Foto del docente

Valerio Zanotti

Professore ordinario

Dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari"

Settore scientifico disciplinare: CHIM/03 CHIMICA GENERALE E INORGANICA

Temi di ricerca

a)     Sintesi e reattività di complessi binucleari di metalli di transizione contenenti due atomi metallici adiacenti e leganti a ponte di tipo carbenico e carbinico. In particolare sono studiate reazioni di ‘assembling' di leganti carbinici a ponte con piccole molecole insature (alcheni alchini, isonitrili ed alleni) per accrescere, tramite reazioni di formazione del legame C-C  la complessità del frammento organico coordinato a ponte.

b)     Sintesi e trasformazione di frammenti molecolari mediate dal ferro, ossia da un metallo non tossico, disponibile ed eco-sostenibile. L'obiettivo è quello di individuare nuove modalità di reazione,osservare specie intermedie altrimenti instabili e generare frammenti molecolari non ottenibile per altra via, attraverso reazioni di leganti a ponte in complessi di nucleari del ferro.

 c)    Complessi dinucleari di metalli di transizione come modelli più semplici per lo studio di reazioni che avvengono su superfici metalliche, con particolare riferimento alle reazioni di accrescimento della catena idrocarbonica nel processo ‘Fischer-Tropsch'.

 



a) Sintesi e reattività di complessi binucleari di metalli di transizione contenenti due atomi metallici adiacenti. La presenza di due centri metallici può dare origine ad effetti cooperativi o sinergici in grado di promuovere nuove modalità di reazione nei riguardi delle specie coordinate. A questo si aggiunge la possibilità, offerta dai sistemi dinucleari, di osservare modalità di coordinazione a ponte per le specie coordinate, ossia diverse da quelle che si realizzano quando gli stessi leganti sono coordinati ad un solo centro  metallico. Questo puo' a sua volta favorire nuove tipologie di reazione.   In particolare sono studiate reazioni di leganti  di natura carbenica e carbinica  coordinati a ponte nei riguardi di piccole molecole insature (alcheni alchini, isonitrili ed alleni) finalizzate alla fomazione del legame C-C .. L'obiettivo perseguito è quello di individuare reazioni metallo promosse di ‘assembling' di leganti C1 e C2 come costituenti per la sintesi  di frammenti organici di accresciuta complessità. 

b) Trasformazione di leganti a ponte. 

Sfruttando l'attivazione che deriva dalla coordinazione a più centri metallici vengono studiate reazioni di trasformazione di leganti a ponte di natura costituiti da frammenti C3 insaturi (allili , allilideni, vinylalchilideni, alleni etc.).  Queste comprendono reazioni di addizione di nucleofili e  reazioni di ciclizzazione, pincipalmente finalizzate alla formazione di legame C-C. Leganti di tipo  vinilimminio dispongono di un idrogeno acido la cui  rimozione genera intermedi molto reattivi, nei quali un atomo di carbonio ha natura carbanionica o carbenica. Questi possono essere sfruttati per introdurre vari gruppi funzionali ed eteroatomi. Sono perciò niumerose le trasformazioni che possono essere condotte sui leganti di tipo vinilimminio a ponte ed alcune modalità di reazione sono del  tutto inedite rispetto a quanto osservato quando lo stesso frammento non è coordinato ai centri metallici.    

c) Complessi dinucleari di metalli di transizione come modelli più semplici per lo studio di reazioni che avvengono su superfici metalliche, con particolare riferimento alle reazioni di accrescimento della catena idrocarbonica nel processo ‘Fischer-Tropsch'. Di particolare rilievo sono le reazioni di formazione di legame C-Cche coinvolgono leganti di natura carbinica  che hanno permesso di formulare  nuove ipotesi riguardo il meccanismo di formazione delle catene idrocarbonica su superfici metalliche.  Tali ipotesi prevedono un coinvolgimento di intermedi metilidinici di carattere elettrofilico negli stadi chiave della   formazione del legame C-C.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.