Foto del docente

Massimiliano Fanni Canelles

Professore a contratto a titolo gratuito

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.pdf 138KB )

MEDICO

Formazione

• Diploma di specializzazione in NEFROLOGIA presso l’Università degli studi di Trieste
votazione di 50/50 e lode, Tesi Sperimentale.

• Diploma di Specializzazione in MEDICINA INTERNA presso l’Università degli studi di Trieste
votazione di 50/50 e lode, Tesi Sperimentale.

• Diploma al corso di formazione psicologica per medici in Programmazione Neurolinguistica Sanitaria
votazione 50/50 e lode

• Laurea in medicina e chirurgia conseguita presso l’Università degli studi di Trieste

STAGES:

10.2009 Myelin Project meeting, Seminar on Rare Diseases, Fondazione Myelin Project, Toronto.

9.2003 Seminar on Nephrology, Henry Ford Hospital, Detroit.

11. 2001 Stage on Complications in Renal Failure, UCLA University of California, Los Angeles.

Incarichi

Da gennaio 2016 incaricato dall’Azienda Sanitaria Universitaria integrata di Udine come responsabile della gestione della SOS dell’Ospedale di Cividale del Friuli di Nefrologia e Dialisi. Grazie a innovative tecniche manageriali trasversali denominate teals la SOS, a pari budget e personale, acquisisce oltre all’emodialisi, anche la dialisi peritoneale e alcuni processi di telemedicina territoriale. Aumenta in maniera esponenziale le attività ambulatoriali, oggi con più di 20.000 prestazioni, viene impostata un’importante attività di salute preventiva e diventa centro di riferimento territoriale e di attività integrata con medici di base e centri territoriali e distrettuali. Nel centro che dirige vengono seguiti 56 pazienti emodializzati e 10 pazienti in dialisi peritoneale, ambulatorialmente più di 2mila pazienti con patologie nefrologiche, ipertensive, con iperparatiroidismo, in pazienti trapiantati renali, con calcolosi delle vie urinarie e malattie del metabolismo osseo come l’osteoporosi. Nell’ambito di uno specializzato servizio di prevenzione, i pazienti con insufficienza renale preuremica sono seguiti con particolare attenzione in un ambulatorio dedicato a rallentare l’evoluzione dell’insufficienza renale terminale con eccellenti risultati.

• Da marzo 2019 responsabile di struttura operativa semplice di nefrologia e dialisi dell’Ospedale di Cividale.

• Dal 2017 commissario ad acta per la costituzione della Sezione regionale Friuli Venezia Giulia della Società Italiana per la salute digitale e la Telemedicina territoriale

• Da Febbraio 2002 al 2016 Dirigente Medico con ruolo a tempo indeterminato presso SOC Nefrologia e Dialisi dell’Azienda Sanitaria territoriale n°4 Friuli Centrale,Ospedale di Cividale del Friuli

• Da Dicembre 2007 Presidente del Progetto Mielina Italiano con sede all’Ospedale Bambino Gesù di Roma, ramo della fondazione Myelin Project di Washington finalizzata alla ricerca per la cura delle terapie per le malattie rare e neurologiche demielinizzanti

• Dal 1998 al 1999 Dirigente medico UO Pronto Soccorso Ospedali Riuniti Di Trieste: medicina d’urgenza e pronto soccorso

GIORNALISTA 

Giornalista pubblicista dal 1994, Fondatore e Direttore del Mensile di Socio/sanitario SocialNews [http://www.socialnews.it/], testata Giornalistica iscritta nel 2004 al Tribunale di Trieste e patrocinata dal segretariato sociale RAI, premiata nel 2008 come miglior esperienza in tema di editoria a livello europeo. E’ stato organo d’informazione di numerose campagne sociali di vari ministeri italiani. SocialNews collabora con numerose università italiane: Università di Bologna, Università di Padova, Università di Udine e l’Università di Trieste.

La rivista conta 1500 iscritti alla newsletter e 900 visualizzazioni al giorno.

