Foto del docente

Artur Nenov

Ricercatore a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari"

Settore scientifico disciplinare: CHIM/02 CHIMICA FISICA

Curriculum vitae

Dati personali

Nome e Cognome: Artur Nenov

Data e luogo di nascita: 27.10.1983, Varna (Bulgaria)

Titoli accademici: Dottorato di Ricerca in Chimica Teorica (PhD), Abilitazione (Seconda fascia)

Educazione ed esperienza professionale

Artur ha conseguito la laurea (dipl.-univ. Chem.) nel 2007 in Chimica presso l'Università Ludwig-Maximilians di Monaco, dove ha anche svolto il suo dottorato in Chimica Teorica sotto la supervisione della Prof.ssa Regina de Vivie-Riedle. Il dottorato in scienze naturali è stato premiato nel 2012 (summa cum laude). Nel 2012 Artur si ha affiliato nel gruppo del Prof. Marco Garavelli nel Dipartimento di Chimica "G. Ciamician" presso l'Università di Bologna come ricercatore (assegnista di ricerca). Dal 2018 Artur è Ricercatore a tempo determinato tipo a) (junior) presso il Dipartimento di chimica industriale "T. Montanari" dove svolge attività didattica, di ricerca e di supervisione di laurenadi, dottorandi e postdoc.

Interessi scientifici

L'interesse principale di Artur risiede nello sviluppo di tecniche ab-initio per simulare la spettroscopia elettronica non-lineare nei regimi Visible, Ultraviolet e X-ray per lo studio della dinamica conformazionale nello stato fondamentale e dei processi ultraveloci di disattivazione dello stato eccitati. È co-sviluppatore del codice SPECTRON per simulazioni di spettroscopia non-lineare. È attivamente coinvolto sia nella formulazione di nuove strategie computazionali a livello di funzione d'onda multiconfigurazione (CASSCF / CASPT2) per il calcolo accurato degli stati eccitati, sia nel loro l'applicazione su sistemi biomoleculari come amminoacidi e nucleobasi di DNA/RNA.

Un altro campo di ricerca coinvolge lo sviluppo ed applicazione di metodi per la simulazioni della dinamica molecolare nello stato eccitato utilizando metodi 'ibridi' QM/MM (cioè di metodi che combinano campi di forza Quanto-Meccanici a quelli classici della Meccanica-Molecolare). Da 2012 Artur far parte del team di sviluppatori di COBRAMM, un software di interfacciamento di software commerciali e accademici che permette lo studio mechanistico e dinamico degli stati fundamentale ed stati eccitati sia nel vuoto sia nella fase condensata. Fino ad ora Artur ha contribuito codici per l'efficiente parallelizzazione dei calcoli numerici delle prima e seconda derivate della energia eletronica, algoritmi per l'ottimizzazione di intersezioni coniche e percorsi energetici di energia minimale, una routine per la generazione automatizzata di parametri iniziali per calcoli QM/MM e un protocollo per la simulazione della dinamica molecolare non-adiabaticha a livello CASPT2. Da 2014 Artur presta attivita come contributore dello software MOLCAS per calcoli quanto-meccanici e ha fornito interfacce con COBRAMM e SPECTRON.

Tra gli altri interessi di Artur si note lo studio delle forze generiche che guidano la isomerizzazione ultraveloce, fotoindotta e mediata da intersezioni coniche e lo sviluppo di strategie per la previsione della struttura e l'ottimizzazione accelerata di intersezioni coniche di energia bassa. La conoscenza della fotoreattività al livelo atomistico viene sfruttata per adattare sistemi artificiali alle desiderate proprietà fisico-chimiche per applicazioni tecniche come interruttori molecolari.

Finanziamenti Internazionali

Dal 2012 al 2017 Artur è stato coinvolto nel progetto ERC "STRucture and dynAmics of Biomolecules by Spectroscopy Ultravioletto bidimensionale (STRATUS)", finanziato dal programma Advanced Grant del Consiglio europeo della ricerca (ERC-2011-AdG n. 291198) con gli investigatori principali Prof. Giulio Cerullo del Politecnico di Milano e Prof. Marco Garavelli dell'Università di Bologna. Il scopo del progetto era il sviluppo di tecniche ab-initio per la simulazione della spettroscopia ottica non-lineare e la loro applicazione ai sistemi biomolecoli.

Dal 2018 Artur fa parte del progetto “Theory and Simulation of Ultrafast Multidimensional Nonlinear X-ray Spectroscopy of Molecules” con il ricercatore principale Prof. Shaul Mukamel dell'Università della California, Irvine. L'obiettivo è sviluppare protocolli per la simulazione ab-initio di tecniche multidimensionali che combinano sequenze di impulsi a raggi X, che dovrebbero fornire nuove visioni nella dinamica di nuclei ed elettroni in molecole e materiali.

Dal 2019 Artur participa nel progetto Horizon2020 "Digital Ontology-based Modelling Environment for Simulation of materials (SimDOME)", (H2020-NMBP-TO-IND-2018-2020, DT-NMBP-09-2018, GA 814492) con il ricercatore principale Prof. Emanuele Ghedini dell'Università di Bologna. L'obbietivo del progetto è di unire codici sulla modellazione dei materiali e sulla simulazione della spettroscopia molecolare all'interno di un ambiente produttivo ed operativo e adattarli alle esigenze di utenti non specializzati.

Premi

Nel 2016 Artur ha vinto il Premio Eolo Scrocco dalla Società Chimica Italiana per i suoi contributi originali allo sviluppo ed all'applicazione di metodi ab-initio per lo studio della fotochimica.

Statistiche

A partire dal gennaio 2019 Artur ha circa 50 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali, un h-index di 17 e il suo lavoro è stato citato più di 1000 volte (secondo Scopus).

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.