Foto del docente

Lorenzo Vinciguerra

Professore ordinario

Dipartimento di Filosofia e Comunicazione

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE

Curriculum vitae

Professore ordinario al Dipartimento di Filosofia e Comunicazione (FILCOM) dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, svolge le sue ricerche nel campo della filosofia morale. I suoi interessi di ricerca sono rivolti in particolare ai fondamenti dell’etica e dell’estetica in ambito moderno e contemporaneo.

 

Formazione

Laureato in filosofia all’Università Statale degli Studi di Milano (1992), è allievo diplomato del corso di pittura dell’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano (1983-88) e allievo perfezionando della classe di filosofia della Scuola normale superiore di Pisa (1993-96). Passato all’École normale supérieure di Parigi, consegue il Diplôme d’études avancées (DEA) in Storia della filosofia all’Université de Paris I Panthéon-Sorbonne (1994), l’Agrégation de philosophie (1995), il Dottorato di filosofia dell’Université de la Sorbonne-Paris IV (2000) e l'Habilitation à diriger des recherches (HDR) presso l'Ecole des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi (2010).

 

Carriera accademica

Dopo essere stato Allocataire de recherche (ricercatore a tempo determinato) all’Université di Paris I Panthéon-Sorbonne (1993-95) e Attaché temporaire d’enseignement et de recherche (docente-ricercatore a tempo determinato) all’Università di Grenoble (1997-01), nel 2001 viene eletto Maître de conférences (professore associato) all’Università di Reims. Conseguita l'idonenità all'ordinariato (2010), nel 2012 viene eletto Professeur des universités all’Università di Amiens, nonché direttore del Centre de recherche en arts et esthétique (CRÆ EA 4291), carica che ricopre per due mandati consecutivi fino al 2020. Qui fonda e dirige la rivista Tetrade (www.tetrade.fr). Dal 2007, all’EHESS di Parigi, conduce ogni anno il seminario in scienze umane e antropologia “Anthropologie générale et philosophie” con François Flahault (CNRS). Ha insegnato inoltre all’Université de Paris III Sorbonne Nouvelle (2006-07), all’EHESS di Parigi (2010-12) nonché in diverse università straniere. Dal 2019 è professore ordinario presso l’Ateneo bolognese.

 

Pubblicazioni

Noto in particolare per i suoi studi sullo spinozismo e la filosofia moderna, i suoi lavori sono stati pubblicati e tradotti in più lingue. È autore di dieci volumi, una settantina di articoli, circa duecento conferenze universitarie. Tra i suoi libri recenti: La semiotica di Spinoza (ETS, Pisa, 2012); Pourparlers. Deleuze entre art et philosophie (Reims, PUR, 2013); Spinoza (Carocci, Roma, 2015); L’œil et l’esprit. Merleau-Ponty entre art et philosophie (Reims, PUR, 20152); Spinoza et le signe. La logique de l’imagination (Paris, Vrin, 20182). Con Pierre-François Moreau ha curato il volume Spinoza et les arts (Paris, L’Harmattan, 2019).

 

Attività scientifica

Ha partecipato a numerosi programmi di ricerca nazionali (PRIN) e internazionali, diretto e codiretto cinque seminari di ricerca, organizzato e coorganizzato una ventina di convegni internazionali. A capo di due laboratori di ricerca (CRÆ, MIS), ha condotto il progetto internazionale in Digital humanities Ethica (2015-18), finanziato dall'Università di Amiens, dalla Fondation de la maison des sciences de l’homme (FMSH) di Parigi e dal Centre national de la recherche scientifique (CNRS), a cui hanno collaborato istituti di ricerca e università di tutto il mondo. Ha beneficiato di una délégation de recherche (distaccamento per ricerca) di un anno presso il CNRS (2017-18) e effettuato soggiorni di ricerca in varie istituzioni, tra cui il Paul Getty Center di Santa Monica (1998), la Freie Universität di Berlino (1999), la Scuola normale superiore di Pisa (2007), il Centre franco-russe de recherche en sciences humaines et sociales (CNRS) di Mosca (2007), l’Università di Urbino (2008, 2009).

 

Attività istituzionali e incarichi accademici

È membro attivo del Centre de recherche en arts & esthétique EA 4291 (Università di Amiens) (dal 2012), del Freudian Group Research (Louvain, Paris, Bruxelles) (dal 2010), dell’International Symposium for Phenomenology (Louvain, Paris, New York) (dal 2007), di cui è stato anche direttore per tre anni (2008-2011), del Centre de recherches dans les arts et le langage UMR 8566 (EHESS/CNRS) (dal 1999), dell’Institut d'histoire des représentations et des idées dans les modernités UMR 5317 (ENS Lyon/CNRS), del Centre d’études en rhétorique, philosophie et histoire des idées (ENS Lyon) (dal 1995), della Société des amis de Spinoza e della Società degli amici di Spinoza (dal 1993). È inoltre stato membro del Centre interdisciplinaire de recherche sur les langues et la pensée EA 4299 (Université de Reims) (2001-2012).

