Foto del docente

Giovanni Franceschini

Professore ordinario di altro ateneo

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Curriculum vitae

Giovanni Franceschini è nato a Castelnovo né Monti (RE) il 29 maggio del 1960 e risiede in Reggio nell’Emilia, via Cirillo Monzani 30/4.

Diplomato presso il Liceo Scientifico Lazzaro Spallanzani con la votazione di 60/60, si laurea in Ingegneria Elettronica nell’anno accademico 1985-86 all’Università degli Studi di Bologna con la votazione di 97/100 discutendo una tesi dal titolo “Analisi teorico-sperimentale del comportamento dell’azionamento Switched Reluctance”, relatori il Prof. Mario Rinaldi e la Prof.ssa Carla Tassoni.

Dopo la tesi collabora con gli stessi docenti presso l’allora Istituto di Elettrotecnica Industriale su alcuni temi di ricerca legati agli azionamenti elettrici.

Nel 1987 risulta vincitore di una Borsa di Studio bandita dal Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano (CESI), “Leonardo Maggi” di durata annuale dal titolo “Motori elettrici, azionamenti industriali e attuatori per usi di automazione”. Nell’ambito di tale borsa trascorre vari mesi presso i laboratori CESI in via Rubattino a Milano collaborando alla realizzazione di un laboratorio per la caratterizzazione degli azionamenti elettrici.

Al termine della borsa di studio prosegue la collaborazione col CESI come consulente per un ulteriore periodo di sei mesi.

Nel 1990, in qualità di vincitore di concorso nel settore scientifico disciplinare ING-IND/31 Elettrotecnica), prende servizio presso l’Università degli Studi di Parma come ricercatore universitario afferendo al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione. Nel 1993 è immesso nella fascia dei ricercatori confermati.

A partire dal 1997, e fino alla presa di servizio come professore associato, è membro del Senato Accademico integrato come rappresentante dei Ricercatori.

Vincitore di concorso nazionale a cattedra di seconda fascia, SSD ING-IND/32 “Convertitori macchine e azionamenti elettrici”, prende servizio come Professore Associato presso la Facoltà di Ingegneria di Parma a decorrere dal 1 Novembre 1998. Dall’Anno Accademico 2001/02 è Professore Associato Confermato.

Dall’Anno Accademico 1998/99 a oggi è membro del collegio docenti per il Dottorato in Tecnologie dell’Informazione possedendo pienamente tutti i requisiti richiesti dal decreto di accreditamento Dottorato (Requisito A4 – qualificazione del collegio docenti).

Nel 2004 prende servizio come professore straordinario e dal 2007 è professore ordinario, SSD ING-IND/32, con afferenza al Dipartimento di ingegneria dell’Informazione dell’Università di Parma.

Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione a partire dal primo gennaio 2011 e membro del Senato Accademico a partire da agosto 2012 prende servizio, il 14 Novembre del 2013 come ProRettore Vicario (con, in aggiunta, delega ai sistemi informativi di Ateneo) e, dal 12 di Giugno 2017, come Rettore facente funzioni, carica che ricopre attualmente, assumendo al contempo la presidenza sia del Senato Accademico sia del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Parma.

Il 21 Dicembre 2018  prede servizio presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia dove attualmente ricopre l'incarico di Presidente della Scuola di Ingegneria.

E’ stato Principal Investigator (Coordinatore) di un progetto (ALEA) finanziato dalla comunità Europea, azione Clean Sky, nell’ambito dell’azione “More Electric Aircraft”.

È revisore delle più importanti scientifiche di settore (IEEE Transactions) e revisore dei comitati scientifici di alcuni congressi internazionali di settore, è stato chairman a diverse conferenze.

È valutatore esperto per la Commissione Europea per i programmi Horizon 2020 (incluso Euratom) e COSME (Competitiveness for Small and Medium-Sized Enterprises)

È autore di oltre 170 pubblicazioni scientifiche di cui 30 pubblicate sulle Transactions della IEEE. Il suo H-index è pari a 32 con oltre 4500 citazioni (Fonte Scopus).

Nel 2000 ha ricevuto il primo premio dal Comitato Macchine Elettriche della IEEE-IAS per il miglior lavoro presentato all’IEEE-Industry Applications Conference, 2000 con una memoria dal titolo “Quantitative evaluation of induction motor broken bars by means of electrical signature analysis” premio particolarmente prestigioso che ha comportato anche un riconoscimento economico da parte della IEEE Industry Application Society e nel 2012 il premio per la migliore presentazione orale allo IECON 2012 con una memoria dal titolo “Fault tolerant digital control of 2MVA parallelable frequency converters for harbor applications”.

È co-inventore di otto brevetti di invenzione industriale e socio fondatore di quattro Spin-Off/Start-Up innovative.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.