Foto del docente

Vincenzo Matera

Professore ordinario

Dipartimento di Beni Culturali

Settore scientifico disciplinare: M-DEA/01 DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE

Curriculum vitae

Formazione e carriera accademica

Docente a contratto (dal 1996 al 2001) in varie università italiane: Pavia, Iulm di Milano, Milano Bicocca. Ricercatore dal 2002 nel settore disciplinare M-DEA/01 presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Milano Bicocca. Nel 2004 vince una procedura di valutazione comparativa e viene chiamato nel 2005 come professore associato, fino al 2012 nel Dipartimento di Scienze della Formazione, dal 2012 nel Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale dell’Università di Milano Bicocca. Da ottobre 2018 è professore ordinario presso l'Ateneo di Bologna, nel Dipartimento di Beni Culturali (Campus di Ravenna).

 

Attività didattica e di ricerca

Dal 1996 svolge con continuità attività di docenza come titolare di vari insegnamenti M-DEA/01 per Corsi di Laurea e Laurea Magistrale. Ha seguito numerose tesi di laurea e di dottorato. Ha insegnato in numerosi corsi di specializzazione e master nel settore disciplinare M-DEA/01. Ha insegnato nell’Università di Pavia, Milano IULM, Milano Bicocca, Milano San Raffaele, Bergamo, Vienna, Barcellona. Attualmente è docente di Social Anthropology e di Cultural Anthropology and Migration Processes nel Corso di Laurea Magistrale in International Cooperation on Human Rights and Cultural Heritage dell'Università di Bologna (sede di Ravenna). Insegna inoltre Antropologia culturale nelle Università di Bergamo e di Milano Bicocca.

 

Principali ambiti d’interesse

Teoria antropologica (scrittura, epistemologia e produzione del sapere antropologico, politica dell’etnografia, pratiche di ricerca etnografica). Antropologia della comunicazione. Antropologia della memoria (pratiche sociali di costruzione culturale del passato e strategie del ricordo), immaginazione, identità. Antropologia della contemporaneità.

Ha svolto ricerche sul campo in Italia Meridionale, in Indonesia, In Africa Orientale, a Milano. In Italia meridionale (1990-1994) ha svolto una ricerca promossa dal FORMEZ (Centro di Formazione e Studi per il Mezzogiorno). La ricerca era dedicata allo studio dei processi di produzione culturale. In Indonesia (1993; 1995-1996) ha svolto ricerche sul campo fra i Toraja (Soulawesi). Dalla prospettiva dell’etnografia della comunicazione, ha studiato i fenomeni di code-switching (commutazione di codice linguistico) come indici della negoziazione dell’identità. In Uganda (Kampala e zone limitrofe) (2003) ha svolto ricerche sul campo sulle strategie politiche, culturali e linguistiche di costruzione dell’identità nazionale. In Italia (Milano e provincia) è stato membro del comitato scientifico della ricerca “talenti extravaganti” realizzata del Centro Come per conto dell’Assessorato alla Cultura, culture e integrazione della Provincia di Milano, e per lo stesso Assessorato ha poi svolto una ricerca denominata “Etnografia della performance”. Dal 2010 al 2014 è stato responsabile scientifico del progetto di ricerca “Culturalmente. Itinerari artistici verso l’interculturalità”, vincitore di un finanziamento della Fondazione Cariplo. Culturalmente è uno studio etnografico di artisti migranti a Milano, delle pratiche artistiche entro comunità di migranti o da parte di singoli artisti: pittori, scrittoti, musicisti, danzatori, attori e altri artisti contemporanei, operanti a Milano. Dal 2013 partecipa al progetto Non riservato, vincitore di un finanziamento della Fondazione Cariplo. Non riservato è un progetto culturale e sociale finalizzato a creare interconnessioni fra associazioni e cittadini, fra differenti quartieri della città di Milano, e fra istituzioni culturali e politiche.

È membro del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Antropologia culturale e sociale dell’Università di Milano Bicocca.

Dal 2015, è Coordinatore e referente scientifico della Summer School “Imparare dal locale. Comunità e popoli tribali dentro la cornice globale”.

https://www.unimib.it/open/news/Imparare-dal-locale-Comunita-e-popoli-tribali-dentro-lacornice-globale/2144550048296909456

E’ associato come ricercatore al Centro di Ricerca MESCLAS. Memória, Espaço e Culturas (Universidade Federal do Recôncavo da Bahia). http://dgp.cnpq.br/dgp/espelhogrupo/5729307127329698

Ha partecipato a numerosi seminari, convegni, workshop nazionali e internazionali.

 

Appartenenza a comitati scientifici e editoriali

Dal 2008, Direttore della collana di Studi sociali, Utet università. Dal 2010, Direttore della collana Dialoghi, Archetipolibri (Gruppo editoriale Clueb). Dal 2011, membro del Comitato scientifico della collana di Antropologia culturale e sociale di Franco Angeli. Dal 2012, Membro del Comitato scientifico della collana Antropografie, Meti editore. Dal 2016, membro del Comitato scientifico della collana Biblioteca/Antropologia di Meltemi editore (Gruppo Mimesis). 

 Dal 2001, Membro del Comitato Scientifico di Antropologia, Ledizioni. Dal 2008, membro del Comitato editoriale di Etnografia e ricerca qualitativa, Il Mulino. Dal 2010, Membro del Comitato editoriale di Archivio Antropologico Mediterraneo

Da molti anni svolge attività di referaggio per riviste italiane e internazionali di settore.

 

Altre attività

Dal 2006 svolge attività di consulenza editoriale per diversi editori. Dal 2006 al 2016 è stato nel Consiglio direttivo dell’Aisea (Associazione Italiana Scienze EtnoAntropologiche). Scrive sui blog del Corriere.it La città nuova e La 27ORA. Ha scritto un Manuale per il liceo delle Scienze umane, Il Manuale di Scienze Umane. Sociologia, Antropologia, Metodologia della ricerca, Marietti (Gruppo De Agostini Scuola), e svolge attività seminariale e di formazione nel settore M-DEA/01 presso Istituti scolastici e ordini professionali.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.