Foto del docente

Marcello Di Bonito

Professore associato

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari

Settore scientifico disciplinare: AGR/14 PEDOLOGIA

Curriculum vitae

Marcello Di Bonito è Professore associato in Pedologia applicata e conservazione del suolo all'Università di Bologna dal 2021, dove svolge le sue attività didattiche e di ricerca, congiuntamente all'università di Nottingham Trent (Gran Bretagna) con cui possiede una doppia affiliazione. I suoi interessi di ricerca sono rivolti in particolare alla conservazione del suolo e alla sua gestione sostenibile, al rapporto tra le risorse naturali, le loro funzioni ecosistemiche, e gli approcci multi-disciplinari per la loro modellizzazione e comprensione, soprattutto tramite GIS e telerilevamento. Attualmente incentra la sua ricerca su temi di ripristino ecologico, il ruolo del suolo nel ripristino di ecosistemi e l'utilizzo di sensori e analisi in remoto.

 

Formazione

Laureato in Scienze della Terra nel 1997 presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", ha poi proseguito i suoi studi in Gran Bretagna, dove ha conseguito tra l'altro il suo dottorato in 'scienze ambientali' presso l'Università di Nottingham nel 2005.

 

Carriera accademica

Formatosi presso l'Università di Napoli, si è specializzato in geochimica ambientale, GIS e analisi spaziali con vari periodi di studio all'estero (Università di Granada, Spagna; British Geological Survey, Gran Bretagna). Durante questo periodo ha anche lavorato per il Consiglio Nazionale delle Ricerche dove ha maturato esperienza nel campo delle scienze del suolo. Ha quindi studiato il suo dottorato a Nottingham, dove ha intrapreso un progetto congiunto tra l'Università di Nottingham e il British Geological Survey con la tesi "Elementi in traccia nelle soluzioni del suolo: una comparazione di metodologie di estrazione" (Titolo in Inglese: "Trace elements in soil pore water: a comparison of sampling methods").

Dopo il dottorato ha lavorato brevemente per il NERC Isotope Geoscience Laboratory, dove ha aumentato la sua esperienza nelle tecniche analitiche. Quindi è poi entrato a far parte dell'Agenzia per l'Ambiente dove ha lavorato per 3 anni nel team di Gestione Ambiente, maturando una preziosa esperienza in vari aspetti della parte normativa per la gestione dei rifiuti, la qualità dell'acqua, l'agricoltura e il controllo dell'inquinamento.

A seguito di questa esperienza, è entrato a far parte dell'Università di Nottingham per un progetto post-dottorato finanziato dall'Unione Europea in Sustainability Impact Assessment. Qui ha continuato a sviluppare il suo crescente interesse per la ricerca multidisciplinare e interdisciplinare che attraversa le scienze fisiche e sociali (es. Sostenibilità, Servizi e funzioni ecosistemici), dove le applicazioni di metodologie e l'integrazione con approcci partecipativi (ad es. la metodologia Analytic Hierarchy Process) e la modellazione (ad es. Bayesian Belief Networks) può aumentare la comprensione di processi complessi e migliorare il processo decisionale. Alla fine è entrato a far parte della Nottingham Trent University nel settembre 2009, dove continua a lavorare ed insegnare e svolgere attività di coordinazione internazionale.

 

Attività didattica

Dal 2009 svolge con continuità attività di docenza come titolare di vari insegnamenti per Corsi di Laurea in Gran Bretagna, in Scienze Ambientali, Geografia Fisica e Conservazione della Biodiversità presso la Nottingham Trent University.

Attualmente è docente in 'Conservation and sustainable management of soils: tools and practices' (tenuto in Inglese) per il corso di Laurea Magistrale in Precision and and Sustainable Agriculture (PASA) e in 'Laboratorio di Pedologia Applicata' per il Corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione degli Ecosistemi Agro-Territoriali, Forestali e del Paesaggio, dell'Università di Bologna.
Organizza e coordina seminari di approfondimento sulle proprie discipline.

 

Attività scientifica

Ha partecipato a numerosi programmi di ricerca nazionali ed internazionali tra cui: Progetto SENSOR, finanziato dalla EU (2005), Progetto West Tyrone (parte di TELLUS, NERC, 1999), Progetto G-BASE di campionatura ambientale (NERC, 1997), Leonardo Placement (EU, 1997).

- Invitato al workshop Researcher Links nell'ambito del Newton Fund, Strengthening UK-Colombia Research & Innovation Cooperation (UK-Colombia RICO): The Role of Foresight and Horizon Scanning, nel novembre 2014.

- Invitato alla 9a edizione di Tecnnova, tavola rotonda tra imprese e mondo accademico (partnership UK-Colombia) come esperto di innovazione in agricoltura, agosto 2014.

- Invitato al Pacific Centre for Environment and Sustainable Development (PACE-SD), University of South Pacific: Seminari sulla valutazione dell'impatto della sostenibilità, vulnerabilità e adattamento, agosto 2013.

- Reviewer di riviste internazionali e italiane nel settore delle Scienze Ambientali e Naturali.

 

Attività istituzionali e incarichi accademici

- Da Settembre 2020 è Coordinatore dell'Internazionalizzazione al dipartimento di Animal Rural and Environmental Sciences (ARES), Nottingham Trent University.

- Dal 2020 è responsabile dello scambi Erasmus con varie università Europee e altri istituti di ricerca in Nuova Zelanda, Australia e Canada per il dipartimento ARES della Nottingham Trent University.

- È stato Coordinatore del corso di Geografia dal 2010 al 2015 (ARES, NTU).

 

Appartenenza a comitati scientifici e editoriali

- Dal 2000 è membro della British Society of Soil Science (BSSS), da cui ha acquisito la M.I. Sci del suolo dal 2015; membro del comitato dell'East Midland Soil Discussion Group.

- Dal 2018 è membro della Society For Environmental Geochemistry and Health.

- Dal 2019 è membro della Canadian Society of Soil Sciences.

- Dal 2010 al 2015 è stato Associate Editor per il Journal of Geochemical Exploration.

- Dal 2015 è Fellow della Higher Education Adademy (HEA).

 

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.