I suoi articoli sono stati e vengono pubblicati anche su TPI The Post International, L’ARGINE, L’ESPRESSO/REPUBBLICA, MESSAGGERO VENETO gruppo Espresso.

DOCENTE UNIVERSITARIO 

È titolare del corso Cooperazione Sanitaria Internazionale presso l’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna

Precedentemente Professore aggiunto presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano dal 2007 al 2011. Corso per il conseguimento del titolo di master universitario di I livello in relazioni di aiuto in contesti di vulnerabilità nazionale ed internazionale.

Materie di insegnamento:

  • aiuto in contesti di ridotta libertà e non tutela dei diritti umani
  • cooperazione in contesti di guerra
  • modulo di istituzioni e politica

Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’università degli studi di Trieste dal 2001 al 2009. Scuola di specializzazione in medicina fisica e riabilitativa corso per il conseguimento del titolo di medico specialista in Medicina fisica e riabilitativa. Materia di insegnamento:

  • patologia generale.

Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’università degli Studi di Trieste – corso di laurea triennale per tecnici di laboratorio biomedico per il conseguimento del titolo di tecnico di laboratorio biomedico.

Materia di insegnamento:

  • patologia molecolare delle malattie neoplastiche e metodologia di laboratorio

DIPLOMAZIA INTERNAZIONALE 

Ha esperienze di cooperazione internazionale in contesti di conflitto e calamità naturale. In particolare Afghanistan, Iraq, Palestina, Somalia, Sudan, Siria, Pakistan, Srilanka. Nell’ambito della negoziazione internazionale in contesti di guerra.

Nel 2003 durante la seconda guerra del Golfo ha collaborato con il ministero della sanità Irachena per ripristinare la funzionalità dell’ospedale pediatrico Al Mansur di Bagdad. Nello stesso periodo con la delegazione Italiana in Iraq ha partecipato alle attività per portare in Italia alcuni bambini gravemente malatiNel 2004 in Srilanka su incarico dell’Istituto Internazionale dei Diritti dell’Uomo ha impostato un osservatorio volto a monitorare gli aiuti economici alle popolazioni devastate dal maremoto e per segnalare gli abusi sui bambini nel paese.Nel 2005 ha organizzato una missione concertata e congiunta con il Ministero Affari Esteri Italiano e con la Cooperazione Decentrata del Friuli Venezia Giulia per organizzare l’attività necessaria alla liberazione dei bambini reclusi ingiustamente nel carcere di Colombo. Successivamente al Ministero Affari Esteri a relazionato il precoce reclutamento dei bambini per scopi militari, gli abusi sessuali sui minori, e le limitazioni di libertà di bambini accusati di futili reati.Nel 2010 ha ottenuto l’accordo con il Governo dello Srilanka e per portare in Italia alcuni bambini soldato con lo scopo di eseguire interventi chirurgici di alta specializzazione per ripristinare il funzionamento degli arti menomati in battaglia.

Nel 2012 ha ottenuto finanziamenti e concessioni Governative per la realizzazione di scuole e del VocationalTrainingCenter, un centro per il recupero dei bambini soldato e di donne abusate durante la guerra in territorio Tamil, teatro dello scontro e dei guerriglieri dell’LTTE (tigri tamil).

Nel 2013 ha ottenuto dal consigliere del Presidente dello Srilanka con delega per la riconciliazione il permesso di azione per la tutela degli ex bambini soldato e delle donne violate durante la guerra.

Nel 2013 ha partecipato agli accordi internazionali per permettere l’invio e il passaggio in territorio siriano dei convogli umanitari per rifornire i campi profughi di Atma e Aleppo e per portare in Italia bambini che necessitavano di interventi di alta specializzazione.

Nel 2014 ha partecipato a varie missioni in Siria, Balcani e Asia per supervisionare i progetti in corso e per portare bambini in Italia dall’Ukraina per trattamenti di alta specializzazione.

Nel 2016/17, è intervenuto in Siria e durante la guerra ha realizzato i collegamenti in telemedicina fra l’ospedale di Udine e 17 centri sanitaria siriani