato, inoltre, di aspetti della biblioteconomia, con predilezione per la teoria e la tecnica dei cataloghi e per la valorizzazione dei fondi antichi. Collabora con le principali riviste italiane e straniere del settore.

È tra i membri fondatori della Società Italiana di Scienze Bibliografiche e Biblioteconomiche (SISBB), Roma, dove è revisore dei conti.

Ha rivestito cariche sociali all'interno dell'AIB, Associazione Italiana Biblioteche, di cui è socio dal 1997 e, dal 2013, associato ai sensi della legge 4/2013. Socio corrispondente della Deputazione di storia patria per le antiche province modenesi, della Deputazione di storia patria per le province di Romagna, della Accademia Pascoliana; socio ordinario della Bibliographical Society di Londra e della SEMYR, Seminario de Estudios Medievales y Renacentistas, Salamanca.