Foto del docente

Giuseppe Ledda

Professore associato

Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/10 LETTERATURA ITALIANA

Curriculum vitae

Giuseppe Ledda è professore associato di Letteratura italiana all'Università di Bologna, dove insegna "Letteratura e critica dantesca", "Letteratura e Filologia dantesca", "Letteratura italiana".

È nato nel 1964 a Macomer, in Sardegna, dove è vissuto fino al conseguimento della maturità scientifica (1983). Ha poi studiato Filosofia all'Università di Firenze, laureandosi, sotto la guida di Francesco Adorno e Walter Cavini, con una tesi sulla Poetica di Aristotele (1989). Nel 1990 si è trasferito a Bologna, dove ha ottenuto la laurea in Lettere indirizzo Classico con una tesi su Dante e i tópoi dell'indicibilità (1996), scritta sotto la direzione di Ezio Raimondi e Andrea Battistini.

Vincitore della Borsa di perfezionamento “Massimo Bontempelli” dell'Accademia Nazionale dei Lincei, è stato successivamente ammesso alla Scuola di Dottorato dell'Università di Pavia, dove ha svolto attività di ricerca sotto la guida di Cesare Segre e ha conseguito il dottorato con una tesi dal titolo I tópoi dell'indicibilità e Dante come poeta-personaggio della Commedia (2000).

Per il biennio 2000-2001 ha usufruito di una borsa di studio post-dottorato per attività di ricerca presso l'Università di Bologna.

Abilitato all'insegnamento di Materie letterarie e Latino, ha insegnato nella scuola secondaria dal 2001 al 2008.

Dal 1999 al 2008 ha svolto attività didattica all'Università di Bologna come docente a contratto, prima tenendo il modulo didattico di Filologia dantesca (1999-2002) e il tutorato di Letteratura italiana (2002-2005); quindi come titolare dell'insegnamento di Filologia e critica dantesca dal 2003 al 2008.

Dal 2008 al 2014 è stato ricercatore di Letteratura italiana all'Università di Bologna e titolare dei corsi di Letteratura e critica dantesca e di Filologia dantesca.

Dal 2014 è professore associato di Letteratura italiana e titolare dei corsi di Letteratura e critica dantesca, di Filologia dantesca, Filologia e letteratura dantesca, Letteratura italiana.

Inoltre ha tenuto corsi su Dante presso le sedi bolognesi di università americane, la University of California (2005-2009) e il Dickinson College (2006-2009).

È stato Visiting Fellow presso il Selwyn College, University of Cambridge (2018).

È membro del Comitato Scientifico del Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna - Sezione Studi e Ricerche (dal 2005) e del Comitato Scientifico della Scuola Estiva in Studi Danteschi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna (dal 2007); dell'Advisory Board  del progetto “ Dante and Late Medieval Florence: Theology in Poetry, Practice and Society” - University of Leeds - Leeds Center for Dante Studies (2011-) e della collana editoriale “The William and Katherine Devers Series in Dante and Medieval Italian Literature”, Notre Dame University Press - Notre Dame, Indiana, USA (2012-); del Comitato scientifico della rivista: «Le Tre Corone. Rivista internazionale di studi su Dante, Petrarca, Boccaccio» (dal 2013); dell’International Advisory Board della rivista «Dante Studies» edita dalla Dante Society of America (dal luglio 2015); del Consiglio scientifico della Società Dantesca Italiana (dal novembre 2015); membro del Comitato scientifico dell’ Observatory on Dante Studies at Utrecht University, Olanda (dal settembre 2016); dell'International Editorial Board della rivista «The Italianist» (dal marzo 2018).

Dopo le ricerche sulla poetica filosofica greca e la pubblicazione del saggio Verità e poesia nella Poetica di Aristotele (1990), si è dedicato agli studi letterari concentrando la sua attività di ricerca su Dante e sulla letteratura medievale. Si occupa inoltre di letteratura rinascimentale (Pulci, Boiardo, Ariosto) e novecentesca (Montale, Atzeni).

Oltre a numerosi articoli, relazioni per atti di convegni, rassegne bibliografiche, note, recensioni, ha scritto cinque libri di argomento dantesco: La guerra della lingua. Ineffabilità, retorica e narrativa nella Commedia di Dante (2002); Dante (2008); La Bibbia di Dante (2015); Leggere la «Commedia» (2016); Il bestiario dell'aldilà. Gli animali nella «Commedia» di Dante (2019).

Ha curato le sezioni sul Duecento e su Dante nella Letteratura italiana diretta da E. Raimondi, Dalle origini al Cinquecento, Milano, Bruno Mondadori, 2007; e i volumi La poesia della natura nella «Divina Commedia», Ravenna, Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali, 2009; La Bibbia di Dante. Esperenza mistica, profezia e teologia biblica in Dante,  Ravenna, Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali, 2011; Preghiera e liturgia nella «Commedia», Ravenna, Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali, 2013; Le teologie di Dante, Ravenna, Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali, 2015; Sergio Atzeni e le voci della Sardegna, Bologna, Bononia University Press, 2017 (con G. Sulis); Dante e la cultura religiosa medievale, Ravenna, Centro Dantesco, 2018.

È condirettore della rivista dantesca «L'Alighieri» (dal 2010) e membro del Comitato direttivo della rivista «Studi danteschi» (dal 2016).