Foto del docente

Marco Gaiani

Professore ordinario

Dipartimento di Architettura

Settore scientifico disciplinare: ICAR/17 DISEGNO

Curriculum vitae

Marco Gaiani è professore ordinario di Disegno presso il Dipartimento di Architettura dell'Università di Bologna. È nato a Bologna il 8 febbraio 1960 e si è laureato in Ingegneria Civile sezione Edile con 100/100 e lode presso l'Università degli Studi di Bologna nel 1985. Laureato Frequentatore A.A. 1986/87 e 1987/88 nell'Istituto di Architettura e Urbanistica dell'Università degli Studi di Bologna; tecnico laureato dal 1° aprile 1989 presso lo stesso Istituto; ricercatore dapprima e poi ricercatore confermato per il gruppo disciplinare H11X Disegno dal 1 aprile 1993 presso la Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara. Dal 1 novembre 1999 è stato professore associato dell'area H11X - “Disegno” presso la Facoltà di Architettura Leonardo del Politecnico di Milano, Dipartimento DITEC. Professore straordinario del settore scientifico-disciplinare H11X (ICAR 17) - “Disegno” dal 1 marzo 2002 presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano è ordinario dal 1 marzo 2005. Dapprima Direttore vicario (2002-2003) e poi Direttore del Dipartimento INDACO (Dipartimento di Industrial Design, delle Arti, della Comunicazione e della Moda) del Politecnico di Milano dal (2003-2004) è stato fondatore e responsabile dal 1 aprile 1993 al 31 gennaio 1999 del centro di computergrafica della Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara; membro del Comitato Direttivo del Centro per la Grafica Informatizzata del Centro Informatico di Ateneo del Politecnico di Milano dal dicembre 1999, fondatore e responsabile del Laboratorio di Virtual Prototyping & Reverse Modeling del Politecnico di Milano dal 2002. Tornato all'Università di Bologna nel 2007 è stato direttore del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale dal 2010 al 2012. Specializzato nella modellazione e nell'imaging digitale per l'architettura storica, l'archeologia e nelle librerie digitali di architettura e archeologia si è impegnato per un quarto di secolo per documentare, illustrare e conservare il Patrimonio italiano . è stato uno dei primi sviluppatori/utenti della tecnologia laser scanner nel campo dei Beni Culturali e ha sviluppato tecnologie fotogrammetriche per lo stesso campo. Ha condotto dettagliati rilievi e creato modelli 3D digitali di vari monumenti, dal Colosseo alle Terme di Caracalla, da una serie di piccoli sepolcri sull'Appia Antica a Roma alla Basilica di Vicenza e alla villa Pisani a Bagnolo di Andrea Palladio, da San Salvatore al Monte a Firenze ai quartieri milanesi di case di affitto dell'inizio del Novecento, fino ai recenti rilievi dell'area archeologica di Pompei e dei portici di Bologna. Ha realizzato alcuni CD-Rom visual-database di larga diffusione, tra cui Andrea Palladio - Le Ville in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio di Vicenza (CISAAP), che raccoglie, per la prima volta in modo sistematico, tutta la documentazione sulle ville palladiane, sia testuale che grafica, in forma multimediale e con ricostruzioni 3D e per lo stesso ha progettato e seguito la digitalizzazione del sistema documentale dell'architetto de La Rotonda. Ha progettato ed è stato responsabile della costruzione di alcuni sistemi informativi inerenti l'architettura storica e l'archeologia tra cui un prototipo basato sui modelli 3D per l'area archeologica di Pompei (in collaborazione con la Scuola Normale Superiore (SNS) di Pisa) e il sistema comunicativo-informativo PALLADIOlibrary su Andrea Palladio, il suo lavoro e il suo territorio per il  CISAAP (2009-2012). È stato coordinatore scientifico di vari corsi post-laurea e post-dottorato tra cui i due corsi "Rappresentazione e modellazione per i Beni Culturali" della SNS a Volterra (2009 e 2011). Più di recente ha rivolto la sua attenzione anche ai campi del reverse modeling, della prototipazione virtuale e del rendering applicati al design industriale e alla ricerca sui metodi di insegnamento di tecniche di rappresentazione digitali tridimensionali. È stato membro del comitato scientifico e del comitato organizzatore di vari convegni, seminari di studio tra cui “Museum without walls. New media for news museums”, tenuto al SIGGRAPH nel 1995; “I progetti non realizzati di Palladio” tenutasi al Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio, nel 1994; “Cities, Design & Internet”, organizzato congiuntamente dalla Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara, dalla School of Architecture dell'Università di Berkeley - California, e dall'Università di Waseda, Tokio, Ferrara 7-14 giugno 1997; dell'Advisory Board del “Center for Design Visualization of Univeristy of California at Berkeley” dall'aprile 2001; dell'Electronic Cultural Atlas Initiative (ECAI); di vari congressi UNESCO tra cui il 30th Anniversari virtual Congress del World Heritage Center UNESCO, 2002. È stato chairman di vari convegni internazionali tra cui VSMM 2002 e il simposio Palladiano del 2008 e presidente del Comitato scientifico del convegno E-Arcom 2007. È membro del comitato scientifico di alcune riviste internazionali come "Disegnare idee immagini" e "Scires-IT". È stato membro di molti gruppi di lavoro del Ministero dell'Università. Infine è stato membro del gruppo di esperti di valutazione per l'ANVUR VQR 2004-2010.