Foto del docente

Lucrezia Gatti

Assegnista di ricerca

Dipartimento di Chimica "Giacomo Ciamician"

Dottoranda

Dipartimento di Chimica "Giacomo Ciamician"

Settore scientifico disciplinare: CHIM/12 CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI

Curriculum vitae

Dottoranda del XXXIV ciclo presso l'Università di Bologna dal 2018. Attualmente svolge la sua ricerca scientifica sullo sviluppo di tecniche e materiali avanzati per la diagnostica, la conservazione, il monitoraggio e il restauro di opere d'arte mobili e immobili.

Formazione

Nel 2017 ha conseguito la laurea magistrale in Conservazione e Diagnostica dei Beni Culturali presso l'Università degli Studi di Milano con tesi dal titolo “Caratterizzazione di biofilm presenti su tombe del Cimitero Monumentale di Milano”, dopo essersi laureata nel 2015 nel corso di laurea triennale in Scienze per lo studio e la conservazione dei beni culturali e dei supporti dell'informazione presso l'Università degli Studi di Milano con tesi dal titolo “Caratterizzazione dei microrganismi presenti sul dipinto “Studio di nudo” (olio su tela, G.M. Mossa) ed uso di essenze come biocidi naturali”. Nel 2017 ha inoltre svolto per alcuni mesi il PhD in Scienze per i Sistemi Alimentari, presso l'Università degli Studi di Milano.

Attività didattica

Durante i mesi di dottorato a Milano nel 2017 ha svolto l'attività di assistente nel laboratorio microbiologico per la facoltà di agraria. Nel 2015, durante l'attività di tirocinio per il conseguimento della laurea triennale ha svolto l'attività di assistente nel laboratorio microbiologico per l’Accademia di Brera.

Attività scientifica

Nel 2016-2017 ha preso parte al progetto internazionale ’Unraveling Mechanisms Behind the Bio-deterioration of Stones in Historical sites: Towards Developing Innovative Methodologies for Evaluating, Preserving, and Managing our Cultural Heritage’ (BIOSTONE), in collaborazione tra Italia e Israele, lavorando sulla caratterizzazione dei batteri presenti su monumenti lapidei in forma di biofilm e indagando le relazioni esistenti tra biofilm, litotipo, stagionalità, interventi di restauro, aria e suolo. Negli anni 2014-2015, durante il percorso di studi triennale, si è occupata dello sviluppo di metodi di green conservation su dipinti mobili.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.