Foto del docente

Marco Prevedelli

Professore associato confermato

Dipartimento di Fisica e Astronomia

Settore scientifico disciplinare: FIS/03 FISICA DELLA MATERIA

Curriculum vitae

  • Dal Novembre 1984 al marzo 1988 è allievo del corso ordinario presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e frequenta il corso di laurea in fisica dell'Università di Pisa.
  • Dal novembre 1988 al febbraio 1992 frequenta il dottorato di ricerca in fisica (IV ciclo) presso l'Università di Firenze, presentando una tesi dal titolo "Spettroscopia ad alta risoluzione nel lontano infrarosso", relatore il prof. M. Inguscio.
  • Dal marzo 1992 al settembre 1994, con una borsa della CEE, lavora presso il Max Planck Institut fuer Quantenoptik di Monaco nel gruppo del prof. T. W. Haensch, dove si occupa di spettroscopia ad altissima precisione dell'idrogeno e misura della costante di Rydberg.
  • Dall'ottobre 1994 al marzo 1996 usufruisce di una borsa di post dottorato dell'Università di Firenze.
  • Dal marzo 1996 all'ottobre 2001 presta servizio come ricercatore presso la facoltà di Scienze M.F.N. dell'Università di Firenze, svolgendo il suo lavoro sperimentale presso il LENS e occupandosi di laser cooling, spettroscopia ad alta risoluzione, tra cui il progetto Alfelio, in ambito INFN, e condensazione di Bose-Einstein. L'attività didattica consiste principalmente nel tenere le esercitazioni dei corsi di fisica generale I e II presso il cdl in informatica, di fisica II presso il cdl in matematica e infine di lab. III presso il cdl in fisica.
  • Dal settembre 1999 al settembre 2000 trascorre un periodo in congedo presso il JILA di Boulder, Colorado, nel gruppo del Prof. E. Cornell, dove si occupa di guide magnetiche per interferometri atomici.
  • Dal novembre 2001 è prof. associato presso la facoltà di Chimica Industriale dell'Università di Bologna.
  • Dal giugno 2003 al giugno 2014 svolge la sua attività sperimentale soprattutto presso il Dip. di Fisica dell'Università di Firenze dove la sua principale attività consiste nel collaborare col gruppo del Prof. G. M. Tino al progetto MAGIA, in ambito INFN, volto a misurare la costante di gravitazione universale G tramite interferometria atomica.
  • Dal giugno 2004 al settembre 2004 è visiting scientist presso la divisione di Spectrometrie Physique del CNRS di Grenoble, nel gruppo di D. Romanini, dove si occupa di rivelazione di gas inquinanti tramite spettroscopia ad altissima sensibilità con laser a diodo.
  • Dal 2015 collabora col gruppo del Prof. P. Bouyer presso l'Institute d'Optique di Bordeaux, dove è visiting scientist per un paio di mesi nell'autunno 2016, alla realizzazione di un interferometro atomico ad alta sensibilità per studi di campo gravitazionale.
  • Dal 2009 afferisce al Dip. di Fisica e Astronomia dell'Universita' di Bologna.
I suoi interessi principali comprendono la spettroscopia ad alta risoluzione, la metrologia delle frequenze, il laser cooling e l'interferometria atomica.  Attualmente o in passato è stato coinvolto in svariati progetti (INFN, ESA, EEC) concernenti l'interferometria atomica e nell'esperimento AEGIS, presso il Cern, per la formazione di antiidrogeno a bassa energia per misure di fisica fondamentale.

E' autore di circa 80 pubblicazioni su riviste internazionali.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.