Foto del docente

Claudia Tomasini

Professoressa ordinaria

Dipartimento di Chimica "Giacomo Ciamician"

Settore scientifico disciplinare: CHIM/06 CHIMICA ORGANICA

Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Advanced cosmetic sciences

Temi di ricerca

Parole chiave: analisi conformazionale materiali supramolecolari biomateriali foldameri peptidi peptidomimetici

Negli ultimi anni la ricerca è stata indirizzata verso la sintesi e l'analisi conformazionale di pseudopeptidi sintetici, che mimano le strutture secondarie delle proteine, quindi eliche, turn e beta-sheets e verso la preparazione di materiali supramolecolari, quali fibre e gel, per l'applicazione in campo farmacologico.

Scopo della ricerca è la sintesi e l'analisi conformazionale di molecole sintetiche, appartenenti alla classe dei peptidomimetici. Recentemente, la ricerca nell'ambito dei peptidi si è orientata verso la peptidomimetica, che è lo studio di molecole finalizzate a mimare le funzioni dei peptidi pur possedendo una struttura chimica leggermente diversa da quella degli amminoacidi standard. In ambito farmacologico questo significa sintetizzare molecole in grado di rimanere più a lungo all'interno del corpo e quindi svolgere meglio la loro funzione. Questi composti sono definiti anche foldameri, perché sono molecole in grado di auto-organizzarsi cioè di operare un processo di “folding” (ripiegamento). La definizione di foldamero si adatta a qualsiasi molecola in grado di preferire una sola conformazione tra tante altre possibili.

In questo ambito è prevista la sintesi di etero-oligomeri (contenenti due o più diversi amminoacidi naturali o sintetici), sia lineari sia ciclici per mimare strutture secondarie come eliche, turns o sheets e per applicazioni di tipo farmacologico. I nostri composti possono essere utilizzati anche come recettori molecolari di metalli in soluzione, infatti lo sviluppo di tali composti è di interesse generale per lo studio di nuovi sistemi di analisi di matrici biologiche. Recentemente abbiamo osservato che alcune classi di oligomeri tendono ad assumere una struttura ordinata in fase solida, presentandosi sotto forma di fibrille osservabili al microscopio ottico. L'aggregazione e la disaggregazione sono fenomeni molto importanti in natura. In questo contesto la formazione di fibre attraverso auto-organizzazione è di particolare interesse, poiché le proteine fibrose sono coinvolte in funzioni intra- ed extracellulari. Molte malattie, come il morbo di Alzheimer o il diabete sono indotti da peptidi beta-amiloidi, che sono una classe di peptidi naturali che tendono ad aggregarsi nel sangue. Saranno studiati oligopeptidi con lo scopo preciso di intereferire con questo processo.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.