Foto del docente

Veronica Chiarini

Assegnista di ricerca

Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali

Curriculum vitae

Formazione

Ho conseguito la Laurea Triennale in Scienze Geologiche nel 2010 con una tesi finale dal titolo “Stratigrafia pollinica dei depositi quaternari della Pianura Padana centrale” con votazione 110 e lode presso l’Università di Bologna, dove ho proseguito con la Laurea Magistrale in Geologia e Territorio conseguita nel 2012 con una tesi dal titolo “Stato e origine della contaminazione delle acque superficiali e sotterranee nelle Gole di Popoli (Abruzzo)” con votazione 110 e lode.

Nel 2017 ho conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra, della Vita e dell’Ambiente presso l’Università di Bologna in cotutela di tesi con la Communauté Grenoble Alpes (Université Savoie-Mont Blanc, Francia). Nel corso del dottorato di ricerca mi sono occupata principalmente di ricostruzioni paleoclimatiche attraverso lo studio di speleotemi con una tesi dal titolo “Exploring Holocene climate signals recorded in stalagmites from Bosnia – a multi proxy approach coupling petrography and geochemistry”. Durante questa esperienza ho svolto attività di campionamento in grotta sia in Italia che in Bosnia Erzegovina e ho trascorso un periodo di ricerca presso l’Università di Melbourne (Australia) e l’Université Savoie-Mont Blanc (Le Bourget du Lac, Francia).

Attività professionali

Nel 2017 ho svolto un tirocinio retribuito presso HERAmbiente (Ravenna) volto al conseguimento della qualifica di tecnico ambientale. Nel corso di questo tirocinio ho approfondito tecniche di landfill mining e di fitodepurazione.

Dal 2017 svolgo attività di guida ambientale escursionistica e tra maggio 2018 e febbraio 2019 ho lavorato come guida alle Grotte di Onferno (Gemmano, RN).

Da febbraio 2019 a marzo 2021 ho coordinato le attività dell’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Romagna nell’ambito del Progetto Europeo Interreg n. 608 ADRION – Adriaticaves (sustainable management and tourist promotion of natural and archaeological heritage in the Adriatic Caves), occupandomi sia degli aspetti tecnico-scientifici del progetto che di quelli gestionali.

Da maggio 2021 ho un assegno di ricerca presso l'Università di Bologna (Dipartimento BIGEA) nell'ambito del Progetto EvolGyps (Evolution of Gypsum Caves in Emilia - Romagna Region)

Attività didattica – di formazione

Nel 2019 mi sono occupata di organizzare un corso di aggiornamento per guide speleologiche nell’ambito del Progetto Interreg ADRION – Adriaticaves al quale ho partecipato anche come relatrice su tematiche inerenti la tutela dell’ambiente carsico.

Ho svolto alcune attività formative su tematiche geologiche nell’ambito di corsi di educazione ambientale organizzati dall’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Romagna (“Storie di Rocce Erranti – alla scoperta della geologia romagnola”, 18 novembre 2020, Corso ParkLab Monte Fumaiolo; “Geologia della Vena del Gesso Romagnola”, 10 maggio 2021, Corso di Escursionismo e Natura).

Attività scientifica

Nel corso del dottorato di ricerca ho svolto attività di ricerca presso il Laboratorio EDYTEM - Pôle Montagne dell’Université Savoie Mont-Blanc, dove mi sono occupata principalmente dello studio di sezioni sottili di speleotemi e del campionamento di polveri carbonatiche per analisi isotopiche (di δ13C e δ18O) e datazioni U-Th. Nel corso del periodo trascorso presso l’Università di Melbourne mi sono principalmente occupata della preparazione geochimica per le datazioni U-Th e le analisi di δ13C e δ18O.

A partire dal 2017 mi occupo di monitoraggio dei parametri microclimatici dell’ambiente di grotta.

Da maggio 2021 sono assegnista di ricerca presso il dipartimento BIGEA dell'Università di Bologna per il Progetto EvolGyps (Evolution of Gypsum Caves in Emilia-Romagna Region) e mi occupo di campionamenti di speleotemi, rilevamento geomorfologico e analisi dati nell’area dei gessi messiniani dell’Emilia-Romagna, con lo scopo di ricostruire l’evoluzione speleogenetica e del paesaggio esterno in funzione delle fluttuazioni climatiche quaternarie e del contesto geo-strutturale regionale.

Appartenenza a comitati scientifici

Dal 2017 faccio parte del Comitato Scientifico del Museo Civico di Scienze Naturali Malmerendi di Faenza (RA).

Premi e riconoscimenti

2014 – Vincitrice del Bando Vinci indetto dall’Università Italo – Francese.

2018 – Riconoscimento scientifico nell’ambito del Premio Decio De Lorentiis (ed. 2017) del Museo L’Alca di Maglie (LE).

Altre attività

Illustrazione scientifica e naturalistica.

 

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.