Membro del Collegio professori della sezione di Filosofia del Conseil national des universités (CNU) (2016-19), ha partecipato ad una trentina di commissioni di dottorato e HDR, ricoprendo diversi incarichi istituzionali: co-direttore di dipartimento, responsabile delle relazioni internazionali, membro di varie commissioni accademiche e di commissioni di specialisti per concorsi a professori associati e ordinari. Ha promosso convenzioni bilaterali con università e istituti di ricerca stranieri. E' all'origine del corso di laurea magistrale in Esthétique comparée dell'Università di Amiens, di cui è stato anche il responsabile. Visiting professor presso l’Università cattolica di Rio de Janeiro (2009), la High School of Economics di Mosca (2011), l’Università federale fluminense di Niteroi (2014), l’Università di Cordoba (2016), l’Università di Urbino (2018), ha insegnato in francese, italiano, inglese e spagnolo. È stato invitato come resident fellow per un soggiorno di ricerca di 6 mesi dall’Institut d’Études Avancées (IEA) di Nantes (2020).

 

Attività didattica

Dal 1996 svolge attività di docenza in vari insegnamenti. Il principale esplora il campo della filosofia morale e della storia della filosofia moderna con interessi per la storia della metafisica, l’epistemologia e l’antropologia: corsi monografici su Cartesio, Leibniz, Spinoza, Kant; corsi dedicati alle grandi opere filosofiche della modernità (le Meditazioni metafisiche, i Principi della filosofia, le Passioni dell’anima di Cartesio, La Monadologia e il Discorso di metafisica di Leibniz, il Leviatano di Hobbes, il Trattato della riforma dell’intelletto, l’Etica, il Trattato teologico-politico di Spinoza, il Trattato della natura umana di Hume, le tre Critiche di Kant, ecc.); corsi di “agrégation” sul concetto di «Natura», «Sostanza», «Necessità e contingenza», «Ragione e immaginazione», o autori quali Spinoza e Leibniz. Altri insegnamenti hanno avuto per oggetto «L’idea di Dio nella filosofia moderna», «L’idea di razionalismo», «La scienza seicentesca degli affetti», «La storia del concetto di causa da Aristotele a Hume» e più in generale i rapporti tra filosofia e teologia, morale e antropologia. Altri corsi, come quelli tenuti all’EHESS di Parigi, si sono concentrati sull’elaborazione storico-concettuale della nozione di individuo nelle sue varie accezioni fisica, antropologica, morale e politica.

Titolare della cattedra di Filosofia moderna all’Università di Reims e succesivamente della cattedra di Estetica all’Università di Amiens, ha ricoperto insegnamenti in Estetica, Filosofia dell’arte e Storia dell’arte. In questa veste, corsi monografici e tematici sulla terza Critica di Kant, l’Estetica di Hegel, ma anche autori più contemporanei (Cassirer, Dewey, Panowsky, Foucault, Derrida, Deleuze, Danto, Shusterman ecc.). Altri insegnamenti hanno riguardato la storia delle avanguardie artistiche (1860-1960), l’arte barocca, la storia del concetto di rappresentazione, i rapporti tra arte e filosofia, come ad esempio i corsi intitolati: «Vélasquez ou les paradoxes de la représentation classique»; «Penser la peinture: Manet, Cézanne, Duchamp»; «Peut-on définir l’art ?»; «Le problème de la fin de l’art», ecc.

Con taglio più teoretico ha trattato problematiche, autori ed opere contemporanee con particolare riferimento alla filosofia francese del XX secolo. In ambito fenomenologico ha tenuti corsi sul pensiero di Merleau-Ponty; altri corsi sulla filosofia dell’immagine, la semiotica, il pragmatismo americano con particolare riferimento al pensiero di Peirce.

 

Appartenza a comitati scientifici e editoriali

Fa parte del comitato scientifico delle edizioni Negretto di Mantova, della collana «Il bosco sacro. Studi di Estetica», edizioni Aracne di Roma (dal 2017), dell’Editorial Board della rivista Philosophy Journal (Filosofskij Zhurnal) dell’Accademia delle scienze di Russia, dell’Editorial Board di Research Result (e-journal) (dal 2015), della collana «Terre di Confine», Ed. dell’Ors di Alessandria (dal 2013). È inoltre membro dei comitati scientifici editoriali degli Studia Spinozana (Hannover), della rivista di filosofia dell’Università di Milano Noema, delle edizioni Mimesis di Milano (dal 2011), della rivista Direito, Estado e Sociedade dell’Università cattolica di Rio de Janeiro (dal 2010), della rivista internazionale di letteratura Hebenon e della rivista di filosofia dell’Università di Urbino Isonomia (dal 2008). Dirige la rivista Tetrade (www.tetrade.fr ) (dal 2013) ed è stato membro del comitato editoriale della rivista Savoirs en Prisme (CIRLEP EA 4299) (2010-2012), nonché membro del comitato di redazione di Art Nord, rivista internationale d’arte scandinava a Parigi (2009-2011).