Foto del docente

Paolo Severi

Professore a contratto

Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali

Curriculum vitae

Paolo Severi

Nato a Rimini il 06/07/1962

Istruzione

Diploma di Maturità Scientifica con il punteggio di 58/60.

Laurea in Scienze Geologiche, conseguita presso l'Università degli Studi di Bologna nel marzo 1986 con il punteggio di 110/110 con lode.

Abilitazione all'esercizio della professione di Geologo, conseguita a Bologna nella I Sessione del 1988.

Esperienze di lavoro

Dall'agosto 1989 a tutt'oggi impiegato a tempo indeterminato nella qualifica di funzionario addetto ad attività tecniche presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna.

Titolare di Posizione Organizzativa dall'agosto 2000 a tutt'oggi.

Incarico di Professore a Contratto presso l'Università degli Studi di Bologna per l'insegnamento di Rilevamento Geologico 2 (anno accademico 2014 – 2015)

Principali ambiti lavorativi

Rilevamento, cartografia geologica e stratigrafia del Margine Appenninico padano e della Pianura Emiliano Romagnola (superficie e sottosuolo)

Idrogeologia e gestione delle risorse idriche nella pianura emiliano-romagnola

Attività presso il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna

Rilevamento geologico e cartografia geologica

Rilevamento geologico, direzione di rilevamento geologico e partecipazione alla redazione scientifica di carte geologiche in scala 1.10.000 e 1:50.000 nell'Appennino emiliano-romagnolo (attività svolta dal 1989 al 1994).

Carta geologica dell'appennino emiliano-romagnolo 1.10.000 rilevatore delle sezioni - S. Paolo in alpe, sezione n. 265100 - Pietrapazza, sezione n. 265140 –Sacro Eremo di Camaldoli, sezione n. 265140. Rilevatore – Premilcuore , sezione n. 265020 (1988 – 1991). Revisione dei rilevamenti geologici in scala 1:10.000 del foglio 220 (Bologna Ovest) per la preparazione per la stampa.

Carta geologica dell'appennino emiliano-romagnolo Foglio 265 – S. Piero in Bagno scala 1:50.000. Gruppo di ricerca e redazione scientifica. Regione Emilia-Romagna, 1994.

Servizio Geologico d'Italia – Carta Geologica d'Italia scala 1:50.000 Foglio 223 – Ravenna. Gruppo di Coordinamento Regionale. Regione Emilia-Romagna, 1998.

Realizzazione della carta geologica in scala 1:50.000 per conto del Servizio Geologico Nazionale: Coordinatore scientifico delle aree ricadenti nel margine appenninico (unità delle “sabbie gialle” e depositi alluvionali terrazzati e di conoide alluvionale) e nella pianura emiliano-romagnola, sia per la superficie che per il sottosuolo. Realizzazione delle note illustrative. Attività svolta dal 1994 al 2011.

7 Fogli geologici stampati : n. 220 Bologna Ovest, n. 221 Bologna Est, n. 255 Cesena,n. 240 Forlì, n. 241 Cervia, n. 256 Rimini, n. 239 Faenza

1 Foglio geologico accettato per la stampa : n. 182 Guastalla

Carta geologica di pianura dell'Emilia-Romagna. Contribuito alla realizzazione. Regione Emilia-Romagna, 1999.

Carta sismotettonica della Regione Emilia-Romagna – Consiglio Nazionale delle Ricerche, & Regione Emilia-Romagna, 2004. Contribuito alla realizzazione della carta ed autore delle note illustrative.

Carta geo-archeologica “Bologna sotto Bologna”, dicembre 2014. Membro del Coordinamento scientifico.

Direzione lavori per indagini geognostiche e monitoraggi ambientali

Direzione lavori, stesura di capitolati, progettazione di indagini geognostiche e monitoragi ambientali (carotaggi geognostici, prove penetrometriche, messa in opera di piezometri e assestimetri), per l'esecuzione di n. 24 appalti per un importo complessivo di circa 3 milioni di euro (dal 1993 a tutt'oggi).

Idrogeologia e Gestione delle risorse idriche

Realizzazione di carte della vulnerabilità degli acquiferi di pianura nell'ambito dei Piani Territoriali delle Provincie di Ravenna, Forlì e Rimini (1998).

Realizzazione della“Nuova Carta Regionale della Vulnerabilità: Aspetti metodologici”,Direzione Generale Ambiente e difesa del suolo e della costa della Regiona Emilia-Romagna (2002).

Realizzazione di studi specifici di carattere geologico ed idrogeologico finalizzati alla gestione della risorsa idrica sotterranea nelle conoidi del Taro, del Reno e del Marecchia (2002 – 2007).

Realizzazione della cartografia dei complessi acquiferi della pianura emiliano-romagnola, e della cartografia delle aree di protezione degli acquiferi della pianura emiliano-romagnola (Piano di Tutela delle Acque della Regione Emilia-Romagna, 2004).

Membro del Gruppo di Lavoro per la redazione del Piano di Tutela delle Acque della Regione Emilia-Romagna (2004).

Realizzazione di un progetto pilota relativo all'individuazione di risorse idriche alternative alle attuali, per un loro utilizzo in periodi di crisi idriche. Progetto sviluppato nell'ambito del progetto Europeo Interreg “BVM” (2005-2007).

Stesura delle “Carte delle zone di protezione – zone di ricarica delle acque sotterranee di pedecollina e pianura” e delle relative note illustrative per 6 provincie della Regione Emilia-Romagna in attuazione del Piano di Tutela delle Acque regionale (2006-2007).

Componente del Gruppo di Lavoro “Tavolo di coordinamento per la crisi idrica”, presso l'Agenzia di Protezione Civile Regionale. Anni 2007 a tutt'oggi.

Componente del Gruppo di Lavoro per l'”Individuazione delle aree vulerabili dai prodotti fitosanitari, nell'ambito della carta della vulnerabilità degli acquiferi della pianura emiliano – romagnola (2013).

Componente gruppo di lavoro per “l'aggiornamento dei Piani di Gestione dei distretti idrografici ai sensi della direttiva 2000/60 CE” dal 2013 a tutt'oggi.

Attività in ambito UE

Membro del Gruppo di Lavoro 2C, istituito presso la Commissione Europea –Direzione Generale Ambiente – per la stesura di documenti relativi all'applicazione della Direttiva 2000/60 CE (Direttiva Quadro delle Acque) del Parlamento Europeo e del Consiglio in materia di acque. Dal 2003 al 2006.

Membro dei Gruppi di Lavoro “Groundwater monitoring” e “Protected Areas”istituiti dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea, nell'ambito dell'applicazione della Direttiva 2000/60 CE (Direttiva Quadro delle Acque) del Parlamento Europeo e del Consiglio in materia di acque. Partecipazione, nell'ambito dei lavori di questi Gruppi, alle guide pubblicate da Parte della Commissione Europea: “Monitoring Guidance for Groundwater” e “Protected Areas”. Dal 2003 al 2006.

Referente per la Regione Emilia-Romagna del progetto EUROPEO INTERREG MEDOCC III B Basin Versant Mediterranes (2005 – 2007). Tema trattato: gestione delle risorse idriche nei bacini imbriferi mediterranei.

Referente per la Regione Emilia-Romagna del progetto EUROPEO eWATER (2006 –2007). Tema trattato: analisi e sviluppo di una banca dati geologici e idrogeologici su WEB.

Referente per la Referente per la Regione Emilia-Romagna del progetto SNAP-SEE (2012 – 2014). Tema trattato: Sviluppo sostenibile degli aggregati primari e secondari nell'Europa sud orientale.

Docenze

Attività di docenza su tematiche geologiche (principalmente cartografia, rilevamento, stratigrafia del margine e della superficie ed il sottosuolo della pianura emiliano romagnola) ed idrogeologiche (principalmente cartografia di vulnerabilità delle falde, reti di monitoraggio, cartografia degli acquiferi) a 18 corsi organizzati da Enti di Ricerca ed Enti Pubblici (1989 – 2014).

Correlatore esterno in otto tesi di Laurea presso i Corsi di Laurea in Scienze Geologiche nelle università di Bologna, Milano e Modena. Dal 2004 a tutt'oggi.

Correlatore di una tesi di Dottorato (dott. Luigi Bruno) presso il Corso di Laurea in Scienze Geologiche nelle università di Bologna dal 2010 al 2013.

Attività di Tutor aziendale nell'ambito di progetti formativi e di orientamento per n. 10 tirocini di studenti dell'Università di Bologna (dal 2010 a tutt'oggi).

Altre attività rilevanti

Ha presentato relazioni scientifiche a 39 convegni in Italia e all'estero organizzati da Enti di Ricerca ed Enti Pubblici su tematiche geologiche (principalmente cartografia, rilevamento, stratigrafia del margine e della superficie ed il sottosuolo della pianura emiliano romagnola) ed idrogeologiche (principalmente cartografia di vulnerabilità delle falde, reti di monitoraggio, cartografia degli acquiferi) (1989 – 2014).

Ha collaborato alla stesura di 51 pubblicazioni scientifiche (di cui 18 abstract) dal 1990 ad oggi su tematiche geologiche (principalmente cartografia, rilevamento, stratigrafia del margine e della superficie ed il sottosuolo della pianura emiliano romagnola) ed idrogeologiche (principalmente cartografia di vulnerabilità delle falde, reti di monitoraggio, cartografia degli acquiferi).

E' referente per la Regione Emilia-Romagna in 23 convenzioni con Università, od altri Enti, per la realizzazione di cartografia geologica (1992 2001) .

E' referente per l'analisi della subsidenza nelle procedure di VIA relative alla ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi nella Regione Emilia – Romagna (dal 2006 a tutt'oggi).

Ha collaborato agli approfondimenti relativi alle relazioni tra sismicità ed attività di coltivazioni di idrocarburi realizzati nell'ambito del LAB Cavone a seguito della pubblicazione del rapporto ICHESE (2014). E' coordinatore del gruppo di lavoro “Fenomeni geologici particolari”relativo a segnalazioni di fenomeni geologici anomali nelle aree del sisma 2012. Dal 2014 a tutt'oggi.