Foto del docente

Michela Fresina

Professoressa associata

Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale

Settore scientifico disciplinare: MED/30 MALATTIE APPARATO VISIVO

Temi di ricerca

PRINCIPALI LINEE DI RICERCA

  • 1. Fisiopatolgia della Motilità Oculare, 2. Chirurgia dello strabismo, 3. Oftalmologia Pediatrica ed ambliopia, 4. Studio della superficie oculare, 5. Chirurgia rifrattiva con laser ad eccimeri, 6. Chirurgia della cataratta, 7. Terapia fotodinamica ed intra-vitreale della degenerazione maculare.

 

  • Relatore di 6 tesi di diploma in Ortottica ed Assistenza oftalmologica presso il Corso di Laurea in “Ortottica ed Assistenza Oftalmologica” della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bologna
  • Relatore di 4 tesi di laurea in Malattie dell'Apparato Visivo presso il Corso di Laurea in “Medicina e Chirurgia” della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bologna
  • Relatore di 6 tesi di specializzazione in Oftalmologia presso la Scuola di Specializzazione in Oftalmologia della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bologna
  • Vicepresidente dell' Associazione Italiana Strabismo (AIS)
  • Membro, rappresentante designato dalla SocietàOftalmologica Italiana (SOI), del Gruppo Scientifico Promotore per la revisione delle raccomandazioni cliniche sui Disturbi Specifici dell'Apprendimento (D.S.A.)
  • Referee per European Journal of Ophthalmolog
  • Referee durante i Congressi Nazionali ed Internazionali della Società Oftalmologica Italiana (SOI)
  • Relatore/istruttore in 90 congressi/corsi (nazionali ed internazionali
  • Partecipazione ad un PRIN dell’Università di Bologna (2011-2014)
  • Co-sperimentatore in 7 Studi Clinici
  • Coordinatore di 1 Sperimentazione Clinica

 

PRINCIPALI COMPETENZE TECNICHE

Diagnosi e chirurgia dello strabismo e delle anomalie della motilità oculare per la quale la U.O. di Oftalmologia dell’Università di Bologna è divenuta centro di riferimento con bacino di utenza nazionale. Chirurgia della cataratta e rifrattiva. Terapia intravitreale della degenerazione maculare.

All'atto: -più di 1500 interventi chirurgici sui muscoli extra-oculari -più di 750 interventi di cataratta -più di 150 interventi di chirurgia palpebrale e congiuntivale -più di 80 interventi sulle vie lacrimali -15 interventi chirurgici sulla cornea di cui 4 cheratoplastiche perforanti -10 interventi per glaucoma -15 interventi di chirurgia vitreo-retinica -più di 300 interventi di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri (PRK) -trattamenti con tossina botulinica di blefarospasmo ed emispasmo facciale, entropion spastico e strabismi paralitici.

Consulente Oftalmologo dei reparti di Pediatria D’Urgenza e Pediatria Specialistica e dell’Ambulatorio di Auxologia, Sindromologia e Malattie Rare del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna.

 

PRODOTTI DELLA RICERCA

42 articoli su rivista di cui 39 su riviste internazionali con IF (indicizzate sulle banche dati internazionali: PubMed, Scopus, Web of Science); 5 capitoli in volume



