Foto del docente

Andrea Bartolini

Ricercatore a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Ingegneria dell'Energia Elettrica e dell'Informazione "Guglielmo Marconi"

Settore scientifico disciplinare: ING-INF/05 SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

Curriculum vitae

Ricercatore a tempo determinato (RTDA) all'Università di Bologna dal 2017, svolge le sue ricerche nell'ambito dei sistemi elettronici ad alta efficienza energetica con particolare enfasi nei sistemi ad alte prestazioni.

Andrea Bartolini ha iniziato la sua attività di ricerca scientifica presso Freescale Semiconductor Ltd (UK) con focus su SW stack ad efficienza energetica e sistemi operativi per piattaforme multimediali embedded. Nel corso del suo PhD, Andrea Bartolini ha ampliato questo tema di ricerca su sistemi multicore embedded e sistemi ad alte prestazioni, specializzandosi in modellazione architetturale delle prestazioni e dei consumi di questi apparati. Durante la sua permanenza in Intel Lab Germany ha avuto la possibilità di acquisire una conoscenza approfondita delle piattaforme server Intel e dello stack SW di sistema multi-core, incluso il sottosistema di power management nel O.S. Linux. Andrea Bartolini è stato un membro attivo della Intel Single Chip Cloud Computing Community di nome MARC. Durante quel periodo ha iniziato a lavorare su progetti di ricerca che coinvolgevano la conoscenza di algoritmi basati sulla teoria del controllo predittivo, la system identification e l’artificial intelligence espandendo le proprie competenze in settori trasversali.

Durante le sue attività di ricerca post-dottorato a UniBo, è stato coinvolto nella preparazione e realizzazione del progetto EU FP7 FET PHIDIAS focalizzato sui sistemi elettronici Ultra-Low Power per il colezionamento e l’elaborazione di segnali biometrici. È stato coinvolto nella preparazione e realizzazione del progetto EU FP7 Multitherm Advance ERC di cui è stato responsabile per le attività di progettazione termica ed energetica nei sistemi di calcolo ad alte prestazioni. Negli stessi anni ha iniziato una proficua collaborazione, con frequenti visite, con CINECA il centro di supercalcolo italiano. Negli stessi anni ha acquisito una conoscenza approfondita sia teorica che pratica dei supercalcolatori e delle sfide legate alla progettazione, utilizzo ed efficientamento di tali apparati.

Dal 2013 al 2017 Andrea Bartolini è stato post-doctoral researcher all' Integrated System Institute al dipartimento D-ITET dell’Eidgenössische Technische Hochschule Zürich (ETH Zurigo). Mantenimento di una posizione part-time presso il dipartimento DEI di UNIBO per seguire la collaborazione di ricerca con CINECA, E4 Computer Engineering ed il progetto Multitherman ERC Advance. A Zurigo è stato responsabile di due progetti Nanotera, il progetto YINS focalizzato su piattaforme server ad alta efficienza energetica basata su tecniche elettroniche di low power design e Ultrasound2Go focalizzato sullo sviluppo di sistemi portatili di imaging 3D ad ultrasuoni. Dal 2016 è stato responsabile dei progetti ANTAREX e EXANODE H2020 eu FETHPC con focus su tecniche di autotuning di applicazioni HPC architetture future di nodi di calcolo.

Andrea Bartolini è un membro esperto nella ETP4HPC per la definizione dell'agenda europea in HPC. Da giugno 2014 ha partecipato con E4 Computer Engineering S.p.a. ed altri partner europei al tender prace-3IP focalizzato al co-design per l’efficientamento energetico di un supercomputer della capacità di calcolo di un petaflop, contribuendo alla progettazione di uno dei primi supercomputer basati su many core ARMv8 e oltre che a D.A.V.I.D.E. (Development for an Added Value Infrastructure Designed in Europe) supercomputer basato su architettura IBM OpenPower ed accelerazione NVIDIA Pascal ospitato dal CINECA e classificatosi nella Top500 e Green500 2017.

In questi anni Andrea Bartolini è responsabile delle attività di ricerca di un piccolo team di dottorandi e collaboratori di ricerca nel campo dell’efficientamento energetico di sistemi elettronici per il calcolo ad alte performance. Gestisce collaborazioni con i diversi partner accademici e industriali. Grazie al forte background industriale e al focus di ricerca, Andrea Bartolini ha ricevuto numerosi riconoscimenti per le attività di ricerca e trasferimento tecnologico.