I principali interessi di studio sono i seguenti: fisiopatologia della motilità oculare, ambliopia, vizi di refrazione e terapie innovative nel nistagmo oculare, utilizzo della tossina botulinica in campo strabologico, elettrofisiologia oculare, danni oculari da sostanze tossiche, danni oculari da menopausa, efficacia della correzione dei vizi di refrazione tramite chirurgia refrattiva, complicanze della chirurgia della cataratta, efficacia della chirurgia del glaucoma. Dopo la laurea si è occupata della chirurgia combinata (facotrabeculectomia) del glaucoma e della cataratta e della sua efficacia sul controllo tonometrico (2), quindi delle possibili ripercussioni della chirurgia della cataratta sull'astigmatismo (3) e delle complicanze retiniche della stessa (5). Nello stesso anno ha cominciato ad interessarsi di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri analizzandone le potenzialità nella correzione della miopia e dell'astigmatismo (4). Negli anni successivi ed in particolare negli ultimi 3 anni, il progresso della chirurgia refrattiva nella correzione di tutti i vizi di refrazione, anche in soggetti affetti da patologie oculari invalidanti come il nistagmo oculare, è stato oggetto di interesse e di studio da parte della Dott. ssa Fresina che ha tenuto in merito 2 relazioni (vedi: relazioni n° 4 e 5)  e 1 corso (vedi: corso n°8). Durante il periodo di frequenza della scuola di specializzazione ha cominciato ad occuparsi di elettrofisiologia oculare e, inviata dal Prof. Campos, si è più volte recata presso il Policlinico Gemelli dell'università Cattolica di Roma dal Prof. Falsini per apprendere le basi dell'elettrofisiologia oculare e rendersi indipendente nell'attuazione di registrazioni elettrofisiologiche sofisticate. Da questa esperienza ha tratto spunto per la realizzazione di un Poster esposto all' ARVO Annual Meeting di Fort Lauderdale, Florida, del maggio 2002 (vedi: poster n° 1)  e per la stesura della sua tesi di specializzazione. L'esperienza di studio della componente negativa dell' elettroretinogramma focale, condotta nel laboratorio allestito dal Prof. Campos presso la Clinica Oculistica del policlinico S. Orsola, è stata  oggetto di una comunicazione al congresso nazionale della società Oftalmologica Italiana di Roma del novembre 2002 (vedi: comunicazione n° 1). Negli stessi anni, la Dott. ssa Fresina si è occupata di laserterapia fotodinamica (PDT) nella degenerazione maculare età correlata e nella neovascolarizzazione miopica a fianco del Prof. Campos e del Dott. Pazzaglia, con l'attivazione nel 2000 della laserterapia fotodinamica presso  la Clinica Oculistica del policlinico S. Orsola, ed i risultati clinici dei trattamenti condotti sono stati tema di comunicazioni (vedi: comunicazione n° 2), corsi (vedi: corsi n° 1 e 2) e lavori scientifici (11). Dall'anno 2000 fino ad oggi la Dott. ssa Fresina si è occupata di strabismo ed oftalmologia pediatrica (7,8,10,13,16) studiando anche le complicanze di alcuni tipi di interventi sui muscoli extraoculari a livello corneale (28) e rendendosi indipendente nella gestione, sia medica che chirurgica di casi, anche complessi, di alterazioni della motilità oculare. Ha studiato gli effetti del trattamento con tossina botulinica sullo strabismo dell'adulto e del bambino partecipando, come relatore, a diversi corsi (vedi: corsi n° 3, 4, 5, 6). Dall'anno 2003 si occupa di ambliopia studiando, in particolare, gli effetti sull'acuità visiva e sulla performance visiva degli occhi ambliopi del trattamento medico con citicolina (vedi: relazioni n° 1, 2, 3, 6, 8, 10), con particolare riferimento alla somministrazione orale della sostanza. Gli studi finora condotti hanno dimostrato una sovrapponibilità dell'effetto terapeutico negli occhi ambliopi della somministrazione intramuscolare ed orale della sostanza (24); per questo rappresentano un'importante evoluzione degli studi condotti in materia dal Prof. Campos negli anni passati che avevano introdotto in campo oculistico, per la prima volta in Italia, l'importante innovazione della terapia medica dell'ambliopia. E' attualmente in atto uno studio sulle modificazioni indotte dall'assunzione orale di citicolina delle risposte elettrofisiologiche degli occhi di soggetti ambliopi di età infantile, in collaborazione con il Prof. Parisi della Fondazione Bietti di Roma. La Dott. ssa Fresina si occupa dall'anno 2000 di nistagmo oculare (18) ed in particolare delle nuove terapie chirurgiche e della possibilità di correzione dei difetti refrattivi dei pazienti affetti da questa patologia tramite chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri; a questo scopo ha ottenuto un assegno di ricerca della durata di 18 mesi presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Rianimatorie e dei Trapianti “A. Valsalva” dell'Università degli Studi di Bologna attualmente in atto. Si è occupata dello studio degli effetti di sostanze tossiche (Ricina) sull'occhio in un modello animale (15) nonché dell'efficacia del trattamento di alcune patologie della superficie oculare tramite la somministrazione topica di NGF in collirio; per quest'ultima ricerca ha ottenuto una borsa di studio della durata di 9 mesi presso il Dipartimento di Morfofisiologia Veterinaria e Produzioni Animali (DIMORFIPA) dell'Università di Bologna. Durante l'anno 2006 si è occupata, insieme al Prof. Campos ed alla Dr. ssa Versura degli effetti  delle modificazioni ormonali indotte dalla menopausa sulla superficie oculare (25). Durante il periodo in cui è stata Professore a Contratto del Corso di Laurea in Ortottica ed assistenza Oftalmologica dell'Università degli Studi di Bologna per l'insegnamento della materia Ortopleottica, la Dott. ssa Fresina si è anche impegnata in attività di tutoraggio per gli studenti del II anno del suddetto Corso di Laurea ai fini dell'acquisizione, da parte degli studenti stessi, di autonomia nell'esecuzione materiale di esami strumentali oculistici (campo visivo manuale e computerizzato, esami elettrofisiologici, topografia corneale, pachimetria corneale e microscopia speculare). La Dott. ssa Fresina ha, inoltre, contribuito alla preparazione della tesi di laurea di diversi studenti del corso di Laurea in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica (n° 5).  Durante il periodo della frequenza della Scuola di Specializzazione e negli anni successivi fino ad oggi, la Dott. ssa Fresina ha seguito diversi studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Bologna, frequentatori dell'Unità Operativa diretta dal Prof. Campos, contribuendo alla preparazione di diverse tesi di laurea (n° 7). Ha, inoltre, guidato e coinvolto medici specializzandi della Scuola di Specializzazione in Oftalmologia nella stesura di lavori scientifici (20,21,22). Negli ultimi 3 anni accademici la Dott. ssa Fresina ha affiancato il prof. Campos nell'attività didattica contribuendo alla preparazione ed allo svolgimento delle  lezioni di Malattie dell'Apparato Visivo per i medici specializzandi della Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro dell'Università di Bologna. Ha, inoltre affiancato il prof. Campos nella preparazione di numerose relazioni per Congressi nazionali ed internazionali